Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

Sarà lui il prossimo candidato sindaco di centrosinistra?

Il presidente Franco De Donato

Franco De Donato viene indicato tra i papabili del dopo Vitto.
Il commento al Consiglio comunale


Il presidente del Consiglio comunale, Franco De Donato, viene indicato tra i possibili candidati a sindaco del centrosinistra nel dopo Vitto. Intanto, lo abbiamo intervistato a margine del Consiglio comunale della settimana scorsa.

 

Che ne pensa dell'ultimo consiglio comunale?

“Il Consiglio Comunale nel quale si discute dell'approvazione del bilancio di previsione è notoriamente un momento assai particolare per le implicazioni politiche che ne scaturiscono. Devo dire però che i lavori, al netto delle normali dinamiche politiche, si sono svolti in un clima assolutamente tranquillo, serio e fattivo”.

 

Ci sono stati episodi spiacevoli? Quali?

“Come dicevo prima, durante i lavori del Consiglio non ci sono stati episodi spiacevoli o che abbiamo creato tensioni. Quello che invece sento di evidenziare, per il rispetto che si deve al Consiglio Comunale come organismo e a tutti i consiglieri che ne fanno parte, è la profonda delusione per il comportamento del M5S che nel commentare a posteriori le decisioni assunte, ha a mio avviso denigrato il lavoro di tutti, parlando di "minestrone" e altro. Ora, senza voler far riferimento alla legittima critica politica, penso che ognuno di noi, in quanto eletti, debba avere nei confronti del Consiglio Comunale e del lavoro svolto da ognuno dei consiglieri il massimo del rispetto e della considerazione”.

 

Come mai avete rigettato tutte le mozioni?

“Non vi erano mozioni da discutere ma solo emendamenti presentati dalla minoranza che, pur in presenza dei pareri tecnici negativi, sono stati discussi. Nel caso dell'aggiornamento del regolamento della convivenza civile, alcuni contributi proposti dalla minoranza sono stati discussi e accolti favorevolmente perché migliorativi della proposta iniziale”.

 

Che ne pensa dell'opposizione?

“Sono il Presidente del Consiglio Comunale e non un docente che deve assegnare voti all'opposizione. Certamente, comportamenti come quello innanzi descritto sono, a mio avviso, da evitare perché deleteri per la credibilità della politica in genere”.

 

Che bilancio è stato approvato in Consiglio?

“Quello approvato in Consiglio è secondo me un bilancio "oculato" che ha tenuto conto delle esigenze di cassa dell'Ente senza trascurare le reali necessità della collettività. Ovviamente parliamo del bilancio di previsione che per sua natura sconta meccanismi tecnico-contabili particolari e che troverà conferma e piena attuazione nei mesi a venire, anche con l'inserimento di finanziamenti da ottenere o già ottenuti”.

 

Dal dibattito sulle presunte infiltrazioni mafiose, cosa è emerso?

“Il dibattito sui due punti sollecitati dalle minoranze si terrà nel Consiglio Comunale convocato per il giorno 26 aprile. In quella circostanza, tenendo conto dei pareri espressi dai tecnici e con i contributi alla discussione che sicuramente verranno dalle forze di maggioranza e opposizione, si cercherà di arrivare ad una proposta che vada, quanto più possibile, nella giusta direzione”.

 

Molti la indicano come il possibile dopo Vitto, quale candidato sindaco. Che ne pensa?

“Penso che sia poco utile o addirittura pericoloso cimentarsi nell'arte del pronostico. Sono un consigliere comunale, sono il Presidente del Consiglio Comunale ed il Sindaco è Domenico Vitto”.

 

PROSSIMO CONSIGLIO IL 26 APRILE

Infiltrazioni mafiose e centro infermieristico

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI