Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

Beatrice De Donato: una scuola a misura di cittadini europei

de donato (1)

La dirigente regionale di FI tra i promotori della legge per formare i futuri cittadini europei nella scuola

Introdurre nelle scuole pugliesi l’insegnamento delle fonti comunitarie di finanziamento e dell’iter necessario per accedervi, attraverso una norma che preveda un accordo tra assessorato allo studio e Ufficio scolastico regionale e la formazione in primis del personale docente.

"Formare i futuri cittadini europei nella scuola, assicurando che conoscano gli elementi essenziali dell`Unione Europea e tutte le opportunità… economiche che offre. E` questa la missione della proposta di legge che, come Gruppo consiliare e come partito, abbiamo depositato e sosteniamo con convinzione".

de donato (2)

Lo hanno sottolineato gli esponenti di Forza Italia Puglia nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i consiglieri regionali Domenico Damascelli, Giandiego Gatta, Francesca Franzoso e Nino Marmo; il commissario regionale di FI, l`onorevole Mauro D`Attis, il vicecommissario di FI Puglia, senatore Dario Damiani, e la dirigente regionale del partito Beatrice De Donato.

“L’idea - ha spiegato Nino Marmo – nata da Beatrice De Donato e supportata da Domenico Damascelli è stata condivisa subito dal gruppo consiliare perché rappresenta una nuova prospettiva per affrontare le politiche di promozione del lavoro. In un momento storico in cui si parla di “sovranismi”, noi vogliamo invece affermare l’importanza del senso di appartenenza alla Comunità europea, con le opportunità che può offrire ai giovani prima di formarsi, e poi di creare le condizioni lavorative di restare nei propri territori. L’auspicio è che questo indirizzo venga accolto anche a livello nazionale, nei tavoli in cui verranno stabiliti i contenuti da inserire nel nuovo insegnamento dell’educazione civica”.

"Si tratta - hanno precisato - della modifica della legge regionale n.31/2009 `Norma regionali per l`esercizio del diritto all`istruzione e alla formazione`, con cui si inserisce, nell`alveo della disciplina Educazione Civica, anche lo studio delle fonti comunitarie di finanziamento e dell`iter necessario per accedervi".

"Fornendo ai giovani gli strumenti per destreggiarsi nell`ambito dei finanziamenti europei - hanno detto - riteniamo che si possa rispondere, seppur in parte, alla richiesta forte di lavoro che si leva in Puglia e in tutto il Mezzogiorno. E` un percorso di lungimiranza per creare condizioni di lavoro per i giovani dotati di qualificata preparazione: si può• così immaginare - hanno rilevato - anche di mettere un freno al progressivo spopolamento del territorio e alla costante emorragia di giovani cervelli che vanno al Nord o all`estero alla ricerca di un`opportunità".

"La Giunta regionale dovrà - hanno concluso - qualora la proposta sia approvata, promuovere un accordo con l`Ufficio scolastico regionale della Puglia per introdurre lo studio dell`Educazione alla cittadinanza europea".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI