Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

I COMMENTI ESCLUSIVI E LE REAZIONI AL VOTO

colella-regionali
Riportiamo alcune dichiarazioni esclusive rilasciate a caldo, ai nostri microfoni, da alcuni candidati (Carmen Centrone, Maria Pia Vasti) e sostenitori esterni di candidati (Salvatore Colella per Pisicchio e Giuseppe Deleonibus per Mimmo Lomelo).

In particolare, ha sorpreso il 'magro' bottino di Onofrio Torres, il quale, come si evince da una lettura in profondità dei dati, non ha trovato l'appoggio di gran parte della maggioranza con la quale divide i banchi del consiglio comunale.

 

CARMEN CENTRONE (SEL) – “Torres è abituato a volare sempre alto”.

“Polignano non si è chiusa a riccio sui candidati locali. Io sono felice, perché ho riconfermato i voti delle ultime elezioni, ho dato il mio contributo a Sinistra Ecologia e Libertà. Siamo riusciti a portare Sel al 10%. Tenuto cono che è una lista nuova e che è il partito di Vendola, è un risultato importante.”.

“Certo, mi sarei aspettata qualcosa in più, ma con due assessori uscenti candidati, con questi mostri sacri sarebbe stato troppo difficile essere eletti. Credo in questo progetto, non mi vergogno di dire che la mia è una candidatura di servizio.”.

“Non ho mai creduto che la maggioranza sostenesse Onofrio Torres. Da considerare che Bovino è stato eletto alle provinciali nella Puglia prima di Tutto. Torres è uno che vola sempre alto rispetto alle aspettative. E’ la seconda volta che accade. Per come vedo questa maggioranza che di politica mastica poco o niente, non ci sarà alcuno scossone. Al massimo Torres assumerà una posizione di minaccia.”.

“Ho sempre maturato l’idea che il percorso della Fabbrica di Nichi deve continuare. Vendola ha convocato gli stati generali delle fabbriche. Bisogna ora portare in regione l’operatività della fabbrica. Da questo momento in poi bisogna orientare la progettualità effettiva e puntare ai giovani. Lasciare i giovani liberi alla loro creatività. “.

 

SALVATORE COLELLA (Alleanza per l'Italia): “Onofrio Torres preso in giro dalla maggioranza”.

Sponsor ufficiale per Alfonsino Pisicchio (La Puglia per Vendola), lista in forza della quale è stato eletto e che è costata l’elezione all’ex presidente della provincia di Bari Vincenzo Divella, Colella esulta per la vittoria e si concede alle analisi del risultato di Onofrio Torres.

“Sarà un risultato degno, ma francamente Torres è andato al di sotto delle sue possibilità. Anzi, l’hanno preso in giro. La verità è che non c’è stata convergenza nella maggioranza. Ora, in maggioranza, non credo succederà nulla, perché questa maggioranza è carica di peones.”.

 

MARIA PIA VASTI (La Puglia per Vendola): “Il Pd ha bisogno di far emergere le personalità giuste”.

“Sono felicissima. A Bari ho preso circa 200 voti, ma lì ho tanti amici. E’ stata una bella esperienza. Sono contenta per il risultato e ringrazio Onofrio Petruzzelli che è stato un grande. Il mio è un voto di stima, sono contenta. Non credo di continuare nuove avventure in politica, la mia candidatura era tecnica. L’ha chiesta Vendola con il quale ho parlato di organizzazione sanitaria.”.

“Devo lamentare un certo ostruzionismo da parte del Partito Democratico nei riguardi della lista La Puglia per Vendola in generale, non solo nei miei confronti. Per esempio Antonello Matarrese, il segretario del Pd di Polignano, ha detto che io non faccio parte del Pd e detto pure che mi aveva offerto una tessera. Questo è falso, non è vero. Io faccio parte del direttivo del Pd. Certo ammetto di essere colpevole per non aver frequentato dopo le elezioni amministrative il partito, ma ne faccio parte. Penso che alla luce del risultato elettorale, nel Pd bisogna che emergano le personalità giuste. “.

“C’è stata molta volontà da parte di Giò Mazzone per l’apertura della Fabbrica di Nichi. Tuttavia, in quella di Bari e Monopoli ci sono più giovani entusiasti. Vorrei vedere più giovani in quella di Polignano, e sono sicura che Giò farà il possibile per avvicinarli.”.

 

GIUSEPPE DELEONIBUS (Verdi), commenta il risultato di Mimmo Lomelo.

“Alcuni uomini del mio partito non hanno lavorato per niente, anzi molti di loro hanno negato il voto a Lomelo. Parlo dei vertici storici del partito. Alcuni hanno delle responsabilità sul risultato negativo di Mimmo, soprattutto a Monopoli, ma anche a Polignano le cose non sono andate tanto meglio. Qualcuno deve andare a casa.”.

VEDI TUTTI I RISULTATI DA POLIGNANO

VEDI I RISULTATI DEI CANDIDATI ESTERNI APPOGGIATI A POLIGNANO

VEDI IL COMMENTO DI LUIGI SCAGLIUSI

Commenti  

 
#6 diaboliko 2010-04-02 01:04
Nessuno mette in dubbio la leadership del sindaco: uno che fa accettare tre consiglieri di sinistra ad AN lo dimostra.
Non condivido quanto hai detto su Torres, se conosci i fatti sai che il sindaco può essersi bruciato con le sue stesse mani. Tra qualche mese ne riparliamo.
 
 
#5 diaboliko 2010-04-02 00:55
Credo che dal voto emerge chiaramente che il centro destra a Polignano, grazie al Sindaco ed ai suoi consiglieri (ormai non sono più nostri perchè non sono più espressione del voto ma solo dell'attaccamento alla sedia) sono in minoranza e soprattutto spaccati. Stiamo alla finestra ma qualcosa succederà.
La sinistra, però, non può ridere a causa delle sue fratture multiple. Certo, riuscirà a compattarsi per scalzare l'attuale sindaco ma l'eventuale prosieguo non sarà semplice perchè i rapporti personali sono ormai logori.
Il centro non riesce a decollare perchè mentre a Polignano non scende a compromessi paga il comportamento invece equivoco del leader nazionale. Certo siamo lontani dai 1000 voti delle comunali ma ritengo che in prospettiva comunali il Centro sarà l'ago della bilancia e il tempo per costruire, visto il caos regnante, c'è.
 
 
#4 diaboliko 2010-04-01 22:21
Nel periodo in cui gli abitanti difendono il proprio territorio, vedi la Lega Nord, la nascita di IO SUD, i più grossi comuni che si impegnano a promuovere i propri candidati.....arriva la bella Polignano che da voti ai forestieri senza porsi la domande più logica: come mai spendono così tanti soldi in campagna elettorale per un posto in consiglio?
Da polignanese accetto e non condivido...purtroppo è storia vecchia.
 
 
#3 mondolibero 2010-04-01 16:10
Tutti a casa i vecchi volponi di destra e di sinistra a fare la maglia.
La sinistra a polignano si vede che è sempre unita con tanti candidati locali, tutti che vogliono una poltrona per fortuna adesso cambieranno le sedie alla sala del consiglio regionale. Polignanesi cerchiamo di fare una politaca a misura di popolo e non d'interesse.;-) :D
 
 
#2 Captatio benevolentiæ 2010-03-31 20:33
se credete con le vostre provocazioni di creare crepe nella maggioranza di questa città con mezzucci e polemiche da bar dello sport, evidentemente non avete ben chiaro che la leadership è ben salda nelle mani del sindaco.
Torres non è stato preso in giro da nessuno, sa benissimo chi lo ha appoggiato e chi ha dovuto rispondere alle chiamate dei vari partiti, il suo risultato è strepitoso, tenuto conto di tutte le varianti e che nel consiglio regionale ci sono persone che hanno preso i suoi stessi voti e qualcosa in meno.
il risultato più triste in assoluto è quello di Salvatore Colella, da candidato sindaco ad un pugno di voti. sic!
 
 
#1 elettore felice e un pò contento 2010-03-31 16:13
felice per l'elezione di Vendola, un pò contentoperchè mi aspettavo qualcosa in più verso alcuni candidati ma contentissimo perchè in parte questo voto conferma un trend di novità anche a Polignano spesso oscurata dal voto di scambio.
Lomelo dovrebbe fare autocritica prima di lanciare accuse ai suoi "amici".
Autocritica per come ha gestito la sua politica regionale guardando al sud-est barese.
Buon risultato della Centrone e speriamo finiscano queste candidature di servizio per fare eleggere sempre i soliti e ormai obsoleti politicanti che ora sono anche dentro il SEL.
La Vasti ha ottenuto un buon risultato ma, non è bello appena finito lo scrutinio parlare di tessere fatte o no, in più è assurdo sentire che il Segretario del PD vuol dare la tessera a lei (ciò significa che non figura nelle liste del PD) e lei ribatte dicendo di essere menbro del Direttivo sezionale che è presieduto da Matarrese. Ma che combina il PD a Polignano?
Ora è il momento di serrare le fila e organizzarsi.
PER UN'ITALIA MIGLIORE:D
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI