Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Lomelo attacca: “Vitto vive la sindrome del secondo mandato”

Lomelo nel 2014, quando c'era il triumvirato Vitto-Lomelo-Colella

L’ex vicesindaco esprime solidarietà alla TeknoService e malizia: “Negli attacchi alla ditta dei rifiuti qualcosa non quadra…”


“Ho l’impressione che il sindaco stai vivendo la Sindrome del secondo mandato e non gli interessa nulla di amministrare”. Così, l’ex vicesindaco Mimmo Lomelo, nell’intervista che segue, analizza duramente e lucidamente l’attività politica e amministrativa di questo secondo mandato Vitto.

Si parla di un Salvatore isolato dal gruppo. Secondo lei perché?

“Credi che il paese sia interessato a un problema interno a una lista? Comunque non mi sottraggo. La lista è il frutto di una costruzione e aggregazione di candidature che non hanno nulla a che fare con Colella. Vi ricordate prima delle elezioni? Colella doveva essere il primo, invece se togliete Maglionico (con cui era ai ferri corti, ndr) e la Brescia la lista sarebbe scivolata molto sotto quota mille. Ma i due consiglieri hanno storia e esperienza da vendere. Il Colella li ha prima blanditi e poi scaricati. Parlo di loro perché non conosco la Liotino. Senza le deleghe fuori giunta ai consiglieri Brescia e Liotino bocciate dal Consiglio di Stato, il gruppo sta cercando nuovi equilibri. Credo che ora chiedono altro. Vedremo, ma non è questione interessante per il paese”.


Questa maggioranza politica rischia di spaccarsi? Cosa accadrebbe a quel punto?

“La maggioranza non è più quella uscita dalle urne. L’ho detto e lo ripeto, sempre di più pare un monocolore targato sindaco. Cosa vuol che accada… cercherà altrove. Vedo una stanchezza e un logoramento complessivo e non può essere diversamente, senza passione e entusiasmo”.


Che fine sta facendo la sinistra polignanese? Lei che ne pensa da esponente di sinistra?

“La sinistra o meglio la coalizione di centro sinistra nuova è da ricostruire e alla svelta, bisogna rimboccarsi le maniche. Io sono un rappresentante Verde Ecologista, la sinistra ha altri amici come esponenti”.


E il centrodestra? Forza Italia?

“Stanno in una fase molto complicata. Anche loro in crisi e assenti nonostante il bel risultato sulle deleghe. È cambiato il clima politico e anche loro”.


Parliamo di atti amministrativi. Vede qualcosa di concreto e interessante finora prodotto?

“Io no, anzi! Calma piatta! Non ho visto né atti, né scelte strategiche per il paese. Ditemi quali atti seri sono stati prodotti. Parlate con la gente per rendervene conto. Chi dovrebbe produrre gli atti? Tutte le deleghe bocciate cioè quelle fuori giunta e non sono poche non hanno responsabili e quindi senza input per la produzione di atti amministrativi”.


Quindi la giunta non è uscita dalla fase di rodaggio…

“Ancora devono iniziare la fase di rodaggio. Figurati! Intanto il paese aspetta…”.

 

Che ne pensa del nuovo PUM?

“Va corretto. I residenti hanno bisogno di più considerazione e in alcuni punti va corretto”.

 

E il Piano delle Coste ancora fermo? Non lo avevate promesso quando era in amministrazione? Secondo lei è fermo per interessi?

“Il Piano delle Coste è stato bloccato dal dirigente dell’Ufficio Tecnico. Dopo sei anni ancora è fermo. Vergogna! per chi ha violato la legge e ha trovato latenti appoggi per gestire e forse lottizzare le singole concessioni salvo poi, senza piano approvato, dare singole concessioni a privati senza gare per affidamento delle concessioni! Strano modo di gestire, non crede? Si blocca il piano e si danno concessioni a go go. Avevo chiesto di annullare quelle concessioni!”.

 

Quali concessioni?

“Concessioni demaniali sulle spiagge, come a Ripagnola”.

 

Anche le maglie turistiche avevate promesso. E intanto nella B4 si continua a ingozzare di cemento... Che fine hanno fatto le sue denunce?

“Io non ho promesso nulla. Ci sono strumenti urbanistici che prevedono a nord di Polignano (Monticelli) e a sud la zona Ta2. Nessuno vuol fare quel che è previsto, cioè alberghi e hotel, ma vogliono lottizzare per appartamenti e non destinazione urbanistica previste. Su quella ignobile e vergognosa speculazione urbanistica della zona B4* sta prevalendo l’omertà. Escluso due tre consiglieri, gli altri fanno finta di non vedere e i tecnici che si son prestati a quelle speculazioni dovrebbero fare mea culpa. Un ammasso di cemento vergognoso per il paese!”.

 

C'è qualcuno che salva di questa amministrazione e maggioranza?

“Il gioco della torre d’avorio non mi interessa. Non siamo qui per decidere chi butti giù dalla torre. La situazione generale è pessima e le responsabilità sono in capo a chi ha generato queste scelte. Il paese ha scelto così? Spero che capiscano che forse hanno sbagliato!”.

 

Vitto possibile candidato alle prossime regionali. Che ne pensa?

“Mancano due anni alle regionali. Troppo presto. Pensi ad amministrare! Comunque dovrebbe dimettersi per candidarsi, cioè manco a metà mandato. Complimenti!”.

 

Che stagione turistica è stata?

“Aspettiamo i dati ufficiali per declinare la stagione. Intanto ho notato un lassismo, una sciatteria e un abbandono dei servizi nel paese. Ma di questo ne parliamo in un’altra intervista”.

 

Che effetto le fa stare lontano dalla politica amministrativa locale? Che cosa avrebbe fatto lei se fosse in maggioranza?

“La politica è impegno a qualsiasi livello. Gli elettori hanno decretato la nostra estromissione, pazienza. Poi tutti si lamentano per i rifiuti e per la sicurezza. La colpa !?? Sempre degli altri! Vorrei dare massima solidarietà al corpo della Polizia Municipale lasciato solo e all’azienda TeknoService. Chissà perché da sempre oggetto di spregiudicati attacchi da parte di amministratori miopi e incompetenti rispetto a un’azienda che è stata sempre leale e disponibile. Qualcosa non mi quadra…”.

 

Vogliono un’altra ditta?

“Certo che se non ci fosse stata la Dott.ssa Maria Centrone e il sottoscritto ora ci sarebbe la ditta Falzarano con il dimezzamento dei servizi. Sono anni che vogliono togliere parte dell’appalto e in particolare lo spazzamento. Giudichi lei perché…”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI