Lunedì 27 Maggio 2019
   
Text Size

Forza Italia chiede le dimissioni del sindaco Vitto da assessore al turismo

FB_IMG_1556210031904

Il ponte di Pasqua e Pasquetta, con la vicina ricorrenza della Festa della Liberazione del 25 aprile e del 1° maggio hanno messo in risalto tutte quelle che sono le criticità di una città che vuole essere un paese turistico ma che nella realtà è sprovvisto dei più basilari dei servizi per i residenti e per i visitatori. Bagni pubblici, parcheggi selvaggi, camper stazionati, picnic al lungomare Cristoforo Colombo sono alcuni degli episodi che si sono verificati in questi giorni. A peggiorare la situazione, le unità ridotte all’osso del Comando dei Vigili Urbani, troppo poche e sottoposte a orari massacranti, e l’ufficio turistico chiuso fino al 30 aprile.

“Questo inizio di stagione è stato un vero disastro – spiega il consigliere comunale di Forza Italia Domenico Pellegrini – la nostra città è stata presa d’assalto e i residenti hanno pagato le conseguenze della gestione approssimata e superficiale della gestione del settore dedicato al turismo. Da tantissimi mesi chiediamo provvedimenti sia per i bagni pubblici, sia per una migliore gestione dei parcheggi per tutti i residenti, con l’intento di garantire una migliore qualità della vita ai concittadini e alle attività commerciali, che si trovano nella condizione di aprire le porte dei propri servizi a tutti i visitatori. Non solo, perché l’ufficio turistico è stato chiuso fino al 30 aprile ed è stato aperto in seguito alle nostre denunce. A completare il quadro desolante di questo primo assaggio di stagione anche i pic nic al lungomare Cristoforo Colombo, nei pressi del campo sportivo.

E’ questo il turismo che vogliamo per la città di Polignano? – chiede il consigliere Pellegrini – Noi vogliamo un turismo migliore, più sostenibile e che rispetti le condizioni di vita dei residenti. L’assessore al Turismo in carica non sembra avere l’attenzione e la sensibilità per far fronte a tutti questi problemi. Il sindaco Vitto, che detiene nelle sue mani questa delega deve dimettersi dall’incarico di assessore al Turismo. In più occasioni abbiamo ribadito la necessità di concertazione su questo settore economico molto importante, chiedendo la convocazione del Tavolo del Turismo, peraltro istituito a gennaio del 2018. Vitto non ha mai ritenuto necessario convocare il tavolo tecnico per far fronte a tutte queste tematiche. E’ scandaloso questo modo di gestire la cosa pubblica, in modo arrogante e autoritario.

Come si può pensare di destagionalizzare il turismo quando non ci si fa trovare pronti per la classica stagione turistica? - si chiede Pellegrini che ribadisce – Il sindaco Vitto farebbe meglio ad affidare la delega di Assessore al Turismo ad un vero competente, ad un vero esperto della materia. Nell’arco di questi anni ha dimostrato tutta la sua incapacità. Deve dimettersi da assessore al Turismo. Non siamo più gli unici a dirlo, ma ormai è tutta la città che lo chiede”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI