Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

Individuate le aree pubbliche per il bando “Luoghi Comuni”

Parco Giochi

Tra le aree candidate il Parco Giochi "Pinocchio" e un’immobile confiscato in C.da Madonna d'Altomare

La Regione Puglia, nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Regione Puglia con “Interventi a sostegno dell'inclusione sociale e del social housing per i giovani e le fasce deboli della popolazione”, ha approvato l’avviso Pubblico “Luoghi Comuni” finalizzato a favorire, attraverso il sostegno alla realizzazione di iniziative di innovazione sociale promosse e realizzate da organizzazioni giovanili del Terzo Settore, il riuso e la valorizzazione di beni immobili sottoutilizzati di proprietà pubblica.

L’iniziativa regionale prevede, in particolare, che attraverso lo strumento della Co-progettazione si possano promuovere nuove forme di collaborazione tra Enti Pubblici e organizzazioni giovanili del terzo settore finalizzate a riattivare spazi pubblici sottoutilizzati attraverso la realizzazione di progetti innovativi capaci di coinvolgere le comunità locali nei processi di riuso e valorizzazione dei predetti spazi, offrendo ai giovani opportunità di attivazione e apprendimento.

Per il raggiungimento delle predette finalità, l’avviso regionale prevede che gli Enti pubblici interessati aderiscano all’iniziativa candidando sull’apposita piattaforma informatica dedicata uno o più spazi pubblici sottoutilizzati di cui siano proprietari o di cui abbiano la piena disponibilità. Pertanto attraverso la mappatura del patrimonio pubblico sottoutilizzato, mette in rete giovani ed enti locali sostenendo progetti rivolti al territorio e alle comunità, dal palazzo storico alla scuola, dall’ufficio alla villetta comunale, dalle stazioni alle palestre, Comuni e altri enti pubblici potranno dare spazio ai progetti delle organizzazioni giovanili.

L’amministrazione ha aderito all’iniziativa della Regione Puglia “Luoghi Comuni” per la rivitalizzazione tramite co-progettazione di spazi sottoutilizzati attraverso iniziative di innovazione sociale, candidando alcune arre del paese tra le quali il Parco Giochi Villa Pinocchio e un’immobile confiscato, sito alla C.da Madonna d'Altomare n°3.

Entrambi gli immobili si prefigurano con i seguenti ambiti di interventi prioritari, rivolti ad attività culturali, artistiche, di interesse sociale e volontariato, oppure ad attività educative, di istruzione, formazione professionale ed inclusione sociale, ma anche diretta alla formazione extrascolastica, prevenzione della dispersione scolastica, del bullismo, della povertà educativa e infine alla promozione della legalità, della pace, della non violenza.

All’iniziativa, l’ente si propone nell’assistenza logistica attraverso l’uso esclusivo delle sopra riportate strutture e degli spazi antistanti, e con riferimento all’area Parco Giochi Villa Pinocchio l’ente partecipa con la fornitura delle giostrine inclusive. Inoltre l’Ente effettuerà il monitoraggio sui servizi co-progettati attraverso la continua verifica dell’uso degli spazi e della loro esatta destinazione funzionale da parte della organizzazione giovanile interessata.

Il monitoraggio avverrà per step e per report redatti a cura dell’associazione affidataria e sarà oggetto di verifica con fissazione di elementi e parametri di conformità con una verifica attraverso incontri con periodicità bimestrale.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI