Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

CONFERENZA OPPOSIZIONE: PRONTO DOSSIER SU 'ABUSI EDILIZI'

lomelo-focarelli-vitto-mazzone-colella

Il dossier è quasi completo. Un fascicolo di carte e documenti davvero scottante, promettono i consiglieri dell'opposizione. A questo punto la vicenda assume i contorni di un giallo a puntate che fa scricchiolare Palazzo di Città, sotto i colpi ripetuti e sferrati - dopo una ritrovata unità - dal centrosinistra. Quello che resta dell'opposizione (Salvatore Colella, Angelo Focarelli, Mimmo Lomelo, Domenico Vitto, Mario Mazzone), abbandonate ora le armi della seduzione, sposa una linea decisamente più dura, adotta un metodo da inchiesta giornalistica presentando istanza formale di atti e documenti che riguardano progetti edilizi firmati personalmente dal sindaco dal 2007 a oggi. Tutto in barba al famoso art.78 del quale avevamo già argomentato la settimana scorsa a proposito del contenzioso sulla famosa tettoia di via Sarnelli.

La conferenza stampa indetta dai consiglieri dell'opposizione è pregna di carne a cuocere. Il barbecue scotta sotto la comoda poltrona del primo cittadino. I consiglieri alzano la fiamma, lascianodo appena intravedere l'osso vivo. Promettono infine, grandi scoop in un prossimo incontro.

L'EDILIZIA PRIVATA - “La politica si deve occupare dell’edilizia, però quando poi si arriva alla esclusività allora la cosa diventa patologica”. Salvatore Colella svela alcuni retroscena e aneddoti colella-salvatore-conferenzache citiamo, così come sono stati raccontati; una storia di minacce e aggressioni verbali: “Sono stato collaboratore del sindaco attuale dal 2000 al 2003, venivamo additati perchè l’amministrazione si occupava essenzialmente di edilizia privata. In quel periodo furono approvati 70-80 sportelli unici. Questa fu una deriva di allora, in considerazione che non avevamo un PIP. C’era una forte domanda sul territorio di aziende che volevano espandere e migliorare l’attività. Ora, da un fatto emergenziale, siamo arrivati a una situazione patologica dove l’attenzione di questa amministrazione è legata essenzialmente all’edilizia privata. L’amministrazione è attiva solo quando si tratta di edilizia privata. Io, per esempio, non ho assolutamente apprezzato di società edilizie che all’indomani, guarda caso una settimana dopo l’elezione di questa amministrazione comunale, sono sorte in capo a consiglieri comunali attuali, ex assessori, e anche a qualche impiegato comunale che non è più dipendente all’ufficio tecnico perché dimessosi. Queste cose sono gravi perché incidono nel tessuto sociale, sono persone che contano.”.

LITI E MINACCE NEGLI UFFICI COMUNALI - I consiglieri hanno cacciato il naso nelle carte, mentre il sindaco, stando alle dichiarazioni emerse in conferenza, li avrebbe minacciati e aggrediti verbalmente: “All’interno dell’ufficio tecnico - prosegue Colella con dovizia di particolari - abbiamo assistito a una cosa grave. Abbiamo chiesto di vedere dei progetti che mostrano dei contenziosi, e con sorpresa abbiamo notato che tutti questi progetti erano a firma del nostro sindaco. Un’anomalia quella di occuparsi perennemente di edilizia quando governa questo sindaco. Ho notato inoltre, che il sindaco oltre a essere progettista di quei lavori, è firmatario di molte decine di progetti. Quando siamo giunti all’interno dell’ufficio tecnico e il dirigente ci faceva visionare gli atti, è arrivato il sindaco, il quale ci ha presi a male parole. Siamo passati per degli spioni. Noi invece non facciamo spionaggio. Quando parlo di conflitto di interessi immaginate un sindaco che firma i progetti e dopo qualche giorno si vede arrivare la sospensione dei lavori perché li stanno eseguendo difformemente rispetto a come sono stati rilasciati, dopodiché immaginate ancora che il sindaco va a mediare col dirigente i modi e i termini con cui sistemare le cose. Nel 2000-2003 il sindaco non ha mai firmato un progetto, firmò solo una collaborazione esterna. L’arroganza spinge ora ad assumere atti che non si volevano assumere. E’ un problema di legittimità, di regolarità e rispetto. In quella stanza, il sindaco ci ha anche minacciati dicendo che doveva venire a casa mia a controllare se ci fosse qualche abuso edilizio, che dovevano andare al magazzino di Domenico Vitto, come se non ci fossero già andati, e via discorrendo. Non è stato carino. Ho visto gli impiegati comunali frastornati. Abbiamo dovuto fare un’istanza di richiesta dei faldoni di carte che non abbiamo ancora ricevuto. Noi stavamo lì solo a guardare le porcherie che lui stava facendo, si è difeso dicendo che lui (Bovino, ndr) non aveva firmato nessun progetto e che erano vecchi. In ogni caso, per quanto riguarda il lavoro pregresso, nel momento in cui si diventa incompatibili, si rinuncia all’incarico. Noi oltre a chiedere quelle documentazioni ci siamo permessi di preparare un elenco completo di tutti i progetti che il sindaco ha firmato dal 2007 fino alla data odierna.”.

Sulla sospensione dei cantieri in via Sarnelli per la realizzazione della copertura, Colella parla di pressioni molto forti a danno della dirigenza:  “Abbiamo dovuto farci sentire per far firmare al dirigente quella sospensione. Ci sono cantieri dove i controlli si fanno in maniera precisa e poi ci sono quelli che non vengono controllati, soprattutto se del sindaco.”.

PUBBLICO PRIVATO, IL DILEMMA - Focarelli parla di confine tra interesse pubblico e interesse privato ormai “inesistente”: “Noi in questi tre anni siamo stati sempre un baluardo nei confronti di un’amministrazione che ha superato il limite. La situazione di Polignano ricalca quella nazionale, laddove abbiamo un governo che cambia le regole del gioco mentre è al tavolo del gioco. I nostri rappresentanti attuali non rispettano le regole.”. Angelo Focarelli accusa l’amministrazione comunale rea di aver imposto “un fermo biologico a danno della crescita di Polignano”.

vitto-ruggieroGUIDE TURISTICHE E BIT - Domenico Vitto affronta a muso duro l’affaire guida turistica, mostrando ai presenti un flyer pubblicitario allegato all’opuscolo con l’incisione dorata del logo Sweet Homes, l’agenzia immobiliare dell’assessore al turismo, entrata nel network Asylon assieme a sei strutture ricettive polignanesi : “Il sindaco ha promesso che con il nuovo assessore il turismo sarebbe diventato il volano di questo paese. Il volano lo è diventato in realtà solo per qualcuno. L’ultima barzelletta, quella della Bit di Milano, chiude il cerchio attorno a una vicenda assurda: si è andati in fiera con questa stampa (Vitto mostra il volantino con la pubblicità dell’agenzia e delle altre cinque strutture Asylon) e dentro c’era un opuscoletto dove si pubblicizzavano solo alcune ditte del paese. Tra le società sponsorizzate c’è quella dell’assessore. Noi il turismo lo intendiamo diversamente. Bisogna rendere intanto, appetibile il paese. Bisogna investire sul paese, creare lidi, renderlo più bello.”.

Vitto non ha peli quando tira in ballo pure Ingarsia, il grafico scelto da Ruggiero per la realizzazione della guida turistica: “Conosco il grafico. Me l’aveva messo a disposizione per la mia campagna elettorale prima di passare dall’altra parte. Questo grafico era a disposizione gratuita per la mia campagna elettorale.”.

PIP, C2, PENNY MARKET - E poi ancora zona Pip, C2. Fuori dal cilindro anche il nome del Penny Market, nuovo centro commerciale, altro progetto del sindaco nel mirino dell’opposizione: “Al centro commerciale della C2, il sindaco ne ha autorizzato un altro, il Penny Market che non solo l’ha autorizzato, ma è anche progettista.”.

'IL SINDACO SOTTO RICATTO' - “Bovino ha sbagliato la prima volta, oggi ci dicono che viene ricattato…”. Lomelo fa il punto sul degrado della politica, "sempre più vittima del trasformismo...", roba per "gente che si vende in cambio di quattro lenticchie". Per Mario Mazzone non andrebbe trascurata l’annosa questione dirigenziale.

CIMITERO - Che fine hanno fatto i 2milioni di euro incassati con la vendita di loculi e cappelle senza che vi fossero state apportate migliorie al cimitero?  E' quanto si interrogano lapidari i consiglieri dell’opposizione, in particolare Colella.

A  fine conferenza, i presenti ricevono in dono un listone dei temi trattati. Alla voce edilizia si rammenta alla popolazione che stiamo assistendo “all’assurdo, e contrario al dettato legislativo, di un sindaco che firma progetti pur non potendolo fare, per espresso divieto di legge”.

Commenti  

 
#16 guerra 2010-03-14 13:26
x visitatore....credevo avreste capito di chi si tratta..com nn posso fare nomi altrimenti...il commento viene eliminato,lo sò per certo mi è già successo. un complimento davvero x cm ti 6 espresso e concordo su tutto, e mi domando chi tu sia. 6 interessante magari potremmo conoscerci e collaborare x una nuova politica..che ne pensi?
 
 
#15 diaboliko 2010-03-13 20:59
Il tutto mi sembra una boutade elettorale e niente più. Le due attuali fazioni a Polignano hanno scheletri dell'armadio: è per questo che non credo che la cosa avrà, purtroppo, seguito. Diversamente al fascicolo di Colella seguirà la risposta di Giuliani....ritengo che ambedue faranno la fine del libro di De Girardis memoria....svaniranno.
Nella conferenza stampa hanno parlato di società fatte dopo le elezioni, perchè le opposizioni non ci dicono cosa ne hanno fatto queste società e soprattutto cosa hanno fatto queste società...hanno fatto operazioni poco chiare....ditelo. Che senso ha dire le cose a metà?
Opuscolo BIT ed allegati denunciati da Vitto: è un segno della debolezza e della presenza di varie anime, ormai in rottura (malgrado vogliano far credere il contrario) nel PD. Per chi non lo sa, l'assessore collabora puntualmente con gente del PD e tra opuscoli ed allegati ce ne sono tanti. Prima di denunciare ed accusare, in vista della formazione della squadra per la sua candidatura a sindaco sarebbe bene che procedesse ad una bella scrematura.
Sulle considerazioni in generale quoto tutto quanto detto da visitatore 17 sperando che sia andato oltre: constatare non basta. A Polignano ci sono almeno due formazioni politiche e partitiche composte da persone che hanno almeno dimostrato coerenza.
 
 
#14 visitatore 17 2010-03-13 13:31
Guerra......di quale posto parli? Siamo così avvezzi a vederne tante che tutto ci scivola addosso con l'indifferenza propria di chi vede questo modo d'agire come l'unico possibile.
Si fanno le leggi....e non si rispettano. Si aggrappano ad interpretazioni arbitrarie e spregiudicate cucite su misura, forti della assenza e inadeguatezza dei controlli. Non ve ne sono più di controlli, a meno che non ricorri al TAR.
Si istituiscono organismi di controllo che non riescono a svolgere la propria funzione di controllo perchè dipendono dalla politica.
C'è confusione nei ruoli, tra quello politico, quello amministrativo, quello di controllo.....Anzi peggio, viene temuta quella intrinseca conflittualità dialettica dei ruoli, quella sana contrapposizione e confittualità tra l'indirizzo politico e la gestione: torna la teoria dei "liquidi" che assumono la forma del contenitore nel quale sono contenuti.
Altro scoglio poi non è l'assenza di idee e di principi, ma di coerenza nel momento in cui si passa all'azione, momento in cui si dimenticano tutte le belle e sane promesse fatte ed urlate in campagna elettorale. Sono stanco della maggioranza, della minoranza che siano di destra, centro o sinistra. E come me, credo anche altri sentiamo il bisogno di una nuova rappresentanza che non si colloca a destra o sinistra, che abbia come unico punto di partenza e d'arrivo la persona, l'uomo. Utopia? ... No, credo di no.. siamo in piena crisi dei valori, della politica e ciò sta minando la democrazia stessa. E per concludere, riprendendo i principio costituzionale che la sovranità è del popolo, allora popolo svegliamoci e riappropriamoci del nostro ruolo.
 
 
#13 guerra 2010-03-12 13:53
pienamente daccordo con voglia di legalità....strano nessuno abbia commentato il mio post precedente,allora ribadisco: ragazzi un consigliere ha fatto cambiare lo statuto dei concorsi interni che prevedeva un certo titolo di studio per dare il posto a suo fratello....su questo nn dite nulla?
 
 
#12 vogliadilegalità! 2010-03-12 12:59
si, secondo la nostra intelligenza si "deve" dimettere un Progettista Sindaco, specie se i progetti che pone in essere sono in conflitto con la cosa pubblica! Si chiama "conflitto di interessi" che, se pur non interessandovi affatto da 17 anni a questa parte, cmq esiste ancora e soprattutto esiste in tutte le democrazie liberali, democrazie alle quali vi richiamate!
 
 
#11 Slyver 2010-03-11 22:57
Quando l'opposizione non fa l'opposizione tutti a criticarla. Quando finalmente decide di iniziare a fare qualche iniziativa si " rimpiangono i
lunghi silenzi ". Sono sempre più convinto che i vari cip e ciop, G.Giuliani & C. non sanno quello che vogliono perchè anche loro ne hanno le scarpe piene di questa amministrazione, ma poichè sono di destra non sanno che pesci pigliare.Un consiglio: il silenzio, molto spesso è un grande e forte urlo. Quindi fate un grande regalo a voi stessi: tacete!!
Per quanto riguarda l'opposizione speriamo che sia la volta buona.
Bisogna mandare a casa questi affaristi capaci di dedicare il loro tempo a risolvere solo i loro problemi.
 
 
#10 ariamara 2010-03-11 22:39
la miccia è stata accessa........Si spegne o scoppia ???:D:D
 
 
#9 stop per cipp e ciop 2010-03-11 21:53
Cip e ciop:
1) hai ragione circa l'opposizione, io ormai non mi sento rappresentato nè dalla maggioranza nè dall'opposizione;
2)Chi punta il dito sul sindaco (no sulla persona) in quanto figura isituzionale se non lo hai ancora capito siamo principalmente NOI CITTADINI!!!
3) Ti appigli a cavilli, a noi non interessano le date etc...interessa il suo (del sindaco) operato facilmente giudicabile da NOI CITTADIN che non conosciamo tutti i dettagli come voi (politici. Permettimi di dire che siamo ormai irrimediabilmente insoddisfatti e disgustatati da questa amministrazione???
 
 
#8 Mady 2010-03-10 22:16
Hanno scoperto l'acqua calda, perche' non si sono mossi prima, cosa aspettavano, tutti sanno tutto di tutti ma cosa c'e' che li frena? Quanti sono coloro che hanno scheletri nell'armadio. Mi riferisco sia a quelli di destra che di sinistra.Il cittadino non ce la fa piu', vuole gente responsabile a rappresentarli,non i soliti magna magna che pensano a risolvere i problemi propri,dei parenti degli amici e non quelli della collettivita'. Prima di votare, non fatevi prendere dal colore, guardate il vostro paese quanto e' migliorato, o meglio dire peggiorato, non e' piu' un paese in cui la vita e' di alta qualita'. Siamo sovrastati solo da cemento e gas di scarico, fate analizzare cio' che mangiate e respirate. Dove sono i polmoni verdi nel paese? Vediamo se la scoperta dell'acqua calda porti a d ottenere risultati.
 
 
#7 Captatio benevolentiæ 2010-03-10 21:50
quando l'opposizione parla, rimpiangiamo i lunghi silenzi.
 
 
#6 Giuseppe Giuliani 2010-03-10 21:49
....ed adesso vogliamo chiarimenti......e poi fuori i faldoni dell'ex amministrazione promessi da anni da Vito Giuliani! "se esistono ovviamente!"
 
 
#5 cip e ciop 2010-03-10 20:35
Argomentazioni: zero
Proposte per il paese: zero
Iniziative: zero
Opposizione costruttiva: zero
questa è un operazione matematica denominata "Opposizione"
Dossier su abusi edilizi??? vi rendete conto delle accuse fatte dall'opposizione??? non si sta mettendo in discussione l'operato dell'amministrazione Bovino, non si sta facendo opposizione su scelte politiche... nooo... si punta solo il dito sulla persona, sul professionista Ing. Angelo Bovino... perchè è l'unico argomento dell'opposizione è questo...
qualcuno accusa il sindaco o l'ing. Bovino di non aver presentato le dimissioni e/o rinuncia dall'incarico di progettista delle pratiche presentate prima del giugno 2007... vi rendete conto... ma secondo voi e secondo la vs intelligenza, ma si può dimettere un progettista dal proprio incarico? se il progetto è già stato presentato come si può rinunciare all'incarico ricevuto... mah... tutti professori siamo diventati!!! mah
 
 
#4 guerra 2010-03-10 18:01
e che ne è di quel consigliere che ha modificato un regolamento comunale di concorso per poter mettere suo fratello sulla poltrona dell'ufficio tecnico?se stavolta vi siete svegliati, setacciate tutti gli uffici comunali, perchè ne usciranno delle belle...dimenticavo una controllatina a palazzo municipale non guasterebbe, grazie
 
 
#3 uffa 2010-03-10 17:23
Opposizione: già che ci siete, ci dite perchè non si costruiscono alberghi e spiegateci la storia, poco chiara, del cambio di destinazione d'uso...fazz a dì vavit r'sctat (scusa redazione ma rende l'idea!)
 
 
#2 stop 2010-03-10 15:36
E brava l'opposizione perchè vi siete solo decisi ora a vuotare il sacco? lo sapevate anche prima quello che accadeva o no? O fate così o saltate anche voi, e vi siete finalmente decisi. Ora fate i belli, ma non è che ne venite poi fuori così bene...
 
 
#1 uffa 2010-03-10 15:24
ahhhh...finalmente una bella notizia...speriamo che la cosa vada avanti e non venga affossato il tutto in un modo o nell'altro....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI