Domenica 24 Marzo 2019
   
Text Size

Le opere pubbliche a che punto sono?

Il cantiere del sottopasso di Via Conversano

Rondò di Via Conversano ancora fermo. Sottopasso di Pozzovivo al collaudo. Finanziamenti per le scuole

 

Ci siamo domandati a che punto sono le opere pubbliche e le richieste di finanziamenti. Il vicesindaco e assessore alle Opere Pubbliche, Salvatore Colella, ci ha aiutati a fare il punto della situazione.

 

Come procedono i lavori per il sottopasso di via Conversano?

“I lavori del sottopasso proseguono ormai a ritmo serrato, stanno cercando di recuperare il tempo che hanno perso con lo spostamento dei sottoservizi. Si tratta di un'opera complessa difficile e con problematiche continue”.

 

Che sta succedendo al rondò di via Conversano? Come mai i lavori non partono?

“I lavori del rondò di via Conversano hanno subito notevoli ritardi dovuti alla condotta della SNAM che doveva essere dismessa entro il mese di settembre dello scorso anno e invece hanno bloccato l'erogazione ad inizio di quest'anno e solo circa 15 giorni fa hanno dismesso la condotta concedendoci il nullaosta per iniziare i lavori. Nel frattempo l'impresa appaltatrice aveva collocato in cassa integrazione gli operai per mancanza di lavoro e si attende che ciò finisca per iniziare i lavori del rondò. Noi stiamo spingendo affinché i lavori riprendano prima possibile”.

 

Quali sono i cantieri che partiranno a breve?

“Sicuramente la raccolta pneumatica dei rifiuti e il costone roccioso… contiamo per settembre. Stesso periodo pensiamo per il progetto relativo alla riqualificazione delle periferie che riguarderà via Kennedy e via V.C.Basile che è in assegnazione”.

 

E quelli in via di conclusione e di consegna?

“Il cavalcavia di Pozzovivo che è stato finalmente collaudato”.

 

Un giornale parla di finanziamenti e treni persi. Quali finanziamenti sono stati presi?

“Non so a cosa si riferiscono, non ho letto il giornale in questione. Possiamo affermare che partecipiamo a tutto quello che è possibile. Nonostante l'Ufficio Tecnico abbia poche risorse umane professionali che si sacrificano abbastanza per far fronte alle tante problematiche. Vorrei soffermarmi solo un attimo su quanto ci sta più a cuore. Le scuole: abbiamo intercettato una serie di finanziamenti tanto da mettere in sicurezza ed efficientare le scuole di S. G. Bosco, la Rodari e la scuola media P. Sarnelli. Mi preme informare che abbiamo partecipato ad una misura comunitaria con progetti riguardanti le scuole di S.G.Bosco per la sismica e la costruzione di una palestra. La scuola materna Don Tonino Bello e la Collodi per il consolidamento e messa in sicurezza. Per le stesse tre scuole, con l'aggiunta della scuola Don Milani di Chiesa Nuova, abbiamo partecipato ad un’altra misura ministeriale dove siamo entrati in graduatoria con tutte e 4 le scuole.

In questi giorni stiamo partecipando con gli stessi progetti anche al bando Regionale che scade a fine mese.Quindi caro Direttore non solo siamo attenti ai bandi per i finanziamenti, ma come vede partecipiamo a tutte le misure che vengono bandite.

Tengo ad informare la cittadinanza e la stampa che abbiamo partecipato ad un bando Regionale per l'efficientamento energetico ed ha riguardato sia la scuola materna S. Francesco che la sede comunale dove la settimana scorsa la Regione ci ha chiesto integrazioni che prontamente abbiamo inviato.

Abbiamo fiducia che la gran parte di questi progetti saranno finanziati”.

 

Edilizia scolastica: i cinque stelle le segnalano il bando regionale triennale...

“Come ho già detto i 5stelle possono stare tranquilli, tutte le scuole di Polignano non ancora sistemate sono state progettate ed abbiamo partecipato con essi a più misure. Ripeto: Comunitarie, Ministeriali e Regionali. Naturalmente li ringrazio per l’attenzione ma sono fortemente in ritardo”.

 

Che farete per il campo sportivo Madonna d'Altomare? La tribuna è fatiscente, il campo distrutto... Seguirete le proposte dei 5 stelle?

“Caro direttore, noi compatibilmente con le risorse siamo attenti su tutto anche per il campo sportivo che rappresenta la storia sportiva di Polignano. Come saprà presentammo un progetto per la sistemazione del terreno di gioco con erbetta sintetica e fu approvato e ottenuto un finanziamento con la cassa depositi e prestiti, fu espletata la gara ma andò deserta perché nel frattempo non stavamo più con i prezzi. Il progetto è stato adeguato e riapprovato; adesso chiederemo il finanziamento per poter procedere”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI