Domenica 12 Luglio 2020
   
Text Size

La Polimnia ferma la capolista e rimane in zona playoff

Locorotondo Polimnia

Termina 1-1 la sfida di domenica scorsa tra Virtus Locorotondo e Polimnia Calcio: uno scontro diretto sentito da entrambe le compagini e che ha visto la capolista inseguire i rossoverdi, che dal canto loro hanno dato prova di un grande gioco di squadra. I polignanesi, infatti, sono scesi in campo ben concentrati, mentalmente pronti e con la voglia di riscattare la larga sconfitta incassata all’andata. Ottima anche la formazione titolare schierata da mister Tommaso Narraccio: formazione tra l’altro giovanissima (si vedano Manelli classe 2000, Zaccaria e Benedetti classe 2001 e De Donato classe 2002, oltre a Mancini Claudio classe ‘99) che ha ben figurato rispetto ad una squadra avversaria il cui titolare più giovane era classe ’99.

Con un 4-4-2 abbastanza solido e sicuro, la Polimnia comincia il match nel migliore dei modi, trovando il goal del momentaneo vantaggio (0-1) dopo appena sette giri di lancette con il capitano Renzo Romanazzi che con un lancio lungo dalla difesa sorprende Basile mandando direttamente la sfera in rete. Nel prosieguo i rossoverdi, ben messi in campo, disputano un ottimo primo tempo, fallendo tuttavia l’occasione del raddoppio su una ripartenza mal sfruttata da Semeraro. Al 35’, invece, il Locorotondo ha l’occasione per pareggiare, visto il rigore assegnato dal giudice di gara per il fallo in area di Carusi. A calciare dal dischetto si presenta Laneve, ma è bravissimo Lorenzo Fortunato a neutralizzare il tiro, facendo valere tutta la sua esperienza. Così il primo tempo termina sullo 0-1 per la Polimnia, che torna negli spogliatoi con un Ancona infortunato. Questo porta mister Narraccio ad intervenire sulla formazione, arretrando in difesa l’esperto Danilo Schirone (vista l’indisponibilità per squalifica di De Luisi) e facendo entrare a centrocampo Cosimo Satalino.

Così, nel secondo tempo, la Polimnia gioca in maniera piuttosto pregevole una partita difensiva, con l’importante sicurezza data da Fortunato, rivelatosi decisivo in un paio di occasioni. Tuttavia i ripetuti tentativi dei padroni di casa alla fine portano all’1-1 con la rete segnata Venere su mischia in area a seguito di calcio d’angolo. Nel prosieguo la Polimnia non riesce a concretizzare un altro paio di ripartenze, ma alla fine torna a casa un punto ottimo ai fini della classifica, conquistato dopo una partita di cuore da parte di tutti i giocatori rossoverdi.

Dunque, un punto importante per la Polimnia che così torna a pieno titolo in zona play-off, approfittando anche della sconfitta interna del Noci (impegnato col Talsano). Ma la sfida di domenica prossima è altrettanto insidiosa: ad attendere la Polimnia ci sarà il Lizzano, squadra che se all’andata ha registrato risultati poco costanti oltre ad aver strappato un pareggio per 1-1 al Caduti di Superga, in questo girone di ritorno sta dando filo da torcere soprattutto in casa, dove ad esempio ha avuto la meglio su Massafra e Locorotondo.

Per il resto sono noti gli delle semifinali di Coppa Puglia in programma il 5 e il 19 marzo: il Don Bosco Manduria se la vedrà contro il Galatina Calcio, mentre la Polimnia affronterà il Lucera, compagine che rappresenta la terza forza del girone A di Prima Categoria.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI