Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

RICONOSCIUTI I DEBITI: PD ABBANDONA AULA

opposizioneabbandona_640_x_300

Focarelli: "delibere illegittime". Il Pd non vota e prepara il ricorso.

Rinviata ancora la discussione sulla C3

 

Un consiglio comunale destinato a depositare qualche dubbio e perplessità in più, la cui legittimità è stata nuovamente rimessa in discussione da Angelo Focarelli, consigliere e capogruppo Pd, com’era accaduto sabato.

Intanto, i debiti fuori bilancio sono stati approvati, quindi riconosciuti, solo dopo che gli esponenti del Partito Democratico hanno deciso di abbandonare l’aula: Focarelli e Mazzone. Saverio Teofilo resta al suo posto e si dice favorevole ai primi tre punti.

“ATTI ILLEGITTIMI” - “Faremo il ricorso! Non possiamo arrivare in consiglio comunale in queste condizioni…”. Angelo Focarelli, a nome del suo partito, promette battaglie e solleva dubbi sulla validità degli atti in merito al riconoscimento dei tre debiti fuori bilancio. I lavori della Commissione di venerdì scorso sono andati avanti nonostante l’assenza di Simone Di Giorgio, già dimesso, e Mario Mazzone non era stato messo nelle condizioni, prima della nomina ufficiale, di potervi partecipare.

Ma c’è dell’altro: spunta anche una relazione dell’ex assessore al Bilancio Luigi Scagliusi in allegato alla delibera. “Può lavorare un consiglio comunale con il componente dimissionario? - si domanda Focarelli - Si può riunire una commissione all’interno della quale c’è un componente mancante? Il consigliere Mario Mazzone è stato messo nelle condizioni di svolgere il suo ruolo nella commissione di venerdì 20 novembre?”.

IL MISTERO DELLA RELAZIONE DI LUIGI SCAGLIUSI - Gli atti del riconoscimento dei debiti fuori bilancio, inoltre, non sono accompagnati dal parere della Commissione di Bilancio, che IMG_6821- preciserà poi il consigliere del Pd - è obbligatorio. “Questa delibera - fa notare Focarelli analizzando il primo punto (debito per la pubblicità del comune su uno speciale Fiera del Levante costata 1200 euro iva inclusa) - è un po’ datata. All’interno c’è ancora la relazione dell’assessore Luigi Scagliusi. E’ accompagnata, tra l’altro, da un’assunzione di responsabilità che non c’è. Luigi Scagliusi ha dibattuto la relazione in una discussione di qualche mese fa, e l’assessore disconobbe quella relazione. Insomma, quando un provvedimento viene spostato in consiglio comunale c’è la firma dell’assessore o quantomeno una relazione di accompagnamento. Infine, non si capisce bene chi ha commissionato questa pubblicità. In questa delibera non c’è né la lettera a cui si fa riferimento e né l’accoglimento da parte del sindaco della proposta.”.

Tornando alla misteriosa relazione, proprio il 16 maggio 2009, ricorderete, Luigi Scagliusi, all’ora titolare del Bilancio, chiese il ritiro dei tre debiti fuori bilancio, non condividendoli. Fu l’inizio delle lacerazione all’interno della giunta. (vedi articolo in fondo).

IL CASO GILBERTO GIL – Polignano non ha portato fortuna all’ex ministro della cultura carioca. Pochissime ore dopo quel famoso concerto, rassegnò le dimissioni. Il concerto ovviamente non c’entrava nulla. “Questi tre atti sono stati presentati in maniera garibaldina - prosegue Focarelli, che si scatena a fine intervento - Prima avete fatto le manifestazioni e tre giorni dopo vi hanno consegnato i manifesti – punta l’indice contro l’amministrazione e continua - Vi hanno consegnato i manifesti tre giorni dopo… il 23 luglio vi hanno consegnato i manifesti, il 22 luglio Gilberto Gil ha suonato. Come avete fatto a pubblicizzare l’evento?”.

IMG_6824NESSUNA ILLEGITTIMITA’ - “Qua atti illegittimi non se ne producono”. E’ invece, il parere del dirigente di settore, Vito Guglielmi: “Tecnicamente questo atto è stato assunto dal sindaco. Io non posso discutere quello che fa il sindaco, l’ho condiviso.”.

“Mi hanno assicurato che la commissione è assolutamente valida”. Il consigliere Onofrio Torres esprime così voto favorevole a nome della Lista Schittulli che rappresenta in consiglio da qualche settimana.

Focarelli e Mazzone abbandonano l’aula. “Riteniamo queste delibere di bilancio illegittime!” - è l’ultima eco che picchia contro i muri dell’assise. I primi quattro punti passano in tutta fretta.

LOTTIZZAZIONI IN ZONA C3 - Sul finale, il sindaco chiederà nuovamente il rinvio dell’ultimo punto per il vaglio (definitivo?) nella prossima seduta della Commissione urbanistica.  Si tratta dei nuovi lotti di case nella maglia 17, zona C3, di fronte a “Bella di Notte” per intenderci. “Chiediamo il rinvio perché - spiega Angelo Bovino - a quella richiesta e risposta che l’amministrazione aveva dato a uno dei proponenti (lottizzanti, ndr) ha fatto seguito un’altra richiesta. Cercheremo a breve di trovare una soluzione conclusiva finale, che tenga conto delle richieste e della sovrintendenza. Una verifica della congruenza della proposta urbanistica che tende a dare un miglioramento nella cessione degli standard. Ci dovrebbero essere delle aree di ritorno ai privati e viceversa, vale a dire aree cedute al pubblico a compensazione di quelle private e che dovrebbero portare a un miglioramento quantitativo e qualitativo degli standard.”.

Slitta la discussione sul punto. Vengono in mente le parole del sociologo Franco Cassano. “Il problema dei limiti da imporre allo sviluppo è come un punto imbarazzante nell'ordine del giorno - scrive il sociologo barese - la cui discussione tutti fanno slittare rinviandola ogni volta alla riunione successiva. Avviare il problema del limite significa aprire una fase culturale nuova e difficile che non sembra prossima nonostante la sua urgenza”.

SCOPRI QUANTO GUADAGNERANNO IN PIU' I REVISORI CONTABILI...

______________________

Link correlati:

MAGGIO 2009: SCAGLIUSI NON CONDIVIDE I DEBITI FUORI BILANCIO

MAGGIO 2009: INTERVISTA LUIGI SCAGLIUSI

 

 

Commenti  

 
#6 visitatore curioso 2009-11-30 21:58
Polignano, forse è uno dei pochi comuni che ha un sito che è un come un contenitore vuoto. Ritorna il problema della comunicazione, informazione, partecipazione, trasparenza, argomento che piace poco e spesso anche sottovalutato ...... L'accesso ai documenti e agli atti non è automaticamente "garantito", nel senso che per sapere se è stata presa una delibera, se è stata decisa una spesa anzichè un'altra devi fare una esplicita richiesta e motivarla: Non è sufficiente il Voler sapere, il voler conoscere......In altri comuni invece sul sito trovi l'elenco dell'oggetto delle delibere, delle determine e a volte anche il testo........ Non hai bisogno di chiedere e motivare....e neanche di essere sottoposto alla curiosità di poltici e funzionari. Certo l'informazione e la comunicazione sono importanti ma i dati, le notizie occorre anche saperli leggere, bisogna sapere cosa cercare e dove: il trucco, se così si può dire, consiste in quello. E poi la trasparenza..... la chiarezza.....
IL PIANO CASA,c'è qualcuno che si prende la briga di illustrarlo, di pubblicare su un qualche giornale i punti che lo caratterizzano: possibile che nel nostro comune non c'è un URP ?????
 
 
#5 amicidellarete 2009-11-30 14:48
Da queste tue affermazioni si evince che fai parte della casta e che sei agganciato ai vecchi sistemi. Perché non esci la testa fuori da polignano a guardare le realtà degli altri paesi europei?
La rete ti permette di controllare tutto, se l'amministrazione mettesse online i conti pubblici tu potresti controllarli si o no?
Se mettesse online le graduatorie di assegnazione delle case popolari tu potresti controllarle si o no?
Se mettesse online i bandi con relative aziende che vi partecipano, tu potresti controllare chi vince e perché vince si o no?
Questi sono solo degli esempi di come la rete è un mezzo importantissimo e di massima trasparenza. Non è utopia è il futuro.
 
 
#4 ciccio 2009-11-29 21:31
Utopia, semplice utopia...poi ci facciamo votare online?? e magari governiamo pure online
I miei figli non mangiano "virtualmente" ma cibo( quello che si tocca e poi si porta alla bocca)
altrimenti muoiono di fame.
i sistemi si combattono dal di dentro! Fatti avanti, usa pure il tuo potente mezzo(la rete)
e se la gente ti dara' fiducia ci farai vedere come ben si amministra! Il fatto e' che anche chi ci amministra adesso e' andato li' con le belle parole. esattamente come vuoi fare tu.... i fatti sono altra cosa!
 
 
#3 amicidellarete 2009-11-28 16:58
La rete è l'unico mezzo si salvezza che abbiamo da questi imbecilli. La rete permette di controllare tutto, se tu pubblichi qualcosa ci sono migliaia di persone che ti controllano.
E' il massimo della trasparenza ecco perché siamo noi gli unici a poter cambiare le cose. La tua alternativa quale sarebbe? Soccombere?
E' questo il futuro che vuoi garantire ai tuoi figli?
 
 
#2 ciccio 2009-11-27 19:08
Noi chi??? Ho visto tanta brava gente che una volta "a palazzo" è diventata peggio di quelli che criticava prima... potrei fare cento esempi!
Secondo me è il luogo che porta male.....spostiamo il comune, portiamolo sull'isolotto dell'eremita!..........
Cazzate per cazzate ,tanto vale spararle grosse!
 
 
#1 amicidellarete 2009-11-27 10:51
Frequentatori della rete RIUNIAMOCI e creiamo la vera alternativa a questa massa di incapaci. Lo stanno facendo in tutti i comuni, in tutto il mondo. Possibile che noi siamo sempre in "leggera" controtendenza???
Siamo noi gli unici che possono dare una svolta al NOSTRO paese, RIUNIAMOCI!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI