Giovedì 23 Maggio 2019
   
Text Size

DE DONATO: ESCLUSIVA SU PEDONE E BILANCIO

DE_DONATO

I PRIMI GIORNI DI BEATRICE

SU PEDONE E VIA SAN VITO: "Altri imprenditori non hanno acquistato lì perchè più rispettosi della legge... Colella non è solo!"

"Per ora la situazione non mi consente di fare delle spese..."

Incontriamo Beatrice De Donato, per seguire più da vicino le tappe del suo insediamento, di questo suo ritorno sulla scena politica polignanese. La De Donato non è estranea alla storia politica del paese, ma ne è stata protagonista attiva. Esprime il suo rientro in maniera entusiasta: “Sto vivendo questa gioia del ritorno a casa con un gradimento mio nei confronti dei cittadini, e dei cittadini nei miei confronti che si taglia a fette e che assaporo continuamente. A ciò si alterna un forte senso di responsabilità”.

Come sono trascorsi i giorni che hanno seguito la sua nomina, come valuta il suo inserimento nella maggioranza?

“Il cambio di giunta è stato deciso dal Sindaco in maniera autonoma, per cui il coinvolgimento della maggioranza non c’è stato a monte, diciamo che sta avvenendo a valle. C’è bisogno di occasioni, di tempo materiale per conoscersi, stimarsi e camminare insieme. Io lavoro volentieri con le altre persone, e penso che la disponibilità da parte altrui non manchi, non ci sono problemi, io vivo una certa serenità relazionale”.

Chi ci ha amministrato e chi ci amministra ha ben compreso e realizzato che tipo di futuro tracciare per Polignano? Le faccio un esempio: la scelta di un porto turistico ci porterà a dover rinunciare alla balneazione in un’area molto estesa della nostra costa, a causa dell’inquinamento che deriverà dall’aumentato traffico in acqua, il futuro va in altre direzioni invece, come la sostenibilità ambientale. Lei cosa ne pensa?

“C’è stata una proposta molto bella, quella di Gialluisi sul parco marittimo. Il problema è che su queste belle idee bisogna fare maggioranza, possono diventare reali solo quando vengono sposate da molte persone. Io sono appena arrivata, mi ritrovo con un porto appaltato, noto anche qualche posizione diversa all’interno della maggioranza e noto che la differenza non è fra le amministrazioni. Intendo dire che non è che ci sia un’amministrazione non buona e ce ne sia un’altra migliore. Parto dai dati reali: mi dicono che certe posizioni purtroppo sono legate a logiche trasversali, questa consapevolezza mi ha spinto ad accettare l’incarico. Bisogna tener conto che dall’interno forse riesci, non dico ad invertire la rotta, ma quanto meno a cambiare qualcosa o a portare la consapevolezza all’attenzione dell’altro”.

 

Come ha vissuto questa specie di “Pedone Gate” che ha scosso la comunità, e la vede tutt’ora divisa?beatrice_al_piano

“Non scappo da questa questione, io quello che ho detto in consiglio comunale lo ripeto. Credo che quella sia una zona intoccabile, tutelata per legge, la norma c’è, è chiara e la legge è uguale per tutti. Se altri imprenditori di Polignano non hanno acquistato lì prima di Pedone è perché sono stati più rispettosi della legge. Non esistono cittadini di serie A o di serie B. Da questo punto di vista la mia posizione è chiara. Ci sono delle parole pronunciate da Domenico Vitto in consiglio comunale che io condivido “Salvatore Colella non è solo

Passiamo al suo settore di competenza. La cultura a Polignano non è mai stata la punta di diamante, nessuno ha investito per lo sviluppo del paese in questo senso, soprattutto per quel che riguarda la vita culturale del paese nei mesi invernali, scarna di eventi e di iniziative. Lei che opinione ha in merito?

“Vedo un nesso fra una pianificazione culturale e lo stato di salute di una comunità. Intanto molte cose sono state fatte e dobbiamo ringraziare chi ha amministrato in questi anni. Io di rientro dopo vent’anni alcune differenze le noto, con questo non voglio dire che sia stato fatto tutto l’occorrente”.

Quali sono le novità che ci porterà in questo settore?

“Quando sono stata eletta la prima volta io promisi ai polignanesi che avrei dato loro la possibilità di assistere ai consigli comunali in quella che è ora la sala consigliare. In quel periodo si dibatteva in una stanza come questa (l’ufficio di presidenza della scuola media Sarnelli-De Donato, n.d.r) perché mi rendevo conto che questo era un limite alla partecipazione. E ho anche introdotto le riprese televisive, sembrava niente e invece è stata una grande rivoluzione della democrazia in paese. Intendo fare un’operazione simile anche in ambito culturale”.

Ci spieghi meglio.

“La crescita culturale del paese può passare attraverso la rete fra le numerosissime associazioni che lavorano sul territorio. Manca una squadra d’insieme da mettere attorno a un tavolo per parlare del futuro di Polignano. Se riesco a creare una rete di dialogo fra queste realtà ne verrà del bene per il paese perché chi amministra dovrà confrontarsi con una collettività. Io sono dell’idea che la chiusura nell’individualismo delle iniziative non disturbi il palazzo”.

Ci sono risorse, c’è del denaro da spendere per la vita culturale del paese, o le altre impellenze finiranno per prendere il sopravvento?

beatrice_de_donato_vicesindaco“Io non vorrei battere molto sulle risorse presenti a oggi, ed userei questo tempo che ho fino al nuovo bilancio per ambientarmi. Battere cassa adesso è inutile e la situazione per il momento non mi consente di fare delle spese. Chiarimenti, puntini sulle i, sono tutti rimandati in sede di bilancio (al prossimo consiglio comunale, ndr). Per quanto riguarda le associazioni proveremo la strada di un tecnico esterno che in via del tutto gratuita si occuperà di reperire fondi provenienti dalla Comunità Europea e altre occasioni di finanziamento. Io voglio portare avanti il fare squadra dei polignanesi, è come se mettessi il mio assessorato a disposizione degli altri”.

 

 

Ci dobbiamo scusare con Beatrice De Donato perché l’intervista ha dovuto subire dei tagli, purtroppo gli spazi del web non ci consentono di essere troppo prolissi, ma abbiamo cercato di non tralasciare nessun argomento. Seguiremo con attenzione il suo lavoro per cercare di monitorare una situazione che allo start sembrerebbe preannunciarsi buona. Vedremo se l’Assessore sarà messa in grado di lavorare e di portare a termine i suoi progetti per il paese. Vedremo se queste parole che oggi leggiamo potremo gustarle nella loro manifestazione pratica.  Gli aggiornamenti sul tema come sempre, da parte nostra non mancheranno.

 


 

Commenti  

 
#41 Raziel 2009-10-02 19:12
:o Non sapevo di essere diventata/o una notorietà!!
 
 
#40 udcpolignano 2009-10-01 20:28
Caro amico,
la Segreteria Locale dell'U D C, in seguito ai numerosi commenti negativi sull'operato svolto fino ad oggi, dall'Amministrazione Comunale, ha ritenuto doveroso invitarti per giovedì 01/10/2009, alle ore 20.15 presso la Sede Sociale,in Via Principe di Napoli(angolo dell'agenzia A.C.I.)per discutere assieme:
- Perplessità e dubbi, scaturiti dal lavoro fino ad oggi operato dalla Amministrazione Comunale;
- Individuazione e discussione dei problemi che attanagliano la Nostra Cittadina;
- Relativi Suggerimenti da proporre alla suddetta Amministrazione, al fine di ottenere un maggior Sviluppo Economico, Sociale, Turistico e Politico per la nostra Polignano a Mare.
Sicuri della Tua presenza,
Segreteria U D C - Polignano a mare

cordiali saluti,
 
 
#39 Utente77 2009-10-01 19:46
Raziel, anch'io prurtroppo non ho il piacere di conoscerti, anzi di riconoscerti. Anche se ricordo molto bene alcuni tuoi commenti (uno su tutti, quello del rimpasto e del luogo dov'è stato concepito, secondo la tua versione)
Una imprudenza che ti ha dato notorietà, in un certo senso, nei confronti di quelle persone che hai "etichettato".

In ogni caso, per quanto mi riguarda, sarò felice di risponderti quando anche tu ti sarai presentato, almeno con nome e cognome come ho fatto io.
In caso contrario, ti chiedo, di ignorarmi. Non credo ti cambierà la vita.
Saluti
Sardano Antonio
 
 
#38 Raziel 2009-10-01 19:27
Per Sardano
Scusa l'intrusione, io non so chi tu sia, ma dopo aver letto questa tua frase "ribadisco che accetteremo sempre e comunque critiche"
puoi farmi capire a quale gruppo sei a capo o ne sei portavoce?
grazie per l'eventuale tua precisazione
 
 
#37 Utente77 2009-10-01 13:00
Ciao Mimmo (Mi dispiace non aver capito chi tu sia), apprezzo i toni pacati della tua risposta ed è gia molto importante questa forma di rispetto in un ambito che spesso non lascia spazio nemmeno a queste forme rudimentali di vita "sociale". Per questo ti ringrazio.
Per quanto attiene alle tue paure relative ad una eventuale moria di frequentatori del sito a seguito di diffide e denunce, purtroppo non posso assecondarti in toto. Anch'io gradirei un dibattito serio e rispettoso, anche basato su critiche piu o meno "feroci", ma non tutti hanno il dono dell'educazione. Non mi soffermerò come fai tu a ricavare il significato etimologico dei termini (lobby e derivati), ma pur riconoscendo l'assioma che una figura pubblica debba essere oggetto di giudizi negativi o positivi che siano, non può passare il concetto che la satira si trasformi in mera offesa personale o peggio ancora congettura diffamante.
Tanto più (e questo è il caso che ha fatto "traboccare il vaso") se ad essere coinvolti sono persone fisiche o giuridiche che non rivestono alcun ruolo nè ufficiale nè ufficioso in questo contesto governativo.
Ragion per cui, ribadisco che accetteremo sempre e comunque critiche, appunti, rimproveri anche dai toni forti, ma, che sia cristallino, non sarà tollerata nessun'altra forma di calunnia o insinuazione diffamatoria verso persone che a giusta ragione hanno tutto il diritto di rivalersi nel pieno rispetto della legge e degli strumenti legislativi di cui dispone.
Grazie ancora, Mimmo(?)
Buona giornata.
Antonio Sardano.
 
 
#36 Lindigeno 2009-09-30 11:44
Gentile Antonio,
perdonami per l'impressione che ti ho dato ma credimi non voglio darTi nessuna nozione (mi rattrista, pergiunta, l'essere paragonato ad un "radical chic").
La mia riflessione era riferita alle tue "minacce" (ma ho notato che non sono le uniche) nei confronti di Pedote in cui dici:"Infine un consiglio, eviti di lasciarsi andare ad affermazioni così gravi e lesive della reputazione del Sindaco (lobby,amicie aiuti). Si potrebbero avere dei risvolti per così dire...."antipatici"...".
Se ci atteniamo al dizionario italiano "lobby" non è un termine offensivo ma indica semplicemente un gruppo con comuni interessi...a rigor di logica tutte le associazioni possono essere considerate delle lobby! Nell'uso comune noi, con la nostra "permalosità", spesso cambiamo il senso alle parole...infine se i politici cominciano a querelare gli elettori per ogni minimo "sproloquio" vuol dire che abbiamo toccato il fondo!!! Nessuno di noi è perfetto e sfido chiunque a dimostrare di non essersi mai lasciato andare a delle insinuazioni nei confronti di un avversario in qualsiasi situazione...Non voglio essere ne bunista ne "maestrino" voglio semplicemente invitare tutti ad essere realisti e a non cercare di spaventare chi interviene...questo sito, con i nostri interventi, deve servire a tutti anche e soprattutto a chi governa per trarre degli spunti...se cominciamo a spaventarci tra noi minacciando querele ed azioni legali, probabilmente raggiungeremo lo scopo di non fare intervenire più nessuno vanificando così l'impegno e la buona volontà dei ragazzi che hanno aperto questo sito!
perdonatemi se mi sono dilungato...
P.S. l'indigeno è la mia firma sul web...mimmo
 
 
#35 Utente77 2009-09-29 20:39
Indigeno, se il tutto si risolvesse a satira politica e "ironia", sarebbe sicuramente tollerabile e magari ci faremmo tutti una grassa risata.
Nel momento in cui si vanno a ledere le reputazioni altrui con epiteti e aggettivi offensivi oppure si coinvolgono attività commerciali che danno lavoro a centinaia di persone in modo gratuito e denigratorio....non credo si tratti più di permalosità o suscettibilità. La cultura politica esula da queste situazioni che con la politica stessa, poco hanno a che fare. L'opposizione si fa con i contenuti e con le argomentazioni, con critiche costruttive e con iniziative partecipate e condivise.
Non certo con infamie sterili e reiterate.
Sempre disposto a ricevere nozioni di cultura politica, ti saluto caramente
Antonio Sardano
 
 
#34 sottocultura 2009-09-29 19:05
Ci sono domande che DE Donato ha preferito evitare.
Ci sono invece giornalisti che pensano per trovare loro una risposta.
 
 
#33 Lindigeno 2009-09-29 18:50
Il livello di cultura anche e soprattutto politica del nostro paese lo si comprende da questi ultimi post...
Come prima cosa mi pare di capire, leggendo i post, che l'utenza è la più variegata possibile, non siamo poi tutti comunisti (anche perchè purtroppo quelli veri sono scomparsi ci rimangono solo una caterva di "radical-chic").
Secondo smettiamola di minacciare querele per ogni minima "insinuazione", cosa dovremmo fare noi cittadini per tutte le "cavolate" che raccontano costantemente i politici di turno, di destra e di sinistra (per parcondicio)??!
Sinceramente diamo l'impressione di essere un paese popolato da "permalosi"... e non credo che ciò sia vero...
L'epoca delle "inquisizioni" è finità che male c'è nel fare un pò di "ironia" con delle "allusioni"...ormai a tutti noi, poveri e semplici cittadini", rimane solo la satira verso i "potenti" per fare un pò di politica, visto che anche i partiti, intesi come luogo di ritrovo, stanno morendo...
Un caro saluto a tutti gli utenti di polignano web...
 
 
#32 Utente77 2009-09-29 16:10
Allora, caro...come mi appelli tu,
Prescindendo dal fatto che non ti sto affatto cercando, almeno io...ti aspetto volentieri, almeno ci conosciamo...
Preferisco essere offeso o deriso o criticato (scegli tu!) da un conoscente che da un estraneo anonimo!
Se vieni oggi pomeriggio, ti offro un caffè.
Ciao
Antonio Sardano
 
 
#31 francpape 2009-09-29 12:23
Il giorno in cui qualcuno la farà con il suo... forse potrà anche parlare...inqualificabile.ZZZ:sad::sad::sad:
 
 
#30 centomani 2009-09-29 04:09
caro
ma non vedi che qui siamo tutti comunisti ? perchè perdi tempo con noi. e sai bene che i comunisti deplorano la violenza, non potrei mai minacciare nessuno ne tantomeno uno di destra, parto svantaggiato, l'arroganza e la violenza verbale o fisica la lasciamo a voi,
basta assistere ad un consiglio comunale per vedere chi minaccia e offende,
tutti possono eradicare.;-):D
volevo dirti non fare fatica a cercarmi mi faccio vivo io domani stesso.
ciao a presto
 
 
#29 Utente77 2009-09-28 22:25
Non ho ben capito se è una minaccia...o cosa
 
 
#28 centomani 2009-09-28 22:11
Ti facilito il compito non devi cercarmi, non mi firmo per non rendere pubblica la cosa, ma non ti affannare ti vengo a trovare io.
 
 
#27 Utente77 2009-09-28 21:17
Gelataio, la firma è del tutto irrilevante quando si scade nelle diffamazioni e nelle calunnie.
Stai pur certo che ti beccan anche se ti trinceri dietro un nome di fantasia.
Piuttosto, basterebbe limitarsi a commentare ed a criticare senza aggiungere inutili e pericolosi orpelli offensivi.
Ma evidentemente risulta impresa ardua per taluni che evidentemente se ne assumono le responsabilità del caso.
Ti saluto
Antonio Sardano
 
 
#26 nicolateofilo 2009-09-28 21:14
Comincio a pensare che qualcuno abbia la coda di paglia o che abbia fatto confusione. Non c'è nessuna tendenziosità in questo articolo. Scusate se mi permetto di intervenire, ma a fine dibattito, ho letto l'articolo con Beatrice De Donato. Lei ha confermato quanto scritto e, soddisfatta, ha detto che avrebbe ripetuto quanto affermato.

Mi scuso con Beatrice qualora avessi strumentalizzato nel corso del dibattito quanto lei ha dichiarato sul caso Pedone. Andrò a riascoltarmi non appena radio incontro pubblica le registrazioni audio. Ma sull'articolo non ci trovo nulla di strumentale; niente da discutere

Spero che questa polemica inutile e sterile si chiuda qui. D'altro canto non permetto a nessuno di attaccare la collega Martignano, la quale ha semplicemente svolto il suo lavoro di giornalista, ha colpito in positivo la nostra vicesindaca per l'intervista, e la stessa De Donato è soddisfatta per la professionalità e la correttezza del suo lavoro.
A presto.
nicola teofilo
 
 
#25 manuela martignano 2009-09-28 21:00
Antonio, lo sai che il raporto che ci lega, almeno da parte mia è di stima, ma vorrei sottolineare che se ho ironizzato dandoti del portavoce è perchè sei stato molto puntuale nel riferire la reazione della De Donato al mio articolo. Peccato che venerdì sera il collega Nicola Teofilo abbia mostrato l'articolo sul sito, in presenza di altri testimoni, a Beatrice - a cui qualcuno aveva riferito della strumentalizzazione da parte mia delle sue dichiarazioni - e la reazione della succitata dopo la presa visione dell'intervista pubblicata non corrisponde alla tua descrizione. Per cui o dobbiamo credere che la Signora De Donato stia mentendo a me o a te, oppure qui c'è qualcuno che non la racconta giusta, o che non l'ha raccontata giusta a Beatrice quando gli ha parlato del mio articolo, a meno che non si voglia insinuare che a mentire sia Nicola Teofilo. Io e il mio collega rimaniamo a disposizione di tutti per eventuali confronti.
 
 
#24 Utente77 2009-09-28 20:46
Beh si...io credo che il primo ad averne davvero bisogno (di un avvocato) sei proprio tu...
Ti sei divertito parecchio con quella sorta di preghierina, vero??
Auguri!
 
 
#23 wully 2009-09-28 20:46
qui si mette male......altro che Anno Zero
 
 
#22 gelataio 2009-09-28 20:42
dopo l'ultimo post di Utente77....capisco anche perchè, gli Utenti non amano firmarsi
:o:o:o:cry::cry::cry:
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI