Sabato 15 Giugno 2019
   
Text Size

Commissioni di inchiesta su porto e cimitero

La consigliera comunale Maria La Ghezza

La richiesta della consigliera 5 Stelle Maria La Ghezza

Una commissione di inchiesta per fare chiarezza sullo stato del cimitero comunale ed un’altra per il porto turistico e il Cala Ponte Resort. Sono le richieste inviate dall’esponente 5 Stelle Maria La Ghezza ai suoi colleghi consiglieri comunali.

Qui venivano i nuovi loculi e la cappella

“Sono anni che assistiamo al battibeccare continuo della politica e la realtà è sotto gli occhi di tutti – dichiara La Ghezza (M5S) – Mi aspetto che i consiglieri che, quando erano sui banchi dell’opposizione attaccavano tutti i giorni su questi argomenti, firmino convintamente se davvero vogliono chiarezza. Penso a Salvatore Colella che ha polemizzato tutto il tempo con l’allora Sindaco Bovino sul cimitero. Con questa maggioranza, nella scorsa consiliatura, ha anche dato mandato ad un avvocato per sapere lo stato dell’arte pertanto immagino che non avrà problemi a far firmare ai consiglieri del suo gruppo la richiesta di commissione d’inchiesta con cui potranno essere auditi i diretti interessati e potrà emergere finalmente tutta la verità, come più volte da loro richiesto e urlato in consiglio comunale”.

 

Le criticità del porto e l’ex assessore Annese.

Ponte storico interrato e acque piovane verso le depandance dell'albergo

“Stesso discorso per il porto turistico – prosegue Maria La Ghezza (M5S) – La delibera di giunta a firma dell’Assessore Mariella Annese in occasione della scorsa consiliatura evidenziava una serie di criticità ma è rimasta senza seguito da parte dell’Ufficio tecnico. Inoltre, un ponte storico per il passaggio dell’acqua piovana è stato interrato senza alcuna preventiva autorizzazione e la sentenza del Consiglio di Stato che obbligava la Cala Ponte Resort a demolire il pergolato ad oggi non è stata ancora eseguita. Insomma, ci sono diversi aspetti, noti a tutti e su cui tantissimi colleghi hanno nel tempo polemizzato, che attraverso la commissione d’inchiesta potranno finalmente essere chiariti”.

 

Scopriremo la verità?

“Ho dato loro 7 giorni di tempo – conclude Maria La Ghezza (M5S) – Mi auguro che la mia richiesta di convocazione del Consiglio Comunale propedeutico all’approvazione delle delibere per le due commissioni venga sottoscritta da tutti i miei colleghi o quantomeno da chi, per onestà intellettuale, ha sostenuto determinate posizioni in questi anni. Sarà la volta buona che scopriremo la verità, come più volte annunciato in passato senza successo?”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI