LETTERA AI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA

penna1

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta all'indirizzo dei consiglieri di maggioranza, scritta da Giambattista Giuliani.

__________________

Lettera ai consiglieri di maggioranza.

Grazie allo spazio concesso dai nuovi mezzi di comunicazione, mi permetto di scrivere una lettera indirizzandola ai consiglieri di maggioranza e alla giunta del comune di Polignano a Mare.

Ritengo che attualmente i componenti della  maggioranza politica di centro destra e della giunta siano suddivisibili in due categorie:

1) quelli che occupano la poltrona per convenienze personali o famigliari e non ci pensano nemmeno a perdere tali privilegi;

2) quelli che dotati di una reale coscienza politica e di senso del dovere tengono in piedi l'amministrazione per dovere istituzionale pur non condividendone l'operato.

Naturalmente mi rivolgo solo alla seconda categoria.

Sono un elettore di centro sinistra, quindi vostro "avversario" politico, vi scrivo per evidenziare il punto di vista di chi non ha votato per voi, ma vi ritiene persone degne di rispetto e stima politica. In particolare, mi rivolgo al gruppo ex An, più volte citato nel discorso del Presidente del C.C. Eugenio Scagliusi all'ultimo consiglio comunale.

L'attuale situazione politica polignanese meriterebbe un'analisi approfondita, ma non ritengo sia questo il momento o il luogo di farla. Né voglio dare la mia interpretazione alle parole del presidente del C.C., potrei averle male interpretate e magari attribuirgli un significato sbagliato.

Faccio un ragionamento spiccio e mi servo di un facile paragone: associo la figura del nostro sindaco Bovino a quella di Berlusconi, mentre Eugenio Scagliusi e il gruppo ex AN li assocerei a Gianfranco Fini e i suoi fedelissimi.

Come Berlusconi anche Bovino ultimamente è travolto dagli scandali, Fini pur non condividendo nulla dell'operato del governo mantiene la sua posizione istituzionale, non compete a lui far cadere questo governo, non può farlo. Da anni si prodiga in una fedeltà senza senso, che ne ha in parte snaturato la natura e i valori della destra, tutto questo nella speranza di una successione a Berlusconi che non avverrà mai.

Cari amici di AN guardate in faccia la realtà, Bovino non ha nessuna intenzione di abdicare, ma lui non ha il potere mediatico di Berlusconi e i suoi scandali e il suo malo modo di governare stanno trascinando anche voi nel fango. I polignanesi non sono soggetti ad un regime mediatico riguardo la politica locale, possono farsi un'idea in libertà, possono giudicare, lo hanno fatto molto severamente nei vostri confronti alle ultime elezioni provinciali.

La destra polignanese è allo sfascio, lo dicono i numeri e voi lo sapete benissimo. Avete paura che far cadere questa amministrazione potrebbe essere mal digerito dai vostri elettori? Sbagliate, non capiscono perchè continuate invece...

Capisco la difficoltà di chi occupa una carica "super partes", ma continuare questa esperienza amministrativa comporterebbe l'azzeramento dell'elettorato di centro-destra polignanese, il paese è allo sbando e ci rimetterebbero anche i cittadini.

Pensate al bene della comunità, prendete il coraggio a due mani, fate quello che va fatto.

Con stima

Giambattista Giuliani