Venerdì 28 Febbraio 2020
   
Text Size

L’ufficio Suap ancora senza guida politica

SUAP

Lo Sportello dedicato alle Attività Produttive di Polignano continua ancora ad essere ostaggio di problemi che si riversano inesorabilmente sugli operatori e sui commercianti del paese. La delega, fino a pochi mesi fa nelle mani del vice sindaco Salvatore Colella, è in carica al sindaco Vitto, già fin troppo carico di lavoro, tra le responsabilità di sindaco, assessore al turismo, assessore all’agricoltura e Presidente Anci Puglia.

Il gruppo consiliare di Forza Italia continua a riservate la massima attenzione al Suap, poiché riveste un ruolo fondamentale per le attività economiche del paese: funge da punto di contatto fra imprese e la pubblica amministrazione, serve per sbrigare tutte le pratiche relative all’apertura e alla gestione aziendale, consente alle imprese di un avere un referente unico istituzionale e pubblico, garantendo e semplificando la conclusione delle pratiche in tempi rapidi e certi.

“Il Suap di Polignano vive un momento difficile, che non ha precedenti nella storia di questo paese – spiega il consigliere comunale Domenico Pellegrini di Forza Italia – e noi non ci stancheremo mai di rivendicare una maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione Vitto, il cui atteggiamento crea non pochi problemi ai commercianti e all’economia del paese. Da mesi, soprattutto da quando il vice sindaco Colella ha rassegnato le dimissioni, lo Sportello è in forte affanno e le poche unità in servizio non riescono a smaltire l’enorme mole di lavoro che si è accumulata e che continua a crescere. Riceviamo segnalazioni quotidiane ormai dai commercianti che sono esasperati, in quanto le pratiche vengono smaltite con enorme ritardo.

Altre segnalazioni ci dicono invece che il Suap viaggia a due velocità: ci sono incartamenti che vengono sbrigati prima degli altri semplicemente perché viene riconosciuta una corsia preferenziale, dovuta a delle interferenze della vecchia politica. Altre pratiche invece, continuano a restare sulle scrivanie. I dipendenti comunali cercano di fare il massimo, ma le unità in servizio non bastano ed è evidente che si fa sentire la mancanza di una guida attenta e credibile.

Tutti questi ritardi si traducono in danni all’economia del paese. Non dimentichiamo che il Suap è responsabile di tutti i procedimenti amministrativi relativi alle attività economiche e produttive di beni e servizi e di tutti i procedimenti amministrativi inerenti alla realizzazione, all’ampliamento, alla cessazione, alla riattivazione, di impianti produttivi, incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie. I ritardi del Suap di questo periodo si traducono in occasioni di reddito perse per i polignanesi. Ci sono diversi commercianti che continuano ad avere problemi a proposito del rilascio di autorizzazioni di carattere diverso, non sanno a chi rivolgersi.

E’ giunto il momento che il sindaco Vitto affidi la delega al Suap, tra i tanti impegni e ruoli istituzionali che riveste non può occuparsi anche di questo. Dopo le dimissioni di Colella, il nostro primo cittadino non ha ancora preso dei provvedimenti seri. Sono mesi che sollecitiamo l’Amministrazione a rinforzare questo importante ufficio. Il lavoro di questo importante sportello è in ritardo su tutto e le unità in servizio non bastano a smaltire tutto il lavoro dello Sportello dedicato alle Attività Produttive. I tempi di attesa per le pratiche sono infiniti.

L’Amministrazione Vitto ha il dovere di intervenire immediatamente, - conclude Pellegrini – non è possibile che devono essere sempre i cittadini a rimetterci. La delega al Suap non può in ogni caso, essere trattenuta dal sindaco Vitto, che ha già fin troppe cariche”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI