Lunedì 16 Luglio 2018
   
Text Size

Parcheggi: dal 20 giugno partono le multe

Le strisce gialle

Scatta la tolleranza zero.
Pellegrini critica il PUM: “I turisti devono parcheggiare fuori dal centro”


Le novità sul Piano della Mobilità Urbana (PUM destano perplessità ai consiglieri di opposizione del gruppo di Forza Italia. I cambiamenti apportati al Piano in vigore dal 1 Aprile sono sati annunciati dal consigliere Franco Mancini.

Il consigliere Mancini ha spiegato come il piano di mobilità urbana rappresenti l'occasione per vedere una volta per tutte il cittadino polignanese agevolato. Infatti, le strisce gialle disegnate in gran parte del paese permetteranno ai residenti della zona la possibilità di parcheggiare la propria auto in modo semplice e veloce attraverso l'esposizione di un pass, opportunamente ritirato presso il Comando di polizia municipale.

Dopo questa prima analisi però è sorto un problema, che ha determinato un periodo di valutazione di un mese, dopo il quale tratte le opportune conclusioni sono state poste in essere delle modifiche strutturali al progetto. Infatti, la novità comunicata in queste ultime ore fa riferimento al conferimento di un pass gratuito per tutti quei cittadini che abitano all'esterno della zona PUM.

In questo modo per i componenti di maggioranza viene confutata la voce dell'esistenza di cittadini di serie A e B. Bensì, attraverso questo pass gratuito con disco orario tutti i possessori potranno accedere nelle zone a strisce gialle per un periodo di tempo limitato al termine del quale sarà necessario garantire il posto auto a chi in realtà in quella zona ci risiede. Problema risolto. Questo progetto a dire dell'amministrazione è stato pensato con l'intento di permettere al cittadino polignanese di parcheggiare in totale facilità senza che questo trovi magari il posto auto occupato da un turista.

A questo punto ci sembra doveroso in merito a queste considerazioni proporre una nota del consigliere di opposizione Domenico Pellegrini il quale afferma: “Certamente avrei voluto trovarmi nella posizione di poter apprezzare e condividere il lodevole sforzo fatto per migliorare il piano di mobilità. Ma mi trovo invece a dover asserire che purtroppo si sta giocando alla coperta troppo corta, con questo intendo dire che i posti auto sono i medesimi e non è possibile così facendo agevolare sia il residente della zona ma anche quello che abita al di fuori del Pum.

Ora come ora sappiamo per certo che dal 20 di giugno non si scherza, partiranno le contravvenzioni per chi avrà parcheggiato in modo arbitrario sulle strisce gialle ma ad oggi a mio avviso il problema non mi sembra risolto. Servono più posti auto in proporzione agli abitanti presenti e ai turisti che arrivano. Per questo propongo che il centro del paese debba essere adibito solo ed esclusivamente alla sosta auto del cittadino polignanese, che sia giallo o blu poco importa ma il concetto cardine è che in paese parcheggia solo il cittadino. Mentre il turista che soggiorna o e di passaggio deve essere messo in condizione di raggiungere il centro con appositi mezzi navetta lasciando la propria auto in zone circostanti. Questo è il mio concetto di mobilità”.

Commenti  

 
#1 Incompetenti 2018-06-21 11:48
Vista la totale assenza di strisce bianche, dove parcheggia il residente che ha due macchine?Perchè agevolare chi abita al di fuori del pum e penalizzare chi risiede?Il secondo pass può essere anche a pagamento ma bisogna comunque prevederlo altrimenti fioccheranno ricorsi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI