Mercoledì 08 Luglio 2020
   
Text Size

Pum, Forza Italia consegna le firme della petizione popolare

pellegrini

Domenico Pellegrini: “Aspettiamo il Consiglio comunale su questo punto”

Forza Italia ha consegnato le firme raccolte con la petizione popolare per chiedere le modifiche del Pum. Nella mattinata di lunedì scorso, infatti, il segretario di FI Franco Bianco, il vice segretario di FI Onofrio Torres e il rappresentante del comitato cittadino No Pum Antonio Ritoli si sono recati al comune di Polignano per protocollare le firme della petizione e un documento con il quale è stato chiesto un consiglio comunale specifico sul Piano della Mobilità Urbana.

Intanto, in mancanza di altri documenti ufficiali, il Pum è entrato in vigore dal 1° giugno. E con il Pum, per Forza Italia sono nuovamente entrate in vigore tutte le discriminazioni che ci sono tra i residenti polignanesi del centro e quelli delle periferie e delle contrade.

“Noi abbiamo mantenuto le nostre promesse e abbiamo presentato le firme – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – perché riteniamo che questo Pum non sia funzionale ai bisogni di tutti i polignanesi. Con le firme abbiamo protocollato anche una nostra soluzione e la richiesta di un consiglio comunale specifico. Non bastano più i proclami e gli slogan, non bastano più le parole rassicuranti dell’amministrazione perché questa sarà l’ennesima estate con questo Pum. I cittadini sono stanchi di essere presi in giro. Noi abbiamo suggerito la nostra soluzione, che è scaturita dagli incontri che abbiamo avuto con i cittadini polignanesi. Nelle fasce orarie che vanno dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 la sosta in centro deve essere garantita a tutti i polignanesi, anche a quelli residenti nelle contrade o nelle periferie”.

“Nonostante le rassicurazioni dell’amministrazione che avevano promesso di attuare un Pum migliore per quest’anno ci ritroviamo sempre con lo stesso pasticcio – spiega il segretario di Forza Italia Franco Bianco. Sarebbe stato meglio rinviare all’anno prossimo l’entrata in vigore del Pum, così come hanno dichiarato alcuni consiglieri di maggioranza. E invece, approfittando di un momento iniziale di confusione, ecco che l’Amministrazione continua a non ascoltare i suoi cittadini. Noi continueremo comunque la nostra battaglia. La petizione messa in atto da Forza Italia e dal comitato cittadino No Pum è stata fermata dall’emergenza sanitaria del coronavirus. Se non ci fosse stata la pandemia, noi avremmo continuato a raccogliere le firme. Tanti cittadini hanno espresso con forza la volontà di modificare il Piano della Mobilità Urbana, è bene che l’amministrazione ascolti questa volontà popolare. Adesso – conclude Franco Bianco – aspettiamo che venga convocato il consiglio comunale con questo punto all’ordine del giorno”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI