Domenica 16 Giugno 2019
   
Text Size

Sport

 
 
   
 

Quasi terminati i campionati della Polimnia Calcio

polimnia

   

I baby della Polimnia scrivono la storia della società

polimnia

Metti una giornata soleggiata, una tifoseria da far invidia alla miglior squadra di serie C, il rumore del mare e una squadra agguerrita pronta a scrivere la storia del calcio giovanile polignanese. E’ l’ultima giornata della fase a gironi del raggruppamento "C" del campionato juniores regionale, in campo la Polimnia 2° in classifica con 48 punti, sfida il Noicattaro primo con 50. Una partita al cardiopalma in cui entrambe le squadre si giocano l’intero campionato in novanta minuti.

Gli ultrà della Polimnia fanno sentire la loro presenza con una coreografia emozionante, i ragazzi se ne accorgono e si vede in campo, durante i primi 45’. Squadra contratta, poco fluida nei movimenti.

Le corsie esterne faticano a scendere sulla fascia per servire le torri piazzati tra i due centrali di difesa del Noicattaro, che si sono dimostrati tutt’altro che insuperabili.

Primo tempo dunque con poco da segnalare, se non un paio di cartellini gialli complice una partita spigolosa. Troppi falli per evitare ripartenze. Nonostante la giovane età i ragazzi di entrambe le società si sono dimostrati molto concentrati e bravi a mettere in campo quello che i rispettivi mister hanno fatto vedere sulle lavagne.

Riparte il secondo tempo, su visi dei ragazzi rosso verde si intravede qualche sorrisino distensivo, segno di una buona gestione dello spogliatoio durante la pausa. Al 4’ del secondo tempo arriva la svolta. Punizione a favore dei ragazzi di casa sotto la tribuna, dai piedi di Tauro parte un cross calibrato e preciso per la testa di Zaccaria che non manca l’appuntamento con il goal portando la polimnia in vantaggio.

Da questo momento i ragazzi di mister Console fanno valere tutte le loro caratteristiche tecniche e spingono sull’acceleratore costringendo i ragazzi “Nojani” a rimanere nella propria metà campo.

Il Noicattaro non si arrende e cerca di affacciarsi alla porta avversaria, ma un superlativo numero 1, AlessandroTorres chiude la porta agli avversari. “Da qui non si passa”. Parata che carica ancora di più i polignanesi, compreso la tifoseria. I rossoverdi si spingono ancora in avanti e al 24’ del secondo tempo una punizione dal limite segna il divario tra le due società. Ancora Tauro sul pallone con una punizione al bacio che supera la barriera e si insacca alle spalle dell’incolpevole Cipriani. Due a zero ed è festa per la Polimnia.

I minuti passano inesorabilmente tra un’espulsione per squadra, fino al triplice fischio finale che segna una pagina indelebile nel calcio giovanile polignanese.

Una festa che si è protratta fino a sera sullo schifoso campo del Madonna d’Altomare, sull’indifferenza della politica locale, assente in un momento storico del paese dove i principali protagonisti sono stati i giovani, nonché gli adulti futuri di questo paese.

 
   

La Polimnia onora Mino Potente

polimnia (5)

 
   

"CorsAmare" compie 10 anni

atletica2

 

Torna il Red Bull Cliff Diving a Polignano

red bull

   

Pagina 1 di 26

ULTIMI COMMENTI