Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

LUCAS DI GRASSI, UN POLIGNANESE IN F1

lucas_di_grassi

Si delineano pian piano le nuove scuderie che parteciperanno al Mondiale di Forumula 1 per il 2010. Tra i vari partecipanti ci sarà anche un polignanese. Non è residente in questa città, ma le sue origini sono totalmente legate alla nostra. Lui è Lucas Di Grassi, brasiliano stretto alla nostra terra da un emigrazione dei primi anni del 1900 in Sudamerica. Assieme al nipote di Ayrton Senna, Bruno, che ha appena firmato con la Campos GP, ci sarà proprio il ragazzo italo-brasiliano 22enne. Dopo Felipe Massa (brasiliano di Cerignola e con la ragazza di originini polignanesi, tant'è che ne detiene la cittadinanza onoraria) e Tonio Liuzzi, barese di Locorotondo è lui a rappresentare nel circuito internazionale la Puglia.

Ecco l'articolo estrapolato dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 1 Novembre 2009.

«Veramente sono di Polignano a Mare - dice Lucas - e ci vado anche abbastanza spesso, visto che in Europa risiedo a Viareggio. A Polignano vado a mangiare al ristorante “La Grotta”, ve lo consiglio, magari vi fanno lo sconto…».

Il giovane pilota della Renault (è il collaudatore) ha appena firmato con la Manor GP, la squadra inglese che l’anno prossimo sarà al via coi motori Cosworth. Dopo essere stato vicecampione del mondo della GP2, col team del Principe Alfonso D’Orleans, e aver fatto il collaudatore alla Renault F.1, Di Grassi è un pilota della scuderia Briatore e a Singapore stava per sostituire Grosjean influenzato, tanto che in fretta e furia gli prepararono il sedile e gli trovarono una tuta. Non se ne fece niente, adesso il debutto ufficiale è rimandato al prossimo anno. «La squadra è nuova, sarà dura fare esperienza, ma io non vedo l’ora di essere della partita. È tutto pronto, manca solo la firma sul contratto perché aspetto di sapere dalla Renault cosa faranno per il futuro. Infatti, prima di firmare per un altro team, devo avere l’ok dalla squadra francese. Hanno preso Kubica, potrebbero dirmi qualcosa a breve, penso che per martedì prossimo sia tutto definito, ma fino a quando non arrivano le risposte ufficiali, meglio starsene calmi».

La famiglia di Di Grassi, dalla parte del padre, è originaria al 100% di Polignano. «Mio nonno partì per il Brasile, ma sia mio padre che io abbiamo il passaporto italiano e come località c’è scritto proprio Polignano, sono barese al 100% e con Liuzzi ogni tanto ci scherziamo, perché lui vive a Pescara, io invece sto in Puglia più tempo di lui…». Se va avanti di questo passo, fra poco le riunioni tecniche le faranno in dialetto pugliese…Scherzi a parte, è una bella novità vedere un giovane di 22 anni arrivare in F.1 dopo che la famiglia è partita dall’Italia a cercare fortuna all’estero, un po’ come Felipe Massa, di cui Lucas è amico.

INTERVISTA SU YOUTUBE A LUCAS DI GRASSI


VEDI L'ARTICOLO SU GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO ONLINE

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI