Lunedì 06 Luglio 2020
   
Text Size

Sulla piattaforma Rousseau le primarie del Movimento Cinque Stelle

LEZZI-PUGLIA

È tempo di organizzazione nel campo politico in vista delle prossime elezioni Regionali. Concluse le tanto discusse primarie del Pd, parliamo delle altre tanto discusse primarie del movimento cinque stelle. Per entrambi i partiti le primarie sono considerate una forma di democrazia, nelle quali si possono esprimere le proprie preferenze verso un determinato candidato , e soprattutto rendere il cittadino elettore parte integrante del progetto. In entrambi i casi però possiamo affermare che i metodi possono essere facilmente travisati. Per il pd e per Il movimento cinque stelle è quasi impossibile individuare la talpa che potrebbe influenzare la scelta finale. Se per il partito democratico è facilmente identificabile, dato che l’elettore dovrà recarsi presso uno dei seggi aperti per l’occasione, molto difficile invece risulta per il movimento cinque stelle che non può verificare tutti i profili che si scrivono sulla piattaforma Rousseau per votare.

Ma sorvolando su questi metodi discutibili, entriamo nel merito delle primarie del movimento cinque stelle. Quindici candidati sono sottoposti alle votazioni sulla piattaforma e solo uno di loro sarà scelto per affrontare il candidato del centrosinistra e centrodestra. Lunedi 20 gennaio dalle 10 alle 19 di sera i cinque stelle pugliesi sceglieranno online il loro candidato alla presidenza della Regione Puglia. Tra i candidati ci sono gli uscenti Antonella Laricchia, Mario Conca, Cristian Casili e Antonio Treviso.

“Questi giorni di esposizione pubblica dei nominativi – si legge sul blog delle stelle – sono estremamente importanti sia per consentire agli iscritti di guardare con attenzione i profili dei candidati e poter scegliere, sia per permettere al Collegio dei probiviri di recepire ulteriori segnalazioni utili a tutela del movimento cinque stelle.”

Dunque saranno Antonella Laricchia e Barbara Lezzi, ex ministro per il Sud le referenti rispettivamente del gruppo regionale e parlamentare per la prossima campagna elettorale per le regionali 2020.

“In questi anni il movimento cinque stelle è stata la sola e vera forza di opposizione in consiglio regionale – dichiarano le referenti – mentre Michele Emiliano e il centro destra unirsi appassionatamente nella spartizione delle poltrone. Da mesi siamo al lavoro con i consiglieri regionali, comunali, sindaci e parlamentari del m5s per la stesura del programma elettorale per le prossime elezioni regionali.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI