Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Il mistero misterioso del Bando Chioschi

Maria La Ghezza

Silenzio. Cittadini lasciati senza risposte. Maria La Ghezza ha presentato una interrogazione comunale


Un bando tanto atteso e chiacchierato, che ha dato da parlare sin dalla sua pubblicazione durante la scorsa campagna elettorale delle Amministrative, ma che è incredibilmente finito nel dimenticatoio. Non si hanno più notizie, infatti, del “Bando di gara per l’assegnazione a titolo provvisorio di aree pubbliche per la realizzazione e gestione di n. 5 Chioschi, finalizzati all’attività di somministrazione e vendita di prodotti alimentari e bevande, in altrettante aree urbane e sub-urbane” pubblicato l’11 maggio 2017. Il vicesindaco Salvatore Colella alle lamentele giunte da più parti sulla scarsa pubblicità del bando e sulla ristrettezza dei tempi concessi per la partecipazione a fine dicembre 2017 rispondeva che “la Commissione è già avanti con i lavori, si è già insediata” e che, eventualmente, si rifarà il bando “immediatamente dopo la conclusione di questa procedura” limitatamente ai chioschi privi di offerte ovvero privi di offerte ritenute accettabili. “Per il resto non possiamo tornare indietro in quanto c’è già una Commissione che sta già lavorando”. L’assessore ai Lavori Pubblici, poi, rispediva ai mittenti, norme alla mano, le accuse sulle tempistiche di partecipazione.

 

Maria La Ghezza: “Investitori lasciati senza risposta”

“Certo è che pubblicare un bando del genere proprio a poche settimane dal voto non ha fatto altro che ribattezzarlo automaticamente come bando da promesse elettorale – commenta la consigliera Maria La Ghezza (M5S) – Chissà quanti avevano già avuto quei chioschi, eppure al momento non risulta neppure un vincitore. Incredibile! Qui c’è gente che ha creduto a questa forma di investimento ed a questa occupazione, gente che ha investito soldi facendo realizzare progetti a geometri e architetti che non hanno avuto alcuna risposta in merito. Se la Commissione – prosegue la consigliera 5 Stelle – che ha subito anche alcune modifiche tra i componenti che però non possono giustificare il silenzio in cui il bando è piombato, stava davvero lavorando come affermava il vicesindaco Colella, dove sono i risultati?”.

Per questo, la consigliera Maria La Ghezza (M5S) ha presentato una interrogazione comunale per conoscere a che punto sia giunto l’iter di analisi delle offerte pervenute; se tutti i chioschi oggetto del bando hanno ricevuto offerte ritenute accettabili o se si procederà ad un ulteriore bando ad hoc nonché quali modifiche verranno apportate per rendere più appetibili questi chioschi e con quali motivazioni. E, infine, cosa altresì stia bloccando il regolare sviluppo del procedimento e come intenda l’Amministrazione Vitto sbloccare la situazione nel più breve tempo possibile atteso che si tratta di una opportunità di lavoro di non trascurabile importanza.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI