Martedì 07 Aprile 2020
   
Text Size

Emergenza Coronavirus, il consigliere Di Giorgio dona il gettone di presenza

di giorgio

Il consigliere comunale Antonello di Giorgio ha deciso di donare il proprio gettone di presenza dei consigli comunali per l’anno 2020 sul conto corrente istituito dalla regione Puglia per una raccolta fondi a supporto del sistema sanitario regionale per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. La notizia è stata data dal diretto interessato che a sua volta invita i suoi colleghi a fare lo stesso, “in questo momento particolarmente difficile per tutti, chi è più fortunato almeno dal punto di vista economico non deve sottrarsi ai doveri solidaristici nei confronti della comunità. E la politica deve fare il suo ruolo di Istituzione per i cittadini. E mi aspetto che lo facciano tutti gli altri consiglieri. E poi la giunta che percepisce uno stipendio mi aspetto faccia di più...” Le parole del consigliere Di Giorgio.

Dunque anche la Puglia sta dando la possibilità a tutti di poter intervenire economicamente per supportare il sistema sanitario per fronteggiare l’emergenza coronavirus. E’ stato istituito dalla protezione Civile, che curerà i versamenti, un conto corrente unico sul quale convogliare le raccolte di fondi già avviate e che resterà aperto per tutti coloro che dall’Italia o dall’estero desiderino fare una donazione.

Intanto si invita la cittadinanza a seguire rigorosamente le disposizioni del Ministero della Salute e le direttive del comune di Polignano a mare. “cercate di uscire solo per necessità – i consigli di Di Giorgio – per fare la spesa o per lavoro. Il momento è difficile ma se seguiamo le direttive potremo tornare alla vita di tutti giorni il prima possibile.” “A proposito di questo vorrei segnalare anche la situazione dei medici di base – continua Di Giorgio – costretti a lavorare senza dispositivi di protezione, se la situazione rimane questa i medici di base non saranno più in grado di garantire alcune attività importanti, come l'assistenza domiciliare integrata”.

Non si registrano casi in paese e questo è un dato che può, relativamente far stare più sereni i cittadini ma che comunque non bisogna abbassare la guardia. In caso di zone affollate è obbligatorio mantenere la distanza di circa 1,5 metri di distanza, la mascherina deve essere usata solo da chi ha sintomi influenzali, come tosse o raffreddore. Chi invece è sano non deve usare nessuna mascherina.

E’ obbligatorio lavarsi le mani frequentemente, e usare dei prodotti a base di alcol quando si è fuori casa. In caso di starnuto o tosse è meglio usare il gomito del braccio, e utilizzare fazzoletti monouso da gettare appena utilizzati.

donazioni covid

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI