Mercoledì 16 Gennaio 2019
   
Text Size

Pellegrini lasciato solo a fare opposizione

Domenico Pellegrini e Umberto Silvestri

Consiglio comunale: il consigliere di Forza Italia incalza la maggioranza
sulle anomalie in bilancio


Si è svolto martedì 26 giugno il Consiglio comunale nel quale sono stati affrontati i seguenti punti all’ordine del giorno: approvazione del rendiconto di gestione per l’esercizio del 2017; l’approvazione del progetto di variante per la realizzazione del complesso parrocchiale al rione Madonna D’Altomare; l’individuazione degli immobili ricadenti in aree sottoposte a vincolo paesaggistico ai sensi del PPTR approvato con deliberazione della Giunta Regionale; adeguamento del regolamento comunale della commissione locale per il paesaggio integrata con figura espero Vas; approvazione variante isovolumetrica dell’insediamento turistico-alberghiero in località scattone; ed infine l’approvazione del regolamento dell’Osservatorio della sicurezza.

A tale proposito appaiono positivi i risultati raggiunti dal consigliere di opposizione Domenico Pellegrini, che in un primo momento da solo ha tenuto testa alla maggioranza per ciò che concerne l’approvazione del rendiconto di gestione per l’esercizio 2017.

 

Le anomalie sul bilancio.

Infatti, aggiunge Pellegrini: “a proposito del bilancio ho manifestato tutte le perplessità e anomalie che ho riscontrato nell’analisi del cartaceo, sono andato oltre il tempo che mi era stato inizialmente concesso proprio perché non si può ridurre a 10 minuti un dibattito su punti cruciali riguardanti il bilancio e di conseguenza le entrate e le uscite del nostro comune.

Ho messo in discussione la criticità di alcune scelte effettuate e portate a bilancio, nello specifico alludevo alla scelta di riportare importi in entrata mai effettivamente incassati, così come ho riscontrato una forte evasione fiscale che inevitabilmente si ripercuote su quei cittadini che già pagano le tasse, piuttosto che introdurre provvedimenti che possano combattere questo fenomeno, come avevamo proposto noi di FI con alcuni emendamenti, mettendo anche i cittadini in difficoltà, nelle condizioni di sanare il proprio debito.

Inoltre, per quanto riguarda il fondo crediti di dubbia esigibilità andrebbero verificati con un metodo semplificato piuttosto che con quello ordinario come ha fatto il nostro Ente. Questo significa che le uscite sono superiori alle entrate, di conseguenza se queste non vengono incrementate si potrebbe incorrere in gravi problemi di conto e gestione.

Malgrado ci sia una chiusura del bilancio pari acirca 3 milioni di euro è importante per un buon andamento di cassa che questo si concluda sempre in pareggio o in attivo ma mai in passivo.

Per quanto riguarda gli ultimi punti mi sono espresso positivamente a riguardo perché ritengo siano una buona occasione per creare nuovi posti di lavoro, ma ho anche espressamente fatto riferimento che le medesime opportunità siano create per tutti anche in futuro”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI