Giovedì 20 Giugno 2019
   
Text Size

SCHITTULLI A POLIGNANO PER TORRES: INTERVISTA

schittullipolignano_410_x_200

Il presidente Schittulli inaugura la sede del movimento e lancia Onofrio Torres alle regionali

Francesco Schittulli attacca Vendola e il sistema sanitario: INTERVISTA

“Onofrio Torres è molto determinato, volitivo, estremamente positivo, penso che possa essere un punto di riferimento per  questa città e credo che Polignano possa avere un consigliere regionale”. Così, il presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, nella nostra intervista esclusiva a polignanoweb.it (vedi audiovideo in basso).

Il professore e presidente nazionale della LILT (lega italiana lotta contro i tumori) ha fatto tappa a Polignano, sabato scorso, per inaugurare la nuova sede della Lista Schittulli. Un tricolore taglia in due il tondino bordato di azzurro e al centro del simbolo il nome del presidente a caratteri cubatali, indice della politica leaderista dei nostri giorni. In via Principe di Napoli 23, il simbolo del movimento, che colorerà l’avventura del consigliere Onofrio Torres alle prossime regionali, ricopre l’intera facciata, impossibile non farci caso. Com’è impossibile non notare, tra il pubblico e curiosi, la presenza per l’occasione inaugurale, dove si è parlato molto di elezioni regionali, di rappresentanti dell’amministrazione comunale: da Beatrice De Donato a Fabio Colella.

SANITA’ IN PUGLIA “CON FITTO NESSUNO SCANDALO” - Schittulli ha attaccato duramente l’operato della Regione Puglia governata da Vendola e assicurato il proprio appoggio al centrodestra per le prossime elezioni regionali della primavera 2010. Nella nostra intervista: “Dobbiamo stanare la regione che è latitante sugli aspetti legati al lavoro”- e ancora, osserva - “non c’era mai stato uno scandalo della sanità in Puglia con la precedente gestione di Raffaele Fitto…con la gestione nuova certamente non accadrà più”. Per la gestione nuova, il centrodestra ha scelto il magistrato Stefano Dambruoso candidato presidente della Puglia, che piace tanto anche a Schittulli per il quale, essendo un magistrato, dovrebbe essere una garanzia: “E’ persona di spessore - sottolinea il presidente - è un magistrato, e già questa è una garanzia...lui non appartiene ai politici, è una persona esterna”.

IL COMIZIO DI POLIGNANO - Al primo comizio di Polignano tenuto nel maggio del 2009, Schittulli era sul palco con Tato Greco e il primo cittadino Bovino: “Faceva freddo e la piazza non era gremita… - ricorda alla nostra domanda il presidente, che però fa notare – “mi sono sciolto e mi ha portato fortuna”. schittulliintervista3

Ancora su Polignano, durante la serata, Schittulli ha detto di aver avuto modo di consolidare i rapporti con Angelo Bovino: “avevo paura che una volta eletto consigliere provinciale non fosse presente in consiglio. Invece, affronta le problematiche di Polignano. Polignano è il punto di riferimento turistico. La Regione deve dare quello che Polignano merita in campo sanitario. Per lo sviluppo turistico che ha, deve garantire i massimi livelli sanitari, non soltanto d’estate”.

TORNA LA QUERELLE SULLE DEREGHE - Schittulli ha riaperto una vecchia questione tanto cara al suo predecessore, Vincenzo Divella, che pure si era contrapposto all’ente regionale nonostante la vicinanza politica: “La Provincia di Bari, così com’è ora, non conterebbe nulla. La Regione deve dare le deleghe alla Provincia. Questa è una sfida per me, perché ora chiameremo i sindaci a fare asse con la Provincia. Il lavoro è uguale alla sofferenza, per chi è diversamente abile e chi sta in uno stato sociale mortificato…l’età media della vita si allunga, si arriva ora a 80, 90 anni, fra dieci anni si arriverà a superare i 100 anni di vita. Agli anziani dobbiamo garantire livelli accettabili di dignità umana”. Infine, Schittulli dice basta a quelli che chiama “carrozzoni e alle burocrazie parallele” dove si distribuiscono favori.

Infine, spiega, “ho voluto come assessore ai servizi sociali non chi mi avevano indicato, ma uno diversamente abile. Nel mio movimento vorrei persone al servizio della gente. Ogni martedì dalle 15 alle 23 mi troverete alla Provincia. Dovete considerare la Provincia una casa aperta ai vostri bisogni. Chiedo a voi il vostro aiuto: aiutarmi, sostenermi ma soprattutto vi chiedo di controllarmi!”.

DOPPI SENSI POLITICI - A fine serata si fa anche dell’ironia sul caso Marrazzo: “a noi ci piacciono le donne!” ha osservato qualcuno. All’esterno, all’oscuro dai riflettori e dal dibattito, si vociferava che questa sia una “fase politica di trans-ito”.


_____________________

Link correlati:

VEDI ANCHE SCHITTULLI: "COI MENZOGNERI NON MI CONFRONTO" - LITE SULLE DELEGHE - VIDEO COMIZIO E ARTICOLO

COMIZIO DIVELLA ALLE PROVINCIALI CONTRO SCHITTULLI

VEDI ANCHE DIVELLA DISPONIBILE A CONFRONTO CON GIUNTA PROVINCIALE SCHITTULLI

VEDI ANCHE ONOFRIO TORRES ALLE EUROPEE

Commenti  

 
#1 freemind 2009-11-11 16:01
il prof. schittulli che con la sua professionalita' ha salvato tante vite , merita stima e rispetto al di la' dei colori politici, per questo penso che anche in politica si dovrebbe attorniare di personalita' politiche di alto livello , scevri da giochetti meschini di potere o irrispettosi dell'assioma che "la legge è uguale per tutti" e non credo che l'ingegn. bovino sia la persona migliore nella sua giunta proprio per quanto detto prima, anzi..., ma diamogli il tempo di conoscerlo o facciam qualcosa per avvisarlo o riferire l'indicibile
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI