Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Il Consiglio del Piripicchio, Piripacchio!

Consiglio Polignano settembre 2018

Le pagelle dell'ultimo Consiglio comunale

“È finito il piripicchio! I dirigenti devono fare i dirigenti. Conosciamo le Procure e la Corte dei Conti!” – ha tuonato, minaccioso, il consigliere di opposizione Domenico Pellegrini, nell’ultimo consiglio comunale. E il sindaco Vitto gli ha risposto a tono: “Il piripacchio deve finire, lo dico io. Noi siamo seri e difendo gli uffici che lavorano per il bene del paese”.

Il Consiglio comunale del Piripicchio, piripacchio ha così inizio. Ecco il pagellone con i nostri voti.

 

DOMENICO VITTO: VOTO 8. Ha risposto a tono alle provocazioni di Pellegrini. Al piripicchio, ha restituito col piripacchio, ricordandogli che conosce gli uffici delle Procure anche lui.

 

DOMENICO PELLEGRINI: VOTO 8. Fa opposizione da solo, colpo su colpo, cercando di imporsi come leader della minoranza. La mancanza di Bovino si sente, ma lui colma quel vuoto a destra.

 

SALVATORE COLELLA: VOTO 8. Sul cimitero ci divertiremo e faremo emergere le responsabilità della vecchia amministrazione. Questa volta ingaggia un duello con Umberto Silvestri che gli urla: Vergognati! Come sarebbe un consiglio senza Salvatore? Come un piatto di patatine senza sale.


UMBERTO SILVESTRI: VOTO 8. Ha rischiato di farsi cacciare dall’aula. Sul cimitero ha urlato “Vergognati, il cimitero u ha ma l’avèngull! Aviva tenè i murt!”. E se Umbertino fosse in Consiglio? Sarebbe tutt’altra musica.


LUCIA BRESCIA: VOTO 7. Il suo intervento sul Piano Sociale di Zona suona come un avvertimento. “Da mo vale, ora dobbiamo tenere le antenne dritte ed essere attenti e pesare nelle istituzioni che contano, a Conversano, per investire sul sociale, e ascoltare le associazioni”. Intanto, Pellegrini dai nostri microfoni, lancia una provocazione: “Manca il sesto voto per la Commissione d’Inchiesta sul Porto e Cimitero. Se Lucia è coerente, firmi anche lei…”. Lo farà?


PIERINO MAGLIONICO: VOTO 6. Sottotono, ma efficace nel suo intervento. Sembra legato e come bloccato. Anche a lui, Pellegrini lancia una provocazione: “Sulle vostre colonne ha denunciato la situazione del campo sportivo. Allora sia coerente, e firmi la nostra proposta di Commissione d’Inchiesta sul campo sportivo, essendo anche fiduciario Coni”. Lo farà?


PAOLO MAZZONE: VOTO 6. Propone all’opposizione di votare favorevolmente il punto sul Piano Sociale di Zona, per essere più forti a Conversano e contare di più, dando maggiore forza alla delibera. Ma non sarà ascoltato.


ANTONELLO DI GIORGIO: VOTO 5. Da che parte sta? Vota a favore della maggioranza, ma siede ancora all’opposizione. È arrivato il momento di prendere una decisione.


DINO LAMANNA: VOTO 8. Mein a bott a Salvatour! È divertente e lancia battute contro Salvatore, così le butta come noccioline nel mucchio e tuonano forti. “Date più soldi sul Sociale anziché fare tanti affidamenti diretti! Salvatore. Fa uno show e diverte quando chiede chiarimenti sui soldi che destiniamo al Piano Sociale di Zona, mettendo in difficoltà l’assessore Doriana Stoppa.


I DIRIGENTI: VOTO 5. Sono stati messi in seria difficoltà dall’azione di Pellegrini. Si sono difesi, ma risultando poco incisivi, se non evanescenti. In loro soccorso arriva il sindaco, per fortuna. Fiuuu!


ONOFRIO LILLA: VOTO 4. Che ci fa in Consiglio comunale? Booooh!


MARIA LA GHEZZA: VOTO 6. Abbaia tanto, ma non morde. Un po’ sottotono e impreparata su alcuni passaggi. Il gruppo politico del M5S sembra averla abbandonata.


GABRIELLA RUGGIERO: VOTO 6. Sufficiente. Deve ancora faticare per farsi conoscere di più.


FRANCO MANCINI: VOTO 5. Si sfoga sui giornali, ma in Consiglio resta quasi in silenzio. Lancia assist in favore del suo amico che vorrebbe candidato sindaco, incontrando il favore ovviamente del giornale amico. Ma diciamoci la verità: quanto sta sulle palle ai polignanesi Scagliusi sindaco? Ha già provato in politica ed è stato un disastro.


TINA LOFANO: VOTO 6. La zarina del Pd risponde colpo su colpo per difendere l’amministrazione. Scontata.


VALERIO CANTATORE: VOTO 5. Ha detto Sì!


FRANCO DE DONATO: VOTO 7. Urla e si sbraccia, si comporta da giudice in aula. La sua performance è incisiva.


ARIANNA LIOTINO: VOTO 6. Un intervento e basta. I suoi malumori sembrano passati…


FRANCESCO FRUGIS: N.P.


MARILENA ABBATEPAOLO: VOTO 5. Ci piaceva più come assessora! Ha qualche mal di pancia?


DORIANA STOPPA: VOTO 6. C’è tanto ancora da fare. “Nel prossimo bilancio alzeremo la spesa sociale”. Ce lo auguriamo. Per lei una sufficienza che può puntare in alto.


CHIARA PEPE: VOTO 7. È scaltra. Resta posata e impassibile davanti alle urla dei volontari animalisti. Sul PUM se la sta scampando alla grande.


FRANCESCO LA VOLPE: VOTO 6. È un tecnico, parla da tecnico, non è un politico.


DOMENICO SCAGLIUSI: VOTO 6. Sufficiente per l’outfit coordinato con Franco De Donato e l’amico Vitto. Indossano tutti e tre la camicia bianca sbottonata in alto, e la giacca scura. Un look renziano, poco alla moda di questi tempi…

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI