Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

Un depuratore unico per Monopoli e Polignano

Domenico Pellegrini e il neo sindaco monopolitano Angelo Annese

Domenico Pellegrini parla del neo sindaco monopolitano.
“Angelo Annese è un amico…”


I rapporti tra Polignano e Monopoli finora non sono mai stati idilliaci. Il nuovo sindaco eletto, Angelo Annese (centrodestra) è un caro amico di Domenico Pellegrini, il consigliere di opposizione di Polignano. I due collaboreranno insieme per ristabilire una intesa concreta.

Consigliere Pellegrini, vuole analizzare il voto a Monopoli?

“Ero sicuro di una vittoria chiara dell’amico Angelo Annese. Monopoli in 10 anni, grazie alle amministrazioni Romani è cambiata positivamente sotto molti aspetti. Ed Annese era ed è la giusta sintesi di una coalizione forte ed omogenea. Francamente lo sfidante Nuccio Contento non poteva a mio avviso ottenere un risultato migliore data l’evidente differenza tra la compagine di centrodestra e quella di centrosinistra. Praticamente un flop il risultato dei 5 stelle.

Angelo Annese è un amico. Ha sicuramente in testa la realizzazione di un depuratore in comune con Polignano, così come altri progetti che potrebbero portare vantaggi alle due comunità. Sarebbe bello domani poter sviluppare idee ed eventi in concomitanza”.

 

I rapporti tra la nostra città e Monopoli come sono e come dovrebbero essere?

“I rapporti tra le due città sono minimi. Al contrario Polignano e Monopoli dovrebbero collaborare e dialogare molto, in quanto per tante ragioni sono complementari. Chi oggi amministra la nostra Polignano pecca di poca lungimiranza e di inutile e ingiustificato narcisismo. Il gioco di squadra invece ha sempre pagato. Chissà domani, una guida della città di centrodestra ci aprirebbe una fantastica e necessaria collaborazione con i monopolitani”.

 

E a Polignano, che succede? Lei accennava ad alcune scottanti novità...

“Si dice che al secondo mandato spesso accada di tutto. Ed effettivamente stanno facendo di tutto per farsi notare negativamente e non solo. Vedo molta approssimazione, poco lavoro di squadra, provvedimenti adottati opinabili, incarichi discutibili e distacco totale con i cittadini e le loro reali esigenze. Per le novità vedrete… Spero inoltre in uno scatto di orgoglio di alcuni colleghi di maggioranza. Alcune volte sono costretti a sobbarcarsi demeriti e colpe non loro e ad alzare la mano a provvedimenti non condivisi”.

 

C'è stato un seguito alle vostre istanze? Pensiamo a quella sul conflitto di interessi nella nomina della Ingrassia...

“Per quel tipo di istanze alle quali fa riferimento, gli Enti preposti sono stati informati. Ci saranno sviluppi, così come a breve renderemo pubblico un altro incarico a dir poco da verificare. Su queste situazioni il sindaco non fa il pavone così come per la Bandiera Blu o le 5 Vele (riconoscimenti ascrivibili ad altri), bensì lo struzzo. Non si esprime, sa di essere probabilmente in difetto. Ne vedremo delle belle nei prossimi mesi…”.

 

E il cimitero? Che succederà?

“Proponiamo e riproponiamo la costituzione di una commissione ad hoc. I problemi sono tanti, dai loculi alle mancate opere realizzate, all’incuria, al degrado. Mettiamo da parte per una volta le responsabilità passate e lavoriamo seriamente in un tavolo comune, in modo tale che noi nuovi possiamo studiare la questione dettagliatamente e proporre idee e soluzioni. Non vi è nulla da nascondere giusto?”.

 

Lomelo sostiene dai nostri microfoni che anche il centrodestra polignanese ha problemi... non solo a sinistra...

“Mi impegnerò con tutte le mie forze affinché il centrodestra di Polignano si compatti, esulterò ogni volta che una figura nuova, giovane o priva di precedenti esperienze, deciderà di dare il proprio contributo. Cercheremo di azzerare ogni incomprensione passata, smaschereremo coloro che si adoperano solo nel creare contrasti. Le potenzialità sono enormi. Stiamo già lavorando in tal senso. Il centrodestra deve tornare ad amministrare Polignano”.

 

A Polignano si è formato un gruppo della Lega. Come sono i rapporti con questo nuovo soggetto politico?

“A Polignano vi sono più gruppi che intendono aderire alla Lega, tra cui molti amici, ed i vertici regionali e provinciali mi risulta che ne siano a conoscenza. Sicuramente a breve tutto verrà coordinato ed è naturale che dialogheremo necessariamente anche con loro per un centrodestra unito”.

 

Il trionfo delle civiche negli altri comuni segna la crisi totale dei partiti. Anche il vostro arretra nei sondaggi. Come mai?

“Alle elezioni comunali le civiche hanno sempre fatto la voce grossa. Non è una novità, in quanto serbatoio di estrazioni diverse, di gente accomunata da un programma redatto esclusivamente per la città. A livello nazionale adesso è il momento della Lega, i 5 Stelle sono in calo, i moderati devono rimanere tali, ma la politica è fatta di continui sviluppi e scenari”.

 

Che altro avete in cantiere?

“Saremo sempre il megafono dei cittadini e non faremo mai mancare il fiato sul collo di questa maggioranza che inizia a scricchiolare. E poi per settembre una bella novità!”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI