Giovedì 24 Gennaio 2019
   
Text Size

Una proposta per superare la chiusura del Pronto Soccorso

La consigliera comunale Maria La Ghezza

Per sopperire alla chiusura del PPIma soprattutto alla mancanza di assistenza territoriale sanitaria, il Movimento 5 Stelle aveva proposto l’istituzione di un Centro Infermieristico Comunale, indipendente dall’ASL, già bocciato nell’ultimo consiglio.
Ma un’altra alternativa valida potrebbe essere l’istituzione del CPT (Centro Polivalente Territoriale): diverso dal CIC, si potrebbe definire quasi complementare (difatti una proposta non escluderebbe l’altra), nel quale viene assicurata h12 la presenza di personale medico ed infermieristico, coordinando il tutto con il servizio di 118 con la medicalizzata, e la Continuità Assistenziale.

Una proposta che arriva anche dal Comune di Ginosa, amministrazione 5 stelle, che già dall’anno scorso aveva avviato un dibattito politico in consiglio. Ora il sindaco di Ginosa presenterà quanto deliberato dal Comune presso la conferenza dei sindaci e presso il presidente della Regione, Emiliano, ovvero la richiesta di istituire questo Centro che rientrerebbe nel distretto ASL e sostituirebbe l’attuale PPI. Anche il Comune di Mottola si sta muovendo in tal senso, avendo affrontato il tema nell’ultimo Consiglio Comunale.

“Ad ora il sindaco Vitto è stato di altro avviso, anzirisulta non pervenuto – dichiarano gli Attivisti M5S di Polignano – da Presidente ANCI non è stato in grado di chiedere nulla ad una Regione, tra l’altro, del suo stesso colore politico. Addirittura, durante il consiglio comunale si è fregiato di portar avanti una battaglia, presso la corte di Emiliano, per far in modo di avere “il 118 h24”: in pratica il Sindaco Vitto sta chiedendo quel che avremo già da riordino. Prende in giro i polignanesi o si fa prendere in giro dalla giunta regionale? – proseguono i 5 Stelle – La riorganizzazione della Sanità in Puglia non può trasformarsi in una riduzione dei servizi e non può essere attuata con logiche puramente numeriche e, soprattutto, dati i tempi biblici che ci vorranno per completarla, bisogna impegnarsi a trovare delle soluzioni che funzionino nel frattempo, per non lasciare i cittadini e i turisti con scarsa copertura territoriale sovraccaricando, al contempo, il già oberato pronto soccorso di Monopoli. L’Amministrazione Vitto – concludono gli Attivisti M5S – saprà almeno copiare la proposta che viene da Ginosa o perché di un colore politico non gradito farà finta di nulla a danno dei suoi concittadini?”.

"Resta ferma la proposta del CIC - ribadisce la consigliera Maria La Ghezza(M5S)–che è stata bocciata dalla maggioranza in consiglio senza alcuna motivazione plausibile, nonostante le referenze di alcuni consiglieri di maggioranza. Eppure dare una risposta immediata e concreta alle esigenze sanitarie sul nostro territorio porterebbe solo vantaggio alla nostra cittadina, che diverrebbe punto di riferimento anche per i paesi limitrofi. E comunque – conclude la consigliera 5 Stelle – siamo alla seconda proposta del M5S mentre, finora, nessuna idea o azione concreta da parte dell'Amministrazione Vitto.. Speriamo di rimanere tutti in salute!".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI