Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

CHI SARÀ L’EREDE DI VITTO?

Il presidente Franco De Donato

Franco De Donato: “Basta coi giochi dell’indovinello”

Il prossimo Consiglio comunale si terrà martedì 25 settembre. A confermarcelo è il presidente del Consiglio, Franco De Donato, nell’intervista che segue.

Quando sarà il prossimo Consiglio comunale?

“La conferenza dei capigruppo è convocata per il giorno 20 settembre. Il prossimo Consiglio Comunale si terrà in prima convocazione il giorno 24 settembre e in seconda convocazione il 25 settembre”.

 

Di cosa si discuterà? Quali i punti?

“L'ordine del giorno verrà reso noto il giorno 20 settembre subito dopo la riunione dei capigruppo. Di certo ci saranno punti che riguardano il settore dei Servizi Sociali”.

 

Le politiche dell'Urbanistica andranno finalmente in discussione?

“L'Assessore Domenico Scagliusi di concerto con il Presidente della Commissione Urbanistica Prof. Pietro Maglionico hanno fatto una ricognizione dei provvedimenti e del loro stato di avanzamento amministrativo. Confido che al più presto troveranno spazio di discussione in Consiglio Comunale”.

 

E il Piano Coste? Come mai questo ritardo?

“Attualmente si stanno valutando delle osservazioni pervenute in precedenza. In questi giorni la Giunta ha adottato un provvedimento per la modifica delle norme tecniche del Piano Comunale delle Coste. Trascorsi 30 giorni dalla pubblicazione della delibera, spazio questo nel quale possono giungere osservazioni, il provvedimento dovrebbegiungere in Consiglio Comunale per la discussione e la conseguente approvazione”.

 

Parliamo di politica. A che punto è il PD di Polignano? Ci sarà un congresso o un dibattito a breve?

“Il PD di Polignano ha una sua struttura ed è stato capace di eleggeretre rappresentanti in Consiglio Comunale. Mi chiede se a breve ci sarà un dibattito o un congresso, ed io le rispondo che insieme a tutti gli elettori del PD auspico che questo accada veramente nel più breve tempo possibile. Dopo una tale débâcle elettorale, i cittadini che hanno votato e che molto probabilmente vorrebbero continuare a farlo, non possono ancora assistere a teatrini e desideri di vendetta. Il PD ha perso le elezioni e deve fare opposizione, seria e costruttiva, senza cedere ad isterismi e comportamenti che appartengono ad altre forze politiche. Bisogna sùbito avviare una riflessione profonda che parta dalla base, dalle sezioni comunali. Perché, nel frattempo, qualcuno ha dimenticato che il PD è della gente che lo vota”.

 

Chi prenderà le redini di Vitto? Lei è indicato come papabile candidato sindaco...

“Caro Direttore, capisco che il gioco dell'indovinello per qualcuno possa essere divertente e appassionante, ma a me personalmente non piace. Il mio futuro politico, se ci sarà, non dipenderà né dagli indovinelli, né dai pronostici, né dai complimenti di qualcuno o dalle denigrazioni gratuite di altri. Nel frattempo, io svolgo il compito di Consigliere Comunale e sono il Presidente del Consiglio, ruolo questo che mi onoro di ricoprire”.

 

La maggioranza è davvero unita?

“La maggioranza ha un suo programma, e su questo ha trovato la suaintesa politica. La diversità di vedute, l'approfondimento dei problemi, la discussione a volte anche accesa non credo sia segno di scarsa coesione o problemi interni”.

 

Che ne pensa dell'opposizione?

“Io penso che la presenza dell'opposizione in Consiglio Comunale, come in tutti gli altri organismi democratici, se fatta in maniera seria e costruttiva, sia veramente importante, in quanto svolge un ruolo di controllo e stimolo dell'attività amministrativa. Quello che un'opposizione credibile non deve mai fare è raccontare cose non vere o al limite del falso. Questo comportamento non giova a nessuno e arriva,in contesti come il nostro, a ledere persino i rapporti personali. E questo, come diceva mio padre, non deve mai accadere”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI