Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Il parco giochi avrà una gestione provvisoria

DORIANA STOPPA

L’assessore Stoppa: “Ho chiesto alle Associazioni del territorio un supporto per una gestione partecipata”


Che ne sarà del parco giochi Pinocchio? Lo abbiamo chiesto all’assessore Doriana Stoppa, che ha così risposto.

“Il Parco è, per il mio assessorato, ma per tutta l’Amministrazione una priorità perché abbiamo a cuore la cura dei bambini e degli spazi a loro dedicati. L’idea è che lo stesso venga candidato al bando regionale “LUOGHI COMUNI”. Si tratta di un bando al quale potranno partecipare associazioni che abbiano nel direttivo in maggioranza giovani under 35, i quali candideranno il proprio progetto di rivalutazione e gestione del luogo. L’idea è sicuramente quella di valorizzare la zona per quella che è, cioè uno spazio giochi per i nostri bambini, all’interno del quale possano trovare massima espressione e, in secondo luogo, è nostra premura dare la possibilità a ragazzi giovani di accedere ad un finanziamento che permetta loro di mettersi alla prova come imprenditori del sociale.

Sicuramente, però, nel frattempo, occorre trovare una soluzione alternativa. Proprio per questo ho incontrato in questi giorni le Associazioni del territorio, chiedendo loro supporto per una gestione partecipata del Parco. Mercoledì ci rivedremo per capire quanta disponibilità ci sia da parte di tutti e come, tecnicamente, gestire la situazione, ma prevediamo, nel più breve tempo possibile, che il parco torni a brillare”.


La settimana scorsa abbiamo affrontato il tema delle case popolari. Ci sono novità?

“Come già precedentemente sottolineato, non appartiene al mio assessorato la delega all’edilizia popolare. Sicuramente la necessità di avere alloggi popolari è molto forte e posso assicurare che alta è anche l’attenzione del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale a questa problematica”.


Quali altre novità e progetti futuri ci sono nell'ambito delle sue deleghe?

“Durante l’estate ci saranno una serie di attività che riguardano il mio assessorato. Partiamo innanzitutto con l’iniziativa “Insieme al mare” attuata con la collaborazione delle Associazioni UNITALSI e l’Araba Fenice. Dal 25 giugno al 6 luglio i ragazzi con diversa abilità potranno recarsi a mare, presso Cala Fetente con il supporto dei nostri amici volontari, sempre molto attenti e partecipi, che mi sento di ringraziare fin da adesso per la disponibilità, l’accoglienza e l’affetto con cui ci supportano.

Il 26 Giugno, Polignano sarà tappa di un importante progetto che coinvolge tutta l’Italia “ROUTHE21CHROMOSOMEONTHEROAD” promosso dall’associazione “Diversa-mente” che si occupa di inclusione sociale dal 2015. Si tratta di un viaggio in Harley Davidson durante il quale otto ragazzi affetti da Sindrome di Down attraversano l’Italia in moto, vivendo un’emozione speciale e misurandosi con delle vere prove di autonomia. Nel viaggio vengono accompagnati dal presidente dell’associazione Gianpiero Papasodero che ho avuto modo di conoscere precedentemente e con il quale condividiamo un’idea di disabilità intesa come possibilità e non come limite. Per il loro arrivo è prevista un momento di festa presso il centro anziani, anche in questo caso, ho chiesto il supporto delle Associazioni, convinta che solo in un’ottica di rete si possa lavorare per il bene comune. Inoltre si sta lavorando a pieno regime a tante altre iniziative, si stanno predisponendo gli atti per il nostro camposcuola, per il soggiorno termale e, durante la programmazione dell’estate polignanese ci saranno due serate di spettacolo promosse dalla comunità Nomadelfia, che lasciano un messaggio di fratellanza e solidarietà”.

 

I rapporti in maggioranza sono solidi? O ci sono delle crepe, come sostiene qualcuno?

“I rapporti sono solidi perché solido è il progetto sul quale, tutti insieme, stiamo lavorando. Se per crepe si intendono i confronti, le discussioni su tematiche importanti, il dibattito dialettico, beh… mi piacerebbe che ce ne fossero tante perché credo fortemente che solo attraverso il confronto si possano trovare le soluzioni migliori. Se le scelte dovessero esser fatte senza un minimo di brainstorming, saremmo di fronte ad un modo di fare politica vetusto e superato. Il gruppo, pertanto, a prescindere da quello che qualcuno può lasciar intendere per alimentare polemiche sterili e fini a se stesse, è solido e compatto e lavora costantemente all’unico obiettivo, quello di rendere Polignano una città migliore”.

 

E in giunta? È finito il tempo del rodaggio?

“La giunta sta lavorando ormai da tempo, il primo periodo è servito a misurarci con l’attività amministrativa, con le problematiche ed i tecnicismi da conoscere necessariamente per superarli, ma credo abbiamo ampiamente dimostrato tutti, quanto e quale sia il nostro impegno nell’ambito a ciascuno assegnato. Tanti sono i finanziamenti che ci siamo già aggiudicati, molti altri quelli per i quali ci siamo candidati ed ogni giorno, adesso parlo per me, sono in campo per cercare di alleggerire i problemi dei più bisognosi. Anche il gruppo giunta, pertanto, è coeso e saldo e lavora in modo costante ed attivo per il bene della comunità”.

 

Vuole aggiungere altro?

“Vorrei approfittare del suo spazio per dimostrare la mia vicinanza all’uomo prima, ed al politico dopo, Franco Mancini. Ha dimostrato, dopo un anno di tribolazioni e di attacchi più o meno velati, di essere un uomo e politico pulito ed onesto. Non ho mai avuto dubbi sulla sua moralità, ma oggi mi sento di dire, con maggior cognizione di causa, di aver appoggiato la persona giusta, per correttezza ed esemplarità morale e civica. Ho lavorato al suo fianco e a supporto dei ragazzi del laboratorio politico giovanile “La città che vogliamo” ed ora riprenderemo con più forza e vigore le nostre attività, scevri da condizionamenti di genere”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI