Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

LUIGI SCAGLIUSI NELL'UDC: INTERVISTA 1

scagliusiluigilomeleallegro_410_x_200

Intervista esclusiva a Scagliusi: "Innanzitutto sono un liberale. Invito i giovani ad avvicinarsi per accrescere la forza delle idee"

Luigi Scagliusi e Angela Lomele nell'Udc

La notizia esclusiva pubblicata ieri pomeriggio su Polignanoweb ha generato già un immediato tam tam di voci e valutazioni a caldo, in città. In realtà, il passaggio dell'ex assessore al Bilancio, Luigi Scagliusi, nelle fila dell'Udc è il traguardo di un lungo percorso di meditazione e ponderazione che affonda le radici in quelle notti dei lunghi coltelli dell'estate 2009 conclusesi con il discusso rimpasto di giunta. Ma forse anche prima, in conseguenza ai cambiamenti politici che corrono in Italia da diverso tempo.

Emergeranno, dall'intervista che segue, divisa in due parti (pubblicheremo la seconda domani) alcuni spunti di riflessione su come si sta evolvendo rapidamente lo scenario della politica nazionale e locale, e sul rapporto tra giovani e politica, nonchè su scandali giudiziari e magistratura. "Il Pdl, anche a Polignano - preciserà più avanti Scagliusi - tiene fuori i cittadini dalla vita politica, anche gli stessi militanti..."

 

Allora è giunto il momento di sciogliere quella che potremmo definire la sua riserva politica?

"Credo proprio di sì. Ho atteso che i tempi fossero maturi, che la mia riflessione fosse compiuta. La scelta di aderire all’UDC è stata soppesata e meditata a lungo".

Perché l’UDC?

"Innanzitutto io sono un liberale. E lo sono di là dalle connotazioni partitiche, per cultura, pensiero e valori. Oggi ritengo che il quadro politico sia in divenire. Quanto sta accadendo, anche in termini giudiziari, è indicativo di come in Italia la classe politica non sia matura. Come, purtroppo, nel nostro Paese i cambiamenti politici avvengano solo attraverso la magistratura. Ciò dimostra che il potere politico non è in grado di autogovernarsi, come avviene per altri poteri dello Stato. E’ quanto accaduto per “mani pulite”. Credo che in questi termini vada posta la questione morale. Per rispondere alla sua domanda perché l’UDC? Perché nel panorama politico che si sta delineando, a mio avviso, l’UDC rappresenta – soprattutto dopo le fuoriuscite di questi anni, in particolare in occasione delle scorse politiche – un centro di gravità della democrazia in Italia.

Oggi la questione più dibattuta – oltre alle escort, ai gossip e agli scandali – nella politica nazionale è purtroppo la forma/scrittura del partito, anziché discutere dei problemi veri del Paese. E’ indubbio che i partiti secondo la concezione classica non siano più aderenti alla realtà; si veda a riguardo lo scontro politico tra Fini e Berlusconi, speculare peraltro a quanto avvenuto dalla parte opposta tra Bersani e Marino. A ciò, si aggiunga l’attuale sistema elettorale, quello che io definisco un “golpe”: la spaccatura tra a politica e la società non è poi così difficile da spiegare. Oggi l’UDC, dopo lo strappo “dall’azienda PDL”, sta cambiando nella struttura e nella sostanza. Non solo ma i valori fondanti del partito si sono via via sempre più aperti alle istanze moderate e liberali provenienti dalla società civile che non si riconoscono né nel berlusconismo né negli epigoni del vecchio PCI, dove la componente centrista incontra sempre più maggiori difficoltà ad esprimersi. Non è un caso che un liberale di tempi non sospetti come Montezemolo abbia strizzato l’occhio a Casini”.

Quindi voglia di nuovo o ritorno del vecchio?

“Le cose non si ripetono mai allo stesso modo. Nello stesso letto del fiume non scorre mai la stessa acqua. Oggi credo che la classe politica italiana debba evolversi ed emanciparsi dalla fase di passaggio dalla prima alla seconda Repubblica, per la stessa sopravvivenza e credibilità delle istituzioni democratiche. C’è necessità di una nuova legge elettorale che faccia crescere la democrazia. I partiti devono rivedere la loro struttura, diventare flessibili e aperti in uno scambio continuo con la realtà. Occorre che si crei un continuo ricambio generazionale della politica. Solo così il nostro Paese avrà un futuro e potrà crescere”.

NELLA SECONDA PARTE DELL'INTERVISTA - "Oggi l’UDC a Polignano rappresentata da chi è rimasto dopo i noti cambiamenti...il tentativo di ricambio generazionale della politica locale. Rivolgo un invito a tutti, soprattutto ai giovani..."

LEGGI ANCHE LA SECONDA PARTE DELL'INTERVISTA A LUIGI SCAGLIUSI

Commenti  

 
#27 Giuseppe Giuliani 2009-11-14 22:11
Che paura non sapevo che a Polignano eravamo messi così male, comunque quando vi incontrate cari( mafia e combattenti vari) attenti ancora scatta l'aguato con lupara e relative vendette trasversali, non si sà mai!!!!!!
Attenti a parlare di cose che non conoscete, la Mafia è una cosa molto seria e non confondiamo reali problematiche con situazioni che fanno vergognare l'intera Italia in tutto il Mondo e migliaia di famiglie piangono ancora i loro figli e molti di loro erani vittime innocenti!
 
 
#26 antonio-43 2009-11-14 21:28
Caro omonimo, dammi il tuo cell o lunedì prossimo ci troviamo vicino al Bar Commercio vicino alla stazione. Fammi sapere che segnale mi farai e mi farò conoscere. Uso queste precauzioni per tanti motivi perchè la mafia non regna solo in Sicilia, ma esiste anche a Polignano. Se sarete d'accordo con me ci riusciremo senz'altro ha sconfiggerla. Bisogna solo organizzarsi in silenzio,democraticamente e nella massima legalità. Amico caro, se loro riusciranno a conoscerci prima di presentarci noi sono sicuro che saremmo fritti entrambi. Ricordati che la mafia regna dove c'è il potere economico, stiamoci attenti perchè in giro ci sono molti soggetti furbi e viscidi. Prima ci organizzeremo per bene nella massima legalità, poi democraticamente e con la massima trasparenza (con coraggio) lotteremo i potentiiiiiii!!!.....Grazie che siamo con le stesse idee, ciao.
 
 
#25 chicombattelamafia 2009-11-13 14:31
bravissimo chicombatteveramentelamafia, hai colto pienamente il senso delle mie affermazioni, il ns. non sarà un partito ma un movimento. Voglio incontrarti di persone per discutere di questi argomenti dimmi come possiamo fare (dobbiamo essere pronti alla prossima caduta della giunta). Ciao
 
 
#24 luisi 2009-11-10 14:30
bravo........ concordo in pieno con chicomb. se tutti la pensassimo così ce ne sarebbero di cose costruttive nel nostro paese... Vittoria
 
 
#23 antonio-43 2009-11-10 11:41
Caro omonimo e caro Barrister, condivido in pieno le vostre idee. Sinceramente sono orgoglioso e felice che in giro c'è gente che la pensa come me. Nessuna guerra o battaglia si vince se a capo non c'è un buon generale con le p....sotto. Basta con le parole, basta con i sottintesi, basta con la vigliaccheria cerchiamo di riunirci, conoscerci ed organizzarci per un risorgimento veramente democratico leale e sincero. Lasciamo da parte chi si spaccia come giornalista e chi crea i girotondi, il nuovo mondo, la nuova vita per noi e per i posteri la faremo girare noi con giustizia, logicità e lealtà nei confronti di tutti i cittadini. Non saremo un movimento politico, ma una squadra che quotidianamente combatterà per la difesa dei diritti del cittadino debole, per la difesa del nostro territorio e per la salvaguardia dell'incolumità proipria e delle nostre famiglie. Se ho sbagliato nel pensarla in questo modo correggetemi. Grazie un vostro amico carico di sentimenti e valori sani....
 
 
#22 Barrister 2009-11-09 22:13
la protesta storicamente non porta a nulla se non è guidata da elementi che "combattano" dall'interno. Non farmi scomodare la rivoluzione francese per dire che persino le rivoluzioni di massa più importanti dal punto di vista storico hanno condotto ad un periodo di restaurazione (Napoleone). All'orizzonte non si vede nulla d'interessante e di concretamente realizzabile. I magistrati? visto a cosa ci ha condotto "mani pulite" meglio lasciar perdere. I girotondi? lasciamoli ai nostri figli. Su certi giornalisti e comici meglio far calare un velo pietoso. Movimenti dal basso? se non c'è una aggregazione su valori condivisi (certamente non solo sulla giustizia) meglio lasciar stare perchè ci sono questioni di ordine etico ed economico (ad esempio) che dividono la nostra società più che la giustizia. Comunque se come dici ci sarà qualcosa d'interessante vedremo. In bocca al lupo.
 
 
#21 chicombattelamafia 2009-11-09 18:09
Caro Barrister per cambiare realmente le cose devi creare un movimento trasversale nuovo, senza nessun apparentamento con nessuno di questi MORTI partiti. Se ti apparenti con loro sei fia voglia di cambiamnito, non hai speranze di cambiare. Oggi nell'aria c'è unento che però non si sposa con nessun partito politico.
Vedrai che a breve arriverà un nuovo vero movimento, che partirà dal basso con delle idee rivoluzionarie e che travolgerà questa classe politica da quattro soldi.
Leggi le proposte dei partiti, sono tutte uguali, sono vuote, solo parole messe lì giusto per riempire la testa alla gente. Non hanno idee.
Comunque abbi fede, il movimento arriverà e ti accorgerai tu stesso di cosa sto parlando.
 
 
#20 passione 2009-11-09 18:00
quindi ?........diamo ancora più fiducia ai..4 gatti, sicuramente hanno molto da insegnare ai Potenti, ancora alla ricerca di una proria Idendità Politica..;-)
 
 
#19 Barrister 2009-11-09 13:48
Caro Combattente, la lotta si effettua dall'interno dell'apparato politico/amministrativo e non già trincerandosi dietro sterili proclami. Tuttavia per poter svolgere una efficace azione è necessario acquisire il consenso da parte di tutti coloro che sperano ancora che ci possa essere una possibilità di cambiamento. Credere che Luigi Scagliusi possa intervenire da Polignano per risolvere i problemi della Sicilia di Cuffaro è una illusione che non porta a nulla. D'altra parte i "casini" ci sono in tutti gli schieramenti politici, nessuno escluso e tra qualche giorno ne avrai la dimostrazione.Su base locale, da quel che leggo, credo che i "quattro gatti" dell'UDC abbiano le carte in regola per proporre alla cittadinanza una valida alternativa visto che senza "gestire" alcun potere riescono a acquisire consenso. Vuoi vedere che a Polignano il potere logora chi ce l'ha? forse è il caso di pensare di mandare a casa chi gestisce la cosa pubblica per sistemare i propri affari, fratelli e parenti vari. Cosa ne pensate?
 
 
#18 chicombattelamafia 2009-11-08 01:46
Come mai il mio secondo commento non è stato pubblicato???

Comunque visitatore credi veramente in ciò che dici o stai raccondando una barzelletta? Scagliusi spodesterà Casini dall'UDC....uhauhauhauha Il grande Totò sai cosa ti risponderebbe: "Ma mi faccia il piacere, se ne vada!!!"
Se queste sono le vostre speranze stiamo messi proprio bene.
 
 
#17 un ulteriore amico 2009-11-07 21:24
plaudo ed invito altri a farlo a battere le mani per la grande capacità creativa e fantastica del nostro caro Visitatore.
....e sicuramente non finisce qui...aspettiamoci altre barzellette
 
 
#16 visitatore 2009-11-07 19:44
Caro combattende, ma LUIGI è un giustizziere....il suo ruolo nell'UDC sarà
quello di dare una bella ripulita....come ha fatto con la TRICOM nel nostro
comune e stai pur certo che al suo LEADER Casini troverà il modo per
spodestarlo diventando lui il segretario nazionale.....
Grande Luigi!!!!!!!!!!!!!
 
 
#15 chicombattelamafia 2009-11-07 19:35
Caro centomani, credi che la politica locale sia tanto diversa? Cosa vediamo da 20 anni a questa parte, solo giochi di potere, inciuci. Perché chiunque sia riuscito ad entrare nella sala del potere, poi cerca in tutti i modi di non uscirne più? Ci sarà pur qualcosa di strano.
Polignano ha bisogno di un nuovo movimento che si distacchi copletamente da questa cloaca di partiti che ormai sono MORTI!!!
Se aderisci ad un partito significa che ne condividi tutto e non riesco ad accettare che Scagliusi sopporti la presenza nel suo partito di quella gente.
 
 
#14 centomani 2009-11-07 19:21
caro combattente, Luigi si riferisce alla realtà locale, tutto quello ke dici sarà sicuramente vero se teniamo conto ke il 75% del parlamento ha problemi con la giustizia, Di Pietro compreso, tant'è ke avrei una proposta da fare per eliminare escort , trans e droga dalle strade, basta raddoppiare i parlamentari.
ti saluto
 
 
#13 passione 2009-11-07 18:37
stamattina leggevo un articolo su di un giornale locale, che mette in evidenza, lo scarso Valore Politico, costantemente proclamate durante questi anni....ed annullarlo completamente, solo per una ripicca personale.
L' U D C apre le sue porte a tutti i moderati, ed e' questa un occasione da non lasciarsi sguggire. Amici, Compagni, l'importante è guardare al Centro, sarà questo il nostro motto per essere considerati.
Come è facile svestirsi della propria casacca, quando si ha bisogno di una nuova visibilità,......ma è molto facile credere che la gente ,gli elettori sono ancora degli stupidi.....da non capire che in questo modo si va incontro solo ad un ancora più larga e numerosa confusione, tipica del governo Prodi.
:cry::cry::cry:
 
 
#12 ulteriore amico 2009-11-07 18:06
e quale sarebbe questo inciucio di cui tu parli....??
ecco perche' lo chiedevo all'utente77
 
 
#11 diaboliko 2009-11-07 11:01
Non fare domande a cui non ci sono risposte certe. Ho ascoltato venti motivi diversi del siluramento a seconda delle persone a cui venivano date le risposte. La verità è che Luigi non ha accettato l'inciucio del Sindaco fatto senza alcun logico motivo ed accettato senza batter ciglio dagli altri del centro destra.
 
 
#10 chicombattelamafia 2009-11-07 09:16
Luigi ma come fai ad aderire ad un partito che vede ancora tra le sue file un certo Totò Cuffaro, condannato a 5 anni per favoreggiamento alla mafia?
E che vede partecipe ancora:
- Bonsignore Vito, 2 anni per tentata corruzione appalto ospedale Asti;
- Cesa Lorenzo, arrestato nel '93 dopo un periodo di latitanza, viene condannato nel 2001 con l'ex ministro Gianni Prandini a 3 anni e 3 mesi per corruzione: ha ammesso tangenti da centinaia di milioni per appalti Anas. Ma nel 2003 la Corte d'appello di Roma annulla la condanna per un vizio tecnico: il pm aveva svolto funzione di gup. Così scatta la prescrizione;
- Drago Giuseppe, condannato dal Tribunale di Palermo a 3 anni e 3 mesi per peculato e abuso per aver svuotato nel '98, quand'era presidente della Regione Sicilia, la cassa dei fondi riservati, portando via i 230 milioni di lire ivi contenuti;
- Mannino Calogero, condannato in appello a Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa. Poi la Cassazione ha annullato la sentenza per difetto di motivazione e ha disposto un nuovo appello. Mannino però ha invocato la legge Pecorella, che abolisce l'appello in caso di proscioglimento;
- Romano Saverio, il sottosegretario al Lavoro, indagato e poi prosciolto nel caso Guttadauro-Cuffaro per mafia e corruzione, è di nuovo sotto inchiesta per concorso esterno dopo le accuse del pentito Francesco Campanella;
- Sodano Calogero, 1 anno e 6 mesi per abuso d’ufficio per favorire costruttori abusivi.

E questo sarebbe il nuovo che avanza? Questo sarebbe il partito che dovrebbe cambiare le sorti del paese?

Poveri noi.......
 
 
#9 un ulteriore amico 2009-11-07 00:35
Utente... io non riesco ancora a capire i motivi del Siluramento di Luigi dalla carica di Assesore al Bilancio, non comprendo i motivi,di esaltarlo, osannarlo, ringraziarlo per l'impegno assunto e per il suo tenace lavoro svolto durante la... permanenza nel palazzo di città,(proclami assunti dai tuoi amici in Consiglio Comunale), per poi scaricarlo, ma senza accennare ad alcun motivo relativo sulla decisione assunta.
Utente....tu che sai tutto di tutto, potresti delucidarmi in merito
un altra cosa.....bene hanno fatto, i nuovi proclamati amici(compagni)di Partito a ricredersi a vicenda
:-):-):-):
 
 
#8 Utente77 2009-11-06 17:24
Luigi...tagliati quel beccuccio, sembri Ugo Ruffolo di "Mi manda Raitre" ;-)
A parte gli scherzi, ti faccio tanti auguri per questo tuo nuovo sodalizio politico.
Mi fa favvero piacere che tu sia stato capace di far ricredere sul tuo conto, i tuoi nuovi compagni di partito...che fino a poco tempo fa non erano propriamente entusiasti del tuo operato.
Complimentoni a tutti!!
Un caro saluto.
Antonio Sardano
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI