Venerdì 29 Maggio 2020
   
Text Size

La “fase 2” non vale per alcuni dipendenti comunali

pellegrini

Alcuni settori in attesa di autorizzazioni

L’epidemia di coronavirus ha paralizzato anche la pubblica amministrazione. Lo afferma il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia, che in questi giorni ha ricevuto tante segnalazioni da parte di cittadini che hanno lamentato proprio l’immobilismo della macchina amministrativa. Licenze edilizie, autorizzazioni all’apertura di un’attività, domande, nulla osta o permessi di qualsiasi tipo pare siano quasi del tutto ferme, o procedono con molta lentezza. Molti dipendenti comunali lavorano da casa in smart working, il che rallenta l’iter delle procedure. Così, le pratiche comunali stanno procedendo a passo di formica.

“Alcuni cittadini si sono rivolti a noi per segnalarci problemi e difficoltà, in particolare sulla lentezza delle pratiche. – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – Infatti, alle domande dei cittadini è stato risposto che l’organico è sottodimensionato, a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

In realtà, il provvedimento del Governo non legittima la sospensione dell’attività dell’amministrazione o il rinvio di una pratica che può essere conclusa, specialmente se quest’ultima arriva da una motivata istanza presentata da un cittadino o da un’azienda. Tuttavia i disagi sono molti e ancora in corso, come riportato dai tanti professionisti e cittadini che hanno interpellato l’amministrazione per il rilascio di alcune autorizzazioni o per la richiesta di alcuni documenti. Dalle indicazioni che mi sono state riferite dai cittadini, pare che ci siano problemi di personale in servizio. Pertanto, procederemo con una interrogazione comunale, con l’intento di sapere con certezza quante unità sono in servizio per rispendere alle esigenze dell’utenza.

In questo momento, con la Fase 2 già avviata, è importante tornare ad essere operativi al 100%. altrimenti si corre il rischio di danneggiare l’effetto della ripresa. A proposito di ripartenza e di Fase 2, pare inoltre che non sono state predisposte visite mediche dal 2019 per i dipendenti.

Anche questo aspetto sarà oggetto della nostra interrogazione – conclude Pellegrini – Ci auguriamo che l’amministrazione fornisca le risposte alla nostra interrogazione, ma soprattutto che si attivi per riprendere il normale funzionamento della macchina amministrativa”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI