Lunedì 24 Settembre 2018
   
Text Size

Salvatore Colella è sempre più solo

Salvatore Colella ä isolato dal gruppo

I suoi consiglieri non rispondo più.
Pellegrini: "Vitto potrebbe scaricarlo da un momento all'altro"


"L'assessore ai Servizi Sociali non ha fatto niente al di là della normale amministrazione, e forse non ha garantito nemmeno quella. Non esiste un Piano di Zona, è l'unico assessore ai Servizi Sociali a non averlo avviato, per disabili, anziani, ed altre categorie svantaggiate. Stiamo rimpiangendo Paolo Mazzone e Paolo Montalbò. Non esistono solo ricorrenze religiose, feste e manifestazioni da presidiare. E il problema delle case popolari: hanno fatto le graduatorie, e poi?".

Queste sono solo alcune delle osservazioni che il leader dell'opposizione, Domenico Pellegrini, ha analizzato nell'intervista che segue.

E poi c'è Domenico Matarrese "che è un facente funzione dirigente, non un politico!" – ricorda Pellegrini. "Per esempio abbiamo segnalato la scarsa pubblicità delle escursioni a Santa Barbara ed intanto, dopo che avete redatto l'articolo, guarda caso hanno predisposto i manifesti per la pubblicità. C'è assenza di programmazione, e paghiamo una Giunta che è deficitaria e che in diversi elementi si limita a prendere ordini!".

Pellegrini torna sulla questione mensa: "probabilmente c'è una irregolarità! Abbiamo chiesto il dettaglio dei bonifici, con quale cadenza sono stati effettuati…insomma la tracciabilità delle rimesse dai tabacchini alle casse comunali….e non abbiamo avuto nessuna risposta. Qui qualcuno rischia grosso!”

E ancora: quante domande hanno presentato per il concorso di assistente del sindaco? Quanti sono i candidati? Qual è la graduatoria? Da chi è composta? Qual è la commissione?

 

PIANO COSTE FERMO

Consigliere Pellegrini, ci sono interessi grossi in questa amministrazione? Per esempio il Piano delle Coste che è ancora fermo...

"La valorizzazione della costa è il punto nevralgico di Polignano che turisticamente è esplosa. Occorrerebbe conciliare un parco costiero con lidi di qualità che rispettino il territorio. Non dimentichiamoci che abbiamo chilometri e chilometri di costa. In questo modo aumenteremmo la nostra offerta turistica.

I titolari di b&b o case vacanza oggi fanno convenzioni con i lidi di Monopoli. Mettiamoci nei panni del visitatore, la prossima volta va a Monopoli non avendo la stessa nulla a che invidiare a noi. Quanto a servizi ci surclassa e hanno spiagge, hanno fatto passi in avanti nella gestione del turismo, e del cartellone estivo a differenza nostra.

A proposito di appuntamenti estivi, alcuni amici mi hanno detto che sono saltati alcuni eventi previsti nella brochure uscita tra l’altro in ritardo, e non hanno trovato iniziative nel centro storico. La gestione del programma è in ritardo e così come la scelta degli eventi avrei qualcosa da ridire. Anche lì ci vuole una consulta sul turismo; Polignano manca di un assessore al Turismo, paghiamo questa forte pecca. Il sindaco dovrebbe fare il primo cittadino o tenersi le deleghe più consone alla sua professionalità".

Non ci sono interessi grossi sul Piano Coste?

"Questo lo si può immaginare, però più volte abbiamo sollecitato, ripeto, la tematica. Di recente c'è stata una delibera di riapertura del Piano Coste, mi risulta inoltre che il consigliere Maglionico abbia preso con noi a cuore la situazione. Comunque l’intera tematica, importantissima, implica un discorso di concertazione, bisognerebbe fare riunioni, assemblee pubbliche, capire le reali esigenze, avviare una adeguata pubblicità, perché sappiamo tutti che ci sono interessi di privati, ci sono un paio di progetti già presentati. Nel frattempo non vedo il resto dell’amministrazione che sta spingendo verso il piano”.

 

PEPE INESPERTA, GIUNTA INEFFICIENTE

La giunta non funziona? Oltre a Doriana Stoppa, chi altri?

"Non funziona la Pepe. Sicuramente è una brava persona, ma la meno attinente a quell'Assessorato, e lo dicono i suoi studi. Fare l'assessore alla Polizia Municipale significa conoscere l'intero territorio, tale da poter prevenire i problemi, e non inseguire i disagi. Per quanta buona volontà ci sia, io avrei nominato un assessore più esperto.

Sui servizi sociali c'è tanto da fare: i contributi una tantum devono ridursi, o dare un riconoscimento economico in cambio di prestazioni per la comunità. Il problema del parco giochi non l'hanno risolto, dal punto di vista della gestione, sicurezza, pulizia.

L'asilo nido perché non parte? Perché nessuno scrive che la Liotino ha ridato indietro la delega allo Sport seppur illegittima? Anche sul piano dell'Urbanistica c'è un forte conflitto di personalità tra l'assessore e Maglionico che è un grande esperto. Sui Lavori Pubblici ho visto che sono stati presi finanziamenti ma non si parla di quelli persi e di quanto è bloccato. Per esempio il rondò in via Conversano che fine ha fatto? Perché tutto questo tempo? E la fogna di San Vito- San Giovanni? E il depuratore? Non si può prevedere uno spostamento nel 2020..."

C'è trasparenza nella gestione dei lavori pubblici?

"Se dobbiamo attenerci alle carte e a quello che leggiamo sull'albo pretorio qualche dubbio viene. Penso all'assegnazione della progettazione Pip al fratello della Ingrassia; è vero che è subentrata dopo, ma è un incarico vicino ai 100 mila euro e bisognava intervenire diversamente".

 

COLELLA ALLE STRETTE VITTO POTREBBE SCARICARLO

Colella e Vitto: Come va il rapporto? L'asse tra i due regge?

"Ho letto il vostro articolo provocatorio. Mi spiace che in questo momento dal punto di vista politico, per quanto possano nasconderlo, Colella dopo 40 anni è messo alle strette. I tre consiglieri eletti nella stessa lista non rispondono più, semmai avessero risposto. Anzi è Colella ad inseguirli! L'episodio del Centro Comunale Raccolta rifiuti che doveva sorgere nel palazzetto sportivo è emblematico; Salvatore Colella vuole farlo lì. E al momento non sappiamo ancora dove andrà realizzato. La verità di Colella è che il sindaco in qualsiasi momento potrebbe mandarlo a casa!".

Ci sono quindi dei mal di pancia...

"Ci sono perché è palese che al sindaco sono rimasti pochi fedeli. Essendo un secondo mandato, diciamo che i consiglieri viaggiano con più autonomia. Abbiamo consiglieri yes men e quelli che ragionano con la propria testa, per fortuna.

Il sindaco non sa ancora cosa farà alle elezioni regionali, perciò tiene tutti in standby. Se si candiderà dovrà dimettersi. E a settembre dell'anno prossimo saremo già in campagna elettorale. Tiene tutti buoni con le promesse, ha promesso la prossima candidatura a sindaco non solo a Franco De Donato, ma anche a Marilena De Donato. Ci sono poi anche altri consiglieri come la Brescia che potrebbero rientrare e nel discorso delle primarie. Se il sindaco dovesse non candidarsi più tirerà avanti e queste promesse salteranno! Intravedo quindi grande confusione, a discapito dell'azione politica e amministrativa. Ne va la qualità dell'azione amministrativa e i risultati si vedono".

 

SALVATORE DIALOGA A DESTRA

È vero che Salvatore dialoga altrove? Si sarebbe affacciato da voi...

"Io tendo a dividere l'amicizia e la conoscenza personale dalla politica. Questi incontri avvengono, sono scambi e confronti...." .

E il centrodestra?

"Dopo il confronto che avremo ad Everest venerdì sabato e domenica capiremo molto di più. Mi hanno individuato come relatore e saremo presenti con l’intero gruppo di Forza Italia Polignano. Esporremo la nostra attività. Ci saranno Tajani, Vitali, Sisto, Damascelli e tanti altri. Noi lì ci confronteremo e saremo anche critici, definiremo la nostra road map…. Sicuramente per Polignano stiamo lavorando per un centrodestra unito. A breve scoprirete novità, piacevoli sorprese!”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI