Modem e router: quali sono le differenze?

0
76
modem-router-differenze

Il modem e il router sono due dispositivi fondamentali per potersi collegare a internet. Spesso vengono confusi tra loro, ma in realtà hanno funzioni ben distinte. In questo articolo vedremo quali sono le differenze tra modem e router, come funzionano e quali sono i modelli disponibili tra cui scegliere.

Che cos’è un modem e come funziona

Il modem (sigla che indica MOdulatore/DEModulatore) è un dispositivo che consente di convertire i segnali analogici in segnali digitali e viceversa. In pratica, traduce i segnali provenienti dalla linea telefonica o dalla fibra ottica in dati che possono essere letti dai dispositivi elettronici. Questo dispositivo è quindi necessario per potersi collegare a internet, indipendentemente dal tipo di connessione che si utilizza.

Il modem è composto da due parti principali:

  • La parte analogica: questa parte si occupa di convertire i segnali analogici provenienti dalla linea telefonica o dalla fibra ottica in segnali digitali;

  • La parte digitale: questa parte si occupa di convertire i segnali digitali in uscita in segnali analogici, in modo che possano essere trasmessi sulla linea telefonica o sulla fibra ottica.

Il modem funziona in modo ciclico, ovvero riceve un pacchetto di dati dalla linea telefonica o dalla fibra ottica, lo converte in segnali digitali, lo invia al dispositivo collegato e poi riceve un nuovo pacchetto di dati dal dispositivo collegato, che converte in segnali analogici e invia sulla linea telefonica o sulla fibra ottica.

Inoltre ci sono modem che possiedono una serie di caratteristiche tecniche che li rendono superiori ai modelli precedenti; questi modem di ultima generazione sono dispositivi che consentono di collegarsi a internet tramite la fibra ottica FTTH, la tecnologia di connessione più veloce e affidabile attualmente disponibile.

Caratteristiche e funzionamento del router

Il router è un dispositivo che consente di collegare tra loro più dispositivi, creando una rete locale (LAN). In pratica, permette a computer, smartphone, tablet e altri dispositivi di condividere la stessa connessione internet. È quindi necessario per poter sfruttare al meglio la connessione internet in casa o in ufficio.

Anche il router è composto da due parti principali:

  • La parte di interfaccia: questa parte si occupa di collegare il router alla linea telefonica o alla fibra ottica e ai dispositivi della rete locale;

  • La parte di routing: questa parte si occupa di instradare il traffico di rete verso i dispositivi della rete locale.


Ecco come funziona generalmente un router:

  • Connessione alla rete esterna: il router è collegato a una fonte di connettività esterna, come un modem DSL, via cavo o fibra ottica, che fornisce l’accesso a Internet o a un’altra rete esterna;

  • Assegnazione degli indirizzi IP: il router assegna indirizzi IP unici a ciascun dispositivo sulla rete locale. Questi indirizzi sono utilizzati per identificare in modo univoco ogni dispositivo connesso alla rete;

  • Instradamento dei pacchetti: quando un dispositivo sulla rete locale invia dati a un dispositivo esterno (o viceversa), il router instrada i pacchetti di dati attraverso la rete in modo efficiente. Il router utilizza tabelle di instradamento per determinare il percorso migliore per i pacchetti attraverso la rete;

  • Network Address Translation (NAT): in molti casi, il router utilizza NAT per tradurre gli indirizzi IP interni della rete locale in un unico indirizzo IP esterno. Questo permette a più dispositivi sulla rete locale di condividere lo stesso indirizzo IP pubblico quando accedono a Internet, contribuendo a preservare gli indirizzi IP pubblici limitati.

  • Firewall: molti router sono dotati di funzionalità firewall per proteggere la rete locale da accessi non autorizzati provenienti dalla rete esterna. Il firewall monitora e controlla il traffico in entrata e in uscita, consentendo o bloccando determinati tipi di connessioni in base alle regole di sicurezza reimpostate;

  • Wi-Fi: i router moderni includono anche funzionalità wireless (Wi-Fi). Questo consente ai dispositivi compatibili di connettersi alla rete senza l’uso di cavi, facilitando la connettività per dispositivi come smartphone, laptop e tablet;

  • Gestione della Banda: alcuni router avanzati offrono funzionalità di gestione della banda, che consentono di ottimizzare l’utilizzo della larghezza di banda assegnata tra i dispositivi connessi per migliorare le prestazioni della rete.

Quali sono le differenze tra modem e router?

Entrambi questi dispositivi sono importanti per collegarsi a internet attraverso i propri dispositivi, ma ci sono degli elementi per cui il modem e il router differiscono tra loro. La principale differenza tra modem e router è la funzione che svolgono. Il modem risulta fondamentale per connettere a internet i propri dispositivi, mentre il router non è indispensabile per navigare in rete ma serve per dirigere il traffico di una rete verso internet o verso una rete locale (LAN).

Il router ha anche la funzione di garantire la sicurezza informatica perché permette la configurazione e la scelta delle porte di ingresso; il modem, al contrario, non svolge questa funzione. Questo, inoltre, è consigliato se si desidera collegare alla stessa rete più di un device; anche il modem consente la connessione multi-utente, ma ha bisogno di una configurazione più avanzata. Se si collega il modem al computer tramite porta USB e sono presenti più device connessi nello stesso momento, il funzionamento dell’apparato risulta più lento.

Anche se il router e il modem sono due apparati differenti, in commercio sono presenti molti dispositivi che svolgono entrambe le funzioni: stiamo parlando del modemrouter, un apparato integrato che si collega a Internet attraverso il cavo telefonico e distribuisce il collegamento a più device tramite wireless.. In questo modo, si fa un investimento che permette di risparmiare sul lungo termine evitando di acquistare più di un apparecchio.

Tipologie di modem e router

Esistono diversi tipi di modem e router, che si differenziano per le caratteristiche tecniche e le funzionalità offerte.

Modem

In base al tipo di connessione a internet che si utilizza, esistono diversi tipi di modem:

  • Modem ADSL: questo tipo di modem è utilizzato per la connessione a internet tramite la linea telefonica tradizionale;

  • Modem fibra ottica: questo tipo di modem è utilizzato per la connessione a internet tramite la fibra ottica;

  • Modem 4G/5G: questo tipo di modem è utilizzato per la connessione a internet tramite la rete mobile 4G/5G.


Router

In base al numero di dispositivi che si possono collegare alla rete locale, esistono diversi tipi di router, due in particolare:

  • Router domestici: questi router sono progettati per essere utilizzati in casa e possono collegare fino a 10-15 dispositivi;

  • Router aziendali: questi router sono progettati per essere utilizzati in aziende e possono collegare centinaia o addirittura migliaia di dispositivi.

Modem e router sono due dispositivi fondamentali per potersi collegare a internet. Sebbene abbiano funzioni distinte, sono entrambi necessari per poter sfruttare al meglio la connessione internet.

Quando si sceglie un modem o un router, è importante considerare le proprie esigenze e le caratteristiche tecniche offerte dal dispositivo.