TORRES: 'DA VENDOLA MAI UN EURO'. PALESE: VINCEREMO NOI

torres-schittulli-palese-bovino
Onofrio Torres: 'Da Lomelo nemmeno un'opera pubblica". Schittulli sfida ancora Divella sulle piattaforme petrolifere. Palese: "Da Vendola, per Polignano, nemmeno un euro"...

“Polignano non ha ricevuto un euro in cinque anni dalla regione, se non degli spiccioli: 30mila euro per un organo, 20mila per una biblioteca.”. Onofrio Torres (i Pugliesi per il Presidente) apre ufficialmente la campagna elettorale in un bagno di folla: la platea del Vignola gremita ha atteso con ansia l’intervento, da collegamento telefonico, del candidato presidente Rocco Palese.

Torres non ha lesinato attacchi a Vendola e all’ex assessore regionale uscente Mimmo Lomelo: “Vendola è un burattinaio che sa muovere bene i fili senza farci capire nulla. Polignano era rappresentata alla regione puglia da un assessore, Lomelo, che faceva parte della giunta Vendola. Non è possibile che l’assessore di Polignano non sia riuscito a portare qui un’opera pubblica. Le uniche opere pubbliche furono portate da Felice Amodio che non è più fra noi. Da allora Polignano non ha ricevuto più niente: i 14 infermieri promessi, il treno di soldi, niente di tutto questo. Al pronto soccorso non abbiamo neppure i medici per le vaccinazioni. Sembra di stare in un campo palestinese. Abbiamo fatto uno sciopero bianco, siamo andati con l’assessore Scagliusi non so quante volte dalla Cosentino, ma probabilmente pensava ad altro”.

PRONTO SOCCORSO E DEPURATORE - Nel programma elettorale di Onofrio Torres non c’è l’ospedale: “Avere a Polignano un ospedale - ammette - non è onofrio-torres-pronto-soccorso-polignanopossibile, però è sufficiente dotare quei locali che abbiamo, un centro di diagnostica dove fare analisi, mammografie”. Al sindaco Angelo Bovino - che a proposito dei finanziamente giovanili dei Principi Attivi parla di "contentini dati ai giovani" - Torres dice: “dobbiamo spostare quel depuratore; non è possibile nel 2010 avere quel depuratore nel centro del paese e in una delle zone più belle di Polignano. “.

L'INTERVENTO DI SCHITTULLI - Il presidente della Provincia Francesco Schittulli, leader del movimento omonimo che confluisce nella lista “i Pugliesi per il Presidente” collegata al candidato Palese, ha incalzato su sanità, Divella e piattaforma petrolifera, turismo e agricoltura: “Angelo Bovino è sempre presente e porta avanti con il cuore le problematiche della città di Polignano. Torres è una persona determinata, positiva, concreta, ha addirittura conquistato le simpatie e la disponibilità del senatore Gaglione nominato nel Pd. Il movimento Schittulli si differenzia dalle altre espressioni partitiche perché parte dalla base. Torres è l’espressione della volontà dei cittadini. Polignano è un paese che io, da presidente della provincia, reputo il più bello dell’attuale provincia di Bari: finché c’era la Bat Trani era il primo, oggi Polignano è il più bel paese. Bisogna destagionalizzare e internazionalizzare il turismo. L’agricoltura, se gestita bene, dà opportunità di lavoro e di crescita. Quando la regione diventerà dello stesso colore ci daranno le deleghe”.

'VENDOLA RACCONTA POESIE' - Schittulli descrive Vendola come un cattivo padre di famiglia che non ha saputo gestire i suoi assessori, in seguito defenestrati: “In una famiglia ci sono i figli che si comportano male e il padre non se ne accorge, se ne accorge dopo. Ora si mette a fare poesie, racconta qualche favoletta, è un ottimo trascinatore ma i fatti dove stanno? La poesia non si mangia, la poesia si recita.”.

schittulli-torres-polignanoPIATTAFORME PETROLIFERE - Su Divella è un fiume in piena e lo sfida a singolar tenzone: “Aveva detto mi ritiro, ora si è ripresentato con la lista Moderati per Vendola, ma asciamo perdere. Sulla piattaforma petrolifera io lo invito ufficialmente a venire lunedì mattina alla provincia di Bari e a ritirare la delibera che lui, il 2 febbraio 2009, in piena campagna elettorale, ha adottato acquisendo il via libera del comitato, fatto da lui, sull’impatto ambientale per l’installazione della piattaforma al largo di Monopoli, la cui valutazione era stata fatta anche da Bersani Ministro nel 2006.“.

PALESE: 'VINCEREMO NOI' - Rocco Palese in collegamento telefonico canta vittoria: “Noi vinceremo le elezioni. Il 28 e 29 marzo manderemo a casa Vendola. Sono contento perché abbiamo una grossa coalizione, sei liste tra le quali i pensionati e alleanza di centro che, a differenza del 2005, sono oggi dalla nostra parte, daranno un contributo importante che ci porterà a vincere le elezioni. Dopo il malgoverno di questi cinque anni di Vendola sulla sanità, sull’acqua, rifiuti, fondi comunitari non spesi, agricoltura trascurata, anche questi partiti si sono schierati ora dalla nostra parte. Dobbiamo mandare a casa Vendola, liberare la Regione dalla sinistra, le imprese dalla gente e dalle tasse di Vendola, liberare le famiglie dalle liste d’attesa chilometriche negli ospedali, sbloccare lo sviluppo, emanare provvedimenti a favore dell’agricoltura e di comunità come Polignano che, in questi cinque anni, non ha avuto un euro da Vendola. Per questo sono sicuro che il 28 e 29 vinceremo le elezioni.”.