Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

UNESCO: INTESA PER UN TAVOLO

francomanciniunesco

POLIGNANO E L'UNESCO: MIMMO RUGGIERO E' DISPONIBILE AD AVVIARE UN TAVOLO DI CONCERTAZIONE

Dimissioni Di Giorgio: la Primavera in Movimento di Franco Mancini delusa dai metodi. "Noi facciamo opposizione costruttiva"

 

Polignano patrimonio Unesco? C’è un’intesa. “Abbiamo consegnato quel famoso documento nelle mani dell’assessore al turismo Mimmo Ruggiero, il quale si è mostrato ampiamente disponibile ad avviare un tavolo di concertazione per il riconoscimento Unesco”.

Il documento di cui parla Franco Mancini, responsabile del direttivo locale del partito di Divella, Primavera in Movimento è il comunicato inviato tempo fa all’indirizzo dell’amministrazione comunale. Tra i punti in agenda, c'è anche l’ambizioso marchio internazionale. Tra l'altro, già ieri sera, Nuccio Altieri, assessore provinciale al turismo, ha esortato le istituzioni e la comunità a crederci fino in fondo.

OPPOSIZIONE COSTRUTTIVA - Prima del rimpasto di giunta, qualcuno ha ventilato l'ipotesi Franco Mancini in maggioranza con il centro-destra. “Noi facciamo un’opposizione costruttiva - insiste Mancini - qualcuno non gradisce i nostri comunicati, lo so, ma che piacciano o meno, noi vogliamo proporre a questa amministrazione le nostre idee. Siamo un filo diretto tra istituzione e cittadini. L’ultimo documento l’abbiamo protocollato il 13 ottobre. Questo non significa che noi abbiamo pensato di passare al centro-destra. Noi seguiamo la linea del nostro presidente Divella, siamo al centro-sinistra e siamo stati fedelissimi a Simone Di Giorgio, che ieri ha lasciato il consiglio comunale”.

LE DIMISSIONI DI DI GIORGIO - A proposito del consigliere PD, il direttivo della Primavera tiene a sottolineare di non aver gradito i metodi. Onofrio Pappalepore, uno degli adepti del movimento non condivide le modalità attraverso le quali l’ex sindaco si sarebbe dimesso: “Partiamo dal presupposto che noi siamo stati sempre fedeli a Di Giorgio. Con i nostri 400 voti alle ultime amministrative ci saremmo aspettati un trattamento diverso. In questa decisione noi ci siamo sentiti assolutamente esclusi. Ci hanno convocati a fatti compiuti, solo due giorni prima della conferenza stampa. Oltre a non condividere le dimissioni - per noi che non ci sentiamo rappresentati in consiglio comunale Simone Di Giorgio era un punto di riferimento - non accettiamo il metodo”.

Si dice rammaricato, Franco Mancini: “Nel 2007 abbiamo perso le elezioni con Di Giorgio. Noi siamo esclusi dal consiglio comunale per essere fedeli a Di Giorgio. E’ un fatto di rispetto nei confronti di chi ha portato acqua al mulino”.

____________

VEDI ANCHE COMUNICATO DELLA PRIMAVERA IN MOVIMENTO

VEDI NUCCIO ALTIERI E POLIGNANO UNESCO

Commenti  

 
#5 vogliamoci bene 2009-10-18 15:38
ma una lama im piena ha fatto in modo che il mulino fosse raso al suolo...ed adesso ?....Centro Destra ?;-);-)
 
 
#4 visitatore 2009-10-18 14:25
Bravo Mancini con questo articolo contro l'opposizione, cioè i tuoi amici credo che ora l'attuale maggioranza ne prenderà atto e ti premierà con un assessorato si ma nel GOVERNO OMBRA....;-);-);-);-);-);-):D:D:D;-);-)
 
 
#3 violentino 2009-10-18 12:14
Raziel però Mancini è da quattro anni che si è
convertito al DIVELLISMO ED AL BARILLISMO insomma
è un amante dei carboidrati....:D;-);-):D;-)
 
 
#2 ariamara 2009-10-18 11:41
fedelissimi....fedeli e rimarranno ancora fedeli, a chi ???;-);-);-)
 
 
#1 Raziel 2009-10-18 03:09
;-) Questo è il classico transfugo, ricordo benissimo Mancini consigliere in amministrazione con Di Giorgio e nello stesso tempo, girava con i Santini di Forza Italia :D .:cry:
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI