Rinviata al 2021 la tappa polignanese della Redbull Cliff Diving

redbull rinvio

Mentre il virus non si placa e continua inesorabilmente il suo cammino, molte attività sono ferme come anche l'economia mondiale. Il Covid-19 sta avendo serie conseguenze anche sul mondo degli eventi. Le inevitabili misure restrittive approvate dai governi per contenere la pandemia stanno portando alla cancellazione di concerti ed eventi in tutto il mondo. Per un totale di oltre 4mila appuntamenti per quasi 40 mila ore di lavoro perse dall'inizio dell'emergenza sanitaria come emerge dal monitoraggio promosso in questi giorni dal Distretto produttivo Puglia Creativa che ha coinvolto 230 operatori. L’ente - riconosciuto dalla Regione Puglia - che associa imprese, operatori e professionisti della cultura e della creatività.

Ad aggiungersi anche il redbull cliff diving che attraverso un comunicato stampa annuncia il blocco momentaneo della manifestazione. La Red Bull Cliff Diving World Series 2020 aveva in programma 3 location nuove di zecca, le sfide si dovevano tenere in posti che spaziano da meraviglie naturali a siti storici, passando per angoli incontaminati di ben 4 continenti, degni palcoscenici per una disciplina che punta a superare ancora una volta i suoi limiti. Le novità dell'edizione 2020 sono Bali, Indonesia, la capitale della Norvegia, Oslo, e l'Australia, teatro della finale e paese natale della “4 volte” campionessa Iffland. I primi tuffi della stagione, realizzati da 3 volte l'altezza di quelli olimpici, erano ospitati da una delle location più esotiche della storia della competizione, l'inedita isola di Bali, dove uomini e donne dovevano gareggiare in due luoghi paradisiaci: il canyon Aling Aling e Nusa Penida.

Dopo la lussureggiante Indonesia si doveva passare ad una delle tappe preferite della World Series: La Rochelle, in Francia. Per la prima volta la categoria femminile doveva affrontare questa temibile tappa, resa tale dall'imponente torre di Saint Nicolas che affaccia sul Golfo di Biscaglia. Proprio qui ebbe luogo la prima gara in assoluto della competizione, nel lontano 2009.

Le placide acque del Possum Kingdom Lake, in Texas, era la tappa di giugno, per la quarta tappa di Luglio invece si tornava a Polignano a Mare.

"Per rispondere alle attuali preoccupazioni per la salute pubblica e per seguire i suggerimenti delle autorità sanitarie nazionali e internazionali - si legge nella nota - l'inizio della nuova stagione della Red Bull Cliff Diving World Series è stato rinviato all'agosto del 2020. Stiamo lavorando a un nuovo calendario per garantire a tutti i fan un'altra stagione di emozioni e di tuffi incredibili."

Polignano a Mare fa ormai rima con Red Bull Cliff Diving World Series, tanto che nei suoi 11 anni di storia è passata per ben 7 volte dalla località pugliese, incoronata la casa europea dei tuffi. Il 19 luglio del 2020, quindi, era prevista la gara nella cittadina che al momento è rinviata al 2021 in attesa di nuove notizie da parte del governo centrale. Un duro colpo all'economia del paese.