Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

LUIGI SCAGLIUSI ESCLUSIVA: VECCHI POTERI SUL RIMPASTO?

luigi_scagliusi_dimissioni

L'AFFAIRE SU VIA SAN VITO POTREBBE AVER DETTATO IL NUOVO RIMPASTO. TORNANO LE LOBBY DI POTERE DEL PASSATO?

SCAGLIUSI: "Bovino ha tradito il suo mandato...dal Rinascimento alla Restaurazione".

Cosa si nasconde dietro il rimpasto di giunta voluto dal sindaco Bovino? A voler pensare male e a giudicare da alcune circostanze non proprio casuali, il futuro turistico del paese potrebbe aver dettato le linee guida di questo nuovo e atipico riassetto amministrativo.  Non dimentichiamoci che l’affaire di Via San Vito ha scosso di recente le cronache locali e anche il Consiglio comunale, nel corso del quale è stata approvata la cosiddetta Zona B4* che si estende a lato monte di fronte a chiar di luna e alla grotta delle rondinelle.

Nell’intervista esclusiva che Luigi Scagliusi, ex assessore e “pilastro” della giunta Bovino (2007-2009), rilascia a Polignanweb - la prima ufficiale e pubblica dopo l’uscita di scena - si evidenziano alcuni fatti e circostanze, forse troppe.

“DAL RINASCIMENTO ALLA RESTAURAZIONE” - “Sono passati già 20 giorni circa da quei fatti - chiarisce subito - ho elaborato serenamente quanto accaduto  e non ci sono sospetti che possano esserci remore o secondi fini, che solitamente nascono da rabbia, delusione o altro. Ritengo di essere una persona  razionale e di riuscire ad analizzare con lucidità  gli avvenimenti in corso”. “Sgombro subito il campo da altri possibili equivoci come l’amore per le poltrone o altro: non è nella mia natura. Per me la politica – in estrema sintesi – nasce dall’analisi dell’essere di Guicciardini (il particulare) per diventare il dover essere del Machiavelli (la virtù). La crisi che stiamo vivendo ci induce a riflettere e ad affermare con convinzione che non è più tempo dell’interesse di pochi non abbiamo bisogno di padroni. È necessario e doveroso che i cittadini partecipino in modo effettivo alla gestione della cosa pubblica e siano essi i principali artefici e protagonisti di scelte consapevoli. Ma, soprattutto, l’accesso alla ricchezza potenziale ed attuale di una comunità sia prerogativa di ognuno e sia consentito a tutti indistintamente! È importante, oltre che eticamente giusto che tutti i cittadini possano concorrere alla creazione della ricchezza e che tutti gli imprenditori possano avere le medesime opportunità di investimento : così si crea la concorrenza che genera effetti positivi sul PIL dell’intera comunità.

I POTERI DEL PASSATO - Stando alle dichiarazioni che leggerete in seguito, in tutta questa storia avrebbero prevalso le lobby di potere economico del passato; la scelta di alcune figure chiave e la strategia politica adottata nel corso del rimpasto avvalorerebbe questa tesi. “Dal Rinascimento si è passati così alla Restaurazione. E’ la metafora giusta, e sono fermamente convinto che le regole del gioco debbano essere accettate e condivise prima di giocare, non si possono cambiare nel corso della partita”.

POTERI ECONOMICI ALLA RICERCA DELLA LEGITTIMAZIONE POLITICA - Per comprendere fino in fondo l’entità di quanto sta accadendo, dobbiamo ripercorre con l’ex assessore le vicende che hanno segnato la politica negli ultimi due anni, ossia prima e dopo il voto amministrativo del 2007. Con il Rinascimento si intendeva appunto un programma elettorale (che ha consegnato la vittoria a Bovino e potrete leggere a fine articolo) il quale tenesse da parte alcuni esponenti del potere economico di questa città, già noti da decenni.

"Con il voto del 2007 - spiega Scagliusi - i cittadini hanno inteso mandare al governo una coalizione di centrodestra con quegli uomini, quel programma, e quegli obiettivi che erano di innovazione, sviluppo e tutto sommato progressisti. Nel momento in cui i cittadini hanno delegato i politici e questa coalizione, qualsiasi cambiamento non può che passare nuovamente attraverso i cittadini. Quindi se il cambiamento, cosiddetto rimpasto, è stato fatto per una questione di numeri, credo che la matematica dia torto al sindaco; di fatto c’era la maggioranza completa quindi non c’era un immobilismo nel poter governare questo paese. Se invece è stato fatto perché non c’era possibilità di amministrare serenamente o in maniera più efficace, allora non si comprende, o forse non si vuole far comprendere, la ragione del perché le figure sostitutive degli assessori non siano state ricercate nell’ambito della coalizione. Allora la questione che si pone oggi è questa: è stato tradito o no il mandato ricevuto dai cittadini? Secondo me, si! E se è stato tradito, perché? Il sindaco, tra l’altro non può parlare di apertura al centrosinistra, perché di tutta questa faccenda, e si è capito tranquillamente dal famoso ultimo consiglio comunale, il centrosinistra non ne era informato. A questo punto resta da capire il perché il mandato ricevuto è stato disatteso”.

La domanda che si pone Luigi Scagliusi forse va oltre la certezza del dubbio. Nell’iniziativa “le 10 domande a Bovino” abbiamo sempre cercato di far luce sulla vicenda, ma il sindaco non ha mai fornito giustificazioni valide o comunque sufficientemente logiche.

I POTERI - “A pensar male - prosegue l’ex assessore - uno comincia a pensare cose … penso a quell’analisi fatta l’indomani del voto del 2007. La politica, non nascondiamoci dietro un dito, è influenzata dai cosiddetti stakeholders, ossia da gruppi portatori di interessi, che influenzano il consenso. È un’affermazione che realisticamente non può non condividersi. La conquista del potere economico storicamente ha sempre preceduto la legittimazione politica. La ragione è semplice: chi detiene i mezzi di produzione ha necessità di acquisire il potere politico per perpetuare e consolidare la propria ricchezza attraverso scelte confacenti agli interessi del gruppo di appartenenza.  Per carità in tutto questo non c’è niente di illegittimo, soltanto che in questa dinamica i cittadini devono - e sottolineo devono - essere un fine non un mezzo è in questo che la politica è eticamente apprezzabile.

"La legittimazione politica di gruppi di potere - conclude in questa prima parte Scagliusi - che avevano conquistato una primazia economica ha avuto necessità di una legittimazione politica diversa, meno innovativa, meno aperta alle istanze della comunità, più oligarchica: si è di fatto passati da una visione progressista ad una conservatrice per timore di perdere il potere politico acquisito”.

(NELLA SECONDA PARTE DELL'INTERVISTA: "Il turismo prende le mosse essenzialmente dal suo legame con l’edilizia, quindi la costruzione di alberghi e strutture ricettive...")

LEGGI SECONDA PARTE DELL'INTERVISTA DI LUIGI SCAGLIUSI

______________________________________________

VEDI ANCHE PROGRAMMA ELETTORALE BOVINO 2007

VEDI LETTERA DIMISSIONI DA ASSESSORE DI LUIGI SCAGLIUSI E MALE OSCURO

VEDI RIMPASTO E NUOVA GIUNTA 2009-2012

 

Commenti  

 
#11 vit 2009-09-06 00:34
Amicizie, clientele, favori.......gentili Signori il paese ha bisogno di idee, progettualità, politiche di sviluppo serie e per tutti.
L'interesse collettivo deve essere il movente ed il fine di qualsiasi scelta, accrescere la ricchezza del territorio, valorizzarlo, renderlo vivibile e fruibile da tutti, queste dovrebbero essere le sfide ed i traguardi ke un buon amministratore dovrebbe porsi!
I personalismi, i favori al parentado e "agli amici" rendono nell'immediato ed ai pochi fortunati, ma depauperano il territorio e la morale!
Dott.Scagliusi...solitamente il periodo della restaurazione assume una connotazione negativa, in quanto, nella maggior parte dei casi, caratterizzato da forme di stato identificabili nelle monarchie assolute....i più grandi palazzi e le residenze più sfarzose sono stati costruiti proprio in quel periodo....simboleggiavano il potere detenuto dai monarchi e spesso spostavano l'attenzione dai veri problemi che gravavano sulle popolazioni....dal Rinascimento siamo passati alla Restaurazione....il prossimo passaggio è l'Illuminismo, Polignano spera vivamente arrivi presto!
 
 
#10 violentino 2009-09-05 21:49
Troppo facile dire male del proprio datore di lavoro dopo che ci ha licenziato.
 
 
#9 violentino 2009-09-05 21:32
PITECUS il tuo COMMENTO non fa una GRINZA bravo.
 
 
#8 freemind 2009-09-05 14:26
stanno spartendo la torta polignano con i loro privati interessi.
questa è la politica attuale, di bassa lega al confine se non oltre lo spartiacque legale
on legale.
Spero il paese resista allo scempio che si perpetua ogni giorno sul territorio , in un equilibrio sottile e fragile che tiene il nostro paese ancora in piedi.., si capisca che la politica è tutt'altro che arricchimento continuo personale e dei propri amici , costruttori , ingegneri, a danno della cittadinanza priva di tali conoscenze "influenti".
l'obiettiva' delle scelte in un primo cittadino è di fondamentale importanza , quando questa non vi è piu' ma è solo commistione ,magna magna tra pochi eletti, allora si prenda il bottino acquisito e si scappi il piu' lontano possibile, almeno da salvarsi la faccia e qualcos'altro ..sempre se vi è ancora dignita' personale. :cry:
 
 
#7 PITECUS 2009-09-04 20:58
per favore cè un commento inviatovi senza essere registrato vi prego di inserirlo
 
 
#6 PITECUS : 2009-09-04 20:50
Assessore Scagliusi, mi scusi, ma lei quando stava scrivendo il programma che ha dato la vittoria al Sindaco non si è mai girato dietro per vedere chi c'era fuori dall'uscio dell porta a fumare una sigaretta!?!. Oggi ad un tratto si accorge che gli "Stakeholders" erano anche con lei?. Mi sento preso in giro da questa sua lettera intervista. La politica di polignano degli ultimi venti anni è l'esempio della peggior "politica" vista nell'intera Italia, dove il popolo ha voluto che alcuni gruppi di persone continuassero ad arricchirsi senza che nessuno potesse fermarli e che gli uomini "politici" si sono adeguati....anzi il teatrino puntualmente si trasformava e rinnovava per l'occasione.....Nulla nasce per caso e i motivi della scelta di rimpasto sicuramente hanno una verità nascosta che sono certo la sà anche lei. Se vuole bene al paese dovrebbe insistere e continuare a fare poltica partendo dal fatto che esiste in questo paese incantato anche chi non vuole arricchirsi ma come desiderio ha solo il bene del suo paese . Non lo dimentichi che anche lei è stato un ingranaggio che per due anni ha permesso questo "scempio politico" P.S.:sad:Aiuto un ECOMOSTRO A CASA NOSTRA ZONA C2)------
 
 
#5 Marco Gall. 2009-09-04 20:07
Ma diamoci una svegliata!!! Bovino se provi a intaccare nuovamente il nostro territorio
con i tuoi "affari" privati sentirai il nostro peso!!!
A casa tu e i tuoi pseudo assessori privi di ogni minima credibilità!!!
 
 
#4 Denis 2009-09-04 16:36
mamma mia che intervista.....
affermare cio che avevamo già intuito....
Ritornano ancora una volta...le Lobby di Potere del Passato.
Si approva un zona B4.......per costruire anche sulla Grotta Delle Rondinelle........Pazzescooo:sad::sad::sad::sad::o:o
 
 
#3 Lucia 2009-09-04 16:18
Bovino vai a casa...sei il peggior sindaco di polignano!!!
Non hai spina dorsale!!!
 
 
#2 Franz 34 2009-09-04 16:17
Bovino è imbarazzante lo stato in cui stai portando il paese,
in mano alle lobby dei pochi eletti che lo circondano, cercando
di fare solo i propri interessi...Questo è il momento più basso del nostro paese..
spero avvenga un cambiamento...
 
 
#1 Aldo F. 2009-09-04 16:14
ma come fa bovino a liberarsi di un assessore come scagliusi

Bovino DImettiti..e staccati dai tuoi interessi e dalla poltrona...

stiamo andando a fondo!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI