Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

FIRME CONTRO LA PIATTAFORMA PETROLIFERA

logo-sinistra-unita

Domenica 10 gennaio 2010 Progetto Sinistra Unita scende in piazza, a Polignano, dalle ore 10 del mattino per raccogliere le firme contro la piattaforma petrolifera della Northern Petroleum e per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Lo annuncia l’intero gruppo del movimento politico dopo settimane di incontri e discussioni sul tema petrolio e Adriatico. Modesto De Girardis è rimasto particolarmente sorpreso dalla reazione a Palazzo di Città sui recenti sviluppi di questa preoccupante vicenda. Il segretario del Pd di Monopoli, Giovanni Lacitignola nell’ultimo incontro tecnico e scientifico, per l’ennesima volta, ha invocato più collaborazione e presa di posizione da Polignano, che invece stenta ad arrivare. “Ci stiamo mettendo in contatto con Lacitignola - annuncia De Girardis ai nostri microfoni - penso che da parte delle istituzioni locali, qui a Polignano, ci sia poco interesse. Questo problema non deve lasciare spazio a scontri tra colori politici, la nostra vera ricchezza è il turismo, per questo diciamo no alla piattaforma”.

I DANNI DELLA PIATTAFORMA - Progetto Sinistra Unita domenica distribuirà volantini informativi in piazza Aldo Moro con le rivelazioni agghiaccianti di lunedì scorso, trasmesse in diretta streaming su Polignanoweb e Monopolitube, della prof.ssa Maria Rita D’Orsogna circa i danni irreversibili che il progetto scellerato della Northern potrebbe provocare lungo la riviera sul tratto compreso tra Polignano fino al brindisino.

CHIEDEREMO CONSIGLIO COMUNALE AD HOC - “Abbiamo ascoltato l’intervento preoccupante della ricercatrice statunitense. Mi aspetto ora più partecipazione anche da parte dei rappresentanti istituzionali”. Così, Modesto De Girardis anticipa che domenica il suo gruppo politico chiederà all’amministrazione un consiglio comunale ad hoc, così come quello fissato a Monopoli e previsto per l’11 gennaio prossimo: “Pare che dietro questa grossa operazione ci sia un vero e proprio business che coinvolge personaggi e affaristi. Vedremo.”.

Non è confermata ancora la presenza di Nichi Vendola domenica al sit in per la raccolta firme. “In questo momento il governatore è preso dagli impegni politici che lo riguardano, tuttavia sarà a Monopoli lunedì 11” - conclude Modesto De Girardis.

Link correlati:

VEDI ANCHE NORTHERN PETROLEUM: POLIGNANO ASSENTE, LACITIGNOLA E MUNNO CHIEDONO PARTECIPAZIONE E VIDEO CONVEGNO SUL PETROLIO

SCOPRI QUALI SONO GLI EFFETTI DEVASTANTI DELLA PIATTAFORMA PETROLIFERA

PERCHE' LA PRESTIGIACOMO VUOLE IL NOSTRO PETROLIO?

Commenti  

 
#11 vito C. 2010-01-18 14:46
Questo qualunquismo non porta a niente!! Firma se proprio vuoi renderti utile!!
 
 
#10 diaboliko 2010-01-14 22:41
Il 5 gennaio 2009 sono state recapitate le famose lettere. Nessuno sapeva ma non mi sembra di aver letto che ora che si sa qualcuno ha fatto qualcosa a chi ha "nascosto". E' chiaro che, in primis, il vostro amico Vendola ha posto le basi (mi auguro non solide) per far installare le piatteformi (leggi autorizzazioni concesse). Quello che non capisco, ora, è come mai in prossimità delle elezioni politiche fonda le proprie azioni nella nostra zona proprio sul NO alle piattaformi quando sino ad oggi nulla ha fatto, anzi (leggi gasdotti).
Gli avvenimenti su Monopoli li conosco benissimo anzi, invito tutti ad andarli a leggere così vedrete che bel futuro il vostro Vendola ci riserva. Vuoi che un ricorso fatto all'ultimo momento e fatto chiaramente per motivi propagandistici lo riabiliti?
 
 
#9 mauro 2010-01-13 18:40
dylan...se nn ti viene l'aggettivo...meglio così!!!in questo modo nn lo fai venire neanke a me sulla tua sfiducia immotivata nei confronti di alcune persone ke,senza far parte del consiglio comunale,sono riusciti ugualmente a mobilitarsi sulla questione...e nn finirà qui...nn ti preoccupare!!mentre tu ke hai fatto?!...NIENTE...
 
 
#8 Vito Carofiglio 2010-01-13 10:53
Ci si lamenta a Polignano perfino dell'evidenza che qualcuno cerca di sensibilizzare il paese su questioni talmente importanti che dovrebbero accomunare tutti. Immagino che essere disfattisti e poco informati è l'unica cosa che al signor dylan riesce bene. Se fosse realmente informato sugli avvenimenti di Monopoli saprebbe che la posizione della regione è contraria, di fatto farà ricorso al Tar. Dietro l'anonimato si nasconde come sempre la diffamazione e il qualunquismo di chi non sa.
Per chi vuole realmente indignarsi e firmare sull'argomento puo rivolgersi alla sede del progetto sinistra unita, saremo ben lieti di accettare proposte COSTRUTTIVE sulla questione.
 
 
#7 diaboliko 2010-01-13 10:40
Il comune di Monopoli non farà ricorso perchè il Sindaco Romani è dello stesso partito di Berlusconi....ergo a Polignano non se ne parla proprio per lo stesso motivo.....a Monopoli hanno avuto il coraggio di dirlo.
A marzo tireremo le somme. Il centro destra di Polignano tra inciuci imposti e menefreghismo vedremo cosa raccoglierà.
 
 
#6 diaboliko 2010-01-11 18:04
Sto seguendo il dibattito principalmente su Monopolitube dove si vede una comunità preocuppata in contrapposizione al nostro menefreghismo. Per motivi logistici di più non posso fare. Certo i colpevoli sono i due ministri che hanno autorizzato il tutto ma a livello locale cosa è successo? Possibile che arrivano le autorizzazioni e nessuno le legge per dare risalto alla cosa? Vogliamo credere ancora agli asini che volano? Può essere che il Presidente della Regione sfrutti ora la cosa politicamente a suo favore? Bovino.....campa di rendita....lascia fare agli altri e comunque è troppo impegnato a rattoppare una nave che imbarca acqua ovunque.
La raccolta di firme è un fatto positivo ma fatta da loro è....non mi viene l'aggettivo.
 
 
#5 diaboliko 2010-01-11 18:04
Sto seguendo il dibattito principalmente su Monopolitube dove si vede una comunità preocuppata in contrapposizione al nostro menefreghismo. Per motivi logistici di più non posso fare. Certo i colpevoli sono i due ministri che hanno autorizzato il tutto ma a livello locale cosa è successo? Possibile che arrivano le autorizzazioni e nessuno le legge per dare risalto alla cosa? Vogliamo credere ancora agli asini che volano? Può essere che il Presidente della Regione sfrutti ora la cosa politicamente a suo favore? Bovino.....campa di rendita....lascia fare agli altri e comunque è troppo impegnato a rattoppare una nave che imbarca acqua ovunque.
La raccolta di firme è un fatto positivo ma fatta da loro è....non mi viene l'aggettivo.
 
 
#4 Raziel 2010-01-11 17:15
Per dylan
tu sei concorde con me, ma io in disaccordo con te, il primo colpevole di questa oscura faccenda è il ministro all'ambiente Prestigiacomo, vai vedere a chi appartengono alcune quote societarie della Northern e poi, se vorrai, capirai.
P.S io mi riferivo al soggetto locale.
 
 
#3 diaboliko 2010-01-11 11:01
Concordo con Raziel, il paradosso è che la raccolta di firme viene organizzata dal partito del Presidente della regione che è il primo colpevole della situazione: un altro che non sapeva niente.
Ieri in tv la Puglia è stata la barzeletta dell'Italia per la situazione sanitaria sia sulla Rai che su Mediaset e qua si è parlato di eccellenza.
 
 
#2 Raziel 2010-01-11 01:23
Che dire l'iniziativa è lodevole ma la cosa triste è che la si lascia prendere ad un ***MODERATO***:cry: . Come al solito i politici in carica di Polignano sono troppo impegnati.............
Che paese !!!!
 
 
#1 estia* 2010-01-10 21:13
...e per chi ha letto solo ora di questa raccolta-firme in piazza? Come si può rimediare?? Grazie!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI