Domenica 05 Aprile 2020
   
Text Size

Sport, il M5S convoca gli addetti ai lavori

SPORT- IL M5S CHIAMA A RACCOLTA ASSOCIAZIONI E CITTADINI PER ILLUSTRARE LE OPPORTUNITÀ PER POLIGNANO copia

Finalmente qualcosa si muove anche per il comparto sportivo a Polignano a mare. Grazie alla nostra inchiesta nel Mondo sportivo, partita qualche mese fa qualcuno della politica locale ha iniziato ad interessarsi.

Dunque, ci stiamo occupando della situazione sportiva in paese partendo dallo stato delle strutture sportive, che abbiamo giudicato scarse. E’ vero lo stadio Madonna D’altomare è in fase di ristrutturazione, ma solo del manto erboso. Rimane tutto in uno stato precario, la tribuna dei tifosi, gli spogliati ma anche la stessa muratura che delimita la struttura. Altra situazione deficitaria è il Mariano Siesto, il calcetto al centro del paese fermo da molti anni a seguito del fallimento dell’azienda che si doveva occupare della ristrutturazione. Da quel momento il nulla. Non sono mancate le promesse del vice Sindaco Salvatore Colella, che parlava di un veloce ripristino della situazione, ma di notizie aggiornate non ci sono.

Abbiamo anche parlato delle palestre scolastiche, utilizzate dalle società sportive che si occupano di sport indoor, cioè da svolgere al chiuso. Ma anche qui la situazione è drammatica. Spogliatoi assenti e sicurezza zero.

Da qualche mese l’amministrazione ha deciso di dare seguito al progetto “piscina comunale” presso il polivalente sportivo. Una struttura grezza abbandonata da anni e risalente agli anni 90. Nella stessa zona c’è una tensostruttura gestita da privati su suolo comunale.

Ora come dicevamo, finalmente una parte politica si è accorta di questa situazione decidendo di richiamare tutti i fruitori e dirigenti delle varie società sportive per capire le problematiche del paese. Il movimento cinque stelle di Polignano per mano della consigliera Maria la Ghezza ha incontrato tutti i soggetti interessati al settore. Finalmente potremo dire. Ci aspettavamo una discussione incentrata sulla nostra inchiesta, ma il modus-operandi del movimento è questo. L’acqua calda dunque non è stata trovata, visto che i problemi emersi durante l’incontro sono gli stessi da anni. Gli stessi del 2013 quando l’attuale onorevole Giuseppe L’abbate era candidato Sindaco. Quindi nessuna novità.

Anche tutti gli interventi dei presenti all’incontro hanno lo stesso tenore e hanno esposto gli stessi problemi di tantissimi anni fa. Finalmente qualcuno ha deciso di prendere a cuore il settore, ma forse era meglio partire da problemi che già si conoscono, piuttosto che risentirli per l’ennesima volta. Si sarebbero anche evitati “comizi elettorali” da parte di chi è seduto nella massime assise da tantissimi anni e dalla politica ha ricevuto tanto, senza dare niente alla cittadinanza.

Dunque, qualcosa si muove. E’ questo è già un buon passo avanti, confidiamo nella caparbietà della consigliera Maria la Ghezza e qualora lo volesse noi siamo a disposizione per mettere a conoscenze le nostre inchieste e i risultato ottenuti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI