Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

Adesso il problema è che le opere pubbliche sono troppe! Intervista a Salvatore

Salvatore Colella e Domenico Vitto

Articolo pubblicato su 'La Voce del Paese - edizione Polignano' nelle edicole da venerdì 17 giugno.



Adesso il problema è che le opere pubbliche sono troppe!

Salvatore: “Una vera sciagura per qualcuno”. Ecco la demagogia folle della politica.

Intervista al consigliere su Via Roma, elezioni 2017, lavori a Lama Monachile e tanto altro


 

La demagogia è il vero male della politica, specie quando si è in prossimità di nuove elezioni. Polignano sarà chiamata a votare il sindaco e a rinnovare il Consiglio nella primavera del 2017. Per questo, la propaganda da un lato e la demagogia dall’altro versante, inquinano il dibattito. La demagogia di chi in passato ha già amministrato è ancora più sconcertante. L’era dei social network amplifica gli effetti, facendo di tutto un fuoco di paglia, senza logica e senza fondamento.

Un caso recente è quello dei lavori in lama Monachile: esponenti e utenti disinformati, divenuti strumento di politicanti, hanno sparato su Facebook senza prima informarsi. È accaduto per altre opere pubbliche del paese, accade sempre più spesso di finire nel mirino di soggetti consapevoli e non, pronti a strumentalizzare tutto e tutti in vista delle elezioni. E se qualcuno o qualcosa non sono attaccabili, anche una pioggia abbondante o l’invasione delle cavallette possono diventare colpe di una amministrazione.

Il paradosso, ora, è che si lavora troppo: il problema sono le troppe opere pubbliche! Troppo lavori, troppi fastidi e intasamenti, troppi rumori e operai al lavoro. Troppo movimento. A qualcuno tutto questo dà fastidio, e questo qualcuno lo scrive pure su Facebook: non se ne può più! Queste considerazioni a nostro avviso fanno parte di quella stessa mentalità retrograda che ha tenuto Polignano ferma per decenni, conquistandosi nel mondo l’appellativo di “paese masseria”. Oggi per fortuna il mondo ci conosce e ci apprezza per altro.

Parlando di opere pubbliche, abbiamo intervistato Salvatore Colella, consigliere delegato ai Lavori Pubblici, che replica alle critiche e ai disinformati consapevoli e non.

 


Consigliere Colella, rispolveriamo un po’ i fatti recenti. Lei ha chiesto le dimissioni del presidente Pellegrini. Si pente o lo rifarebbe? Dicono che non avevate i numeri...

“Se un consigliere comunale viene eletto tale, facendo parte di una squadra, e la medesima lo elegge anche presidente del Consiglio, si presuppone che c'è un rapporto di fiducia. Nel momento in cui questo rapporto di fiducia venisse a mancare, ci dovrebbero essere delle conseguenze naturali. Peraltro, nella mia lunga militanza politica non mi è capitato mai di incontrare persone che si comportano in un modo simile senza dare una spiegazione sufficiente e credibile. Senza contare che tutto questo accade solo nella parte finale del mandato, a ormai pochi mesi dal voto. Naturalmente nulla di personale sono le regole della politica. Per quanto riguarda i numeri beh, se la maggioranza del Consiglio comunale lo dovesse sfiduciare, sarebbe difficile rimanere sullo scranno in quelle condizioni”.

 

Gli innovattivi denunciano: spreco di denaro pubblico. Vi site dimenticati di fare lo scivolo per disabili. Assenza di programmazione? 

“Un piccolo ragionamento a posteriori ci ha indotti a spostare le strisce pedonali che ricadevano in direzione dell'ingresso carrabile dell'Arco Marchesale. Avrebbero potuto causare dei danni a persone sane e, ancor più grave, a persone diversamente abili. Quattro soldi valgono di più della vita di una persona? Penso proprio di no”.

 

Nei sondaggi lei avrebbe meno voti di un candidato a presidente di condominio. Per non parlare di Bovino che addirittura è sceso rispetto alle ultime comunali. Le viene qualche sospetto?

“Ma quali sondaggi, sono fatti a uso e consumo di qualcuno che per emergere ha bisogno di essere incensato. Quando mi sono candidato ho fatto grossi numeri ed è questo che conta, non le chiacchiere loro che si sognano la biada la notte come i cavalli. Peraltro, non essendo candidato e non avendo dato alcun consenso a sondare i cittadini sulla mia persona, lo trovo anche di cattivo gusto e non rispettoso delle persone. Specie se queste persone non manifestano alcun interesse come nel mio caso. Noi il candidato ce lo abbiamo già”. 

 

 largo ardito pozziglioni render

 

Intanto l'anti-corruzione blocca l'appalto del trasporto pneumatico. Che succede? Dobbiamo preoccuparci? 

“Assolutamente falso. A bloccare l'inizio dei lavori è stata una sentenza di sospensiva del Tar che entrerà nel merito ad agosto. Le motivazioni riguardano una mancata comunicazione che l'impresa vincitrice avrebbe dovuto fare. Per quanto riguarda l'anticorruzione ci hanno chiesto copia degli atti a seguito di una denuncia che hanno fatto i consiglieri Bovino, Scagliusi e Maringelli. Ormai a certe opposizioni in prossimità delle elezioni non gli rimane che sparare nel mucchio nella vana speranza di coglierci in fallo. Che peccato. Sono proprio messi male!”. 

 

Canalone San Francesco: abbiamo perso qualche finanziamento?

“No, assolutamente no! Era stato perso grazie a Bovino che pretese di bloccare i lavori in estate nei pressi di San Francesco. Fu accontentato e dopo i trionfi di Bovino, la ditta appaltatrice non riuscì a completare i lavori entro il 31 dicembre 2015, perdendo i finanziamenti. Grazie ai nostri buoni uffici, in Regione siamo riusciti in questi mesi a riottenerli e a ricominciare con i lavori”.

 

Via Roma. Come replica al manifesto?

“Via Roma è un caso a parte. Perché nel fare i lavori abbiamo riscontrato che i due tratti di fogna nera erano in uno stato inaspettato e cioè marci. Non potevamo che sostituirli rinnovando le tubature che erano vecchie di circa 80 anni. Anche la previsione del ripristino stradale era parziale e abbiamo pensato che dovevamo farlo per intero, come per le griglie per la fogna bianca che era prevista fino a via Garofalo, e abbiamo deciso di completarlo fino a via Rodolovich. Per non parlare della rete gas che affiorava appena sotto le chianche e sotto l'asfalto, quindi non in sicurezza. Si è ritenuto necessario far intervenire la società del gas per rimettere in giusta quota la rete.

Tutti questi lavori non previsti ragionevolmente necessitano di più tempo. È come se un chirurgo, mentre operasse un paziente, intervenendo su una patologia ne riscontrasse un'altra, ma pur di non ritardare nel tempo promesso congedasse il paziente senza curarlo completamente. Non sarebbe ragionevole. Ma per conoscere queste cose non c'è bisogno di fare un manifesto plateale, basta chiedere e vi sarà spiegato. La verità è che vanno tutti alla ricerca di uno scopo per mettere in cattiva luce l'amministrazione, in vista delle prossime elezioni, infatti quei manifesti prima non c’erano, non servivano, e qualcuno ha cambiato pure opinione senza avere il coraggio di spiegarne i motivi. È successo per piazza Moro, per piazza Garibaldi, per la pista ciclabile, ecc. Sono stanchi di rincorrere le tante opere realizzate e in corso di realizzazione. È una vera sciagura per loro, invece una grande conquista per i Polignanesi”.


 Le ruspe giù a Lama Monachile

Da dove saltano fuori quei lavori vicino al ponte con tanto di ruspa? Dicono che non avete messo subito nemmeno il cartello…

Sì, quei lavori sotto il ponte sono stati appaltati nel 2011, in un unico progetto accanto al canale pluviale che parte dal cimitero, attraversa la C2, via San Francesco e Villa degli aranci, per sfociare in lama Monachile. Poi abbiamo già realizzato la fogna bianca in piazza Trinità, passando per piazza Sant’Antonio, via Vivarini e via Rodolovich. Sotto il ponte verrà realizzata una vasca per il trattamento delle acque di prima pioggia giacché in quel punto c'è il recapito finale di quasi tutta la fogna bianca del paese e, come è noto, le acque di prima pioggia sono inquinate e inquinanti. Per quanto riguarda il cartellone con le indicazioni è già presente da quasi due anni in via Lepore, da dove cominciammo i lavori. Mi meraviglio che i consiglieri comunali chiedono spiegazioni in pubblico dimostrando di seguire poco e male i lavori amministrativi”.

 

Lomelo sostiene che alle prossime comunali bisogna aprire alle forze esterne come socialisti e Idv. Lei è d'accordo?

“No, io ritengo che dobbiamo partire da noi, così come stiamo valorizzando i nostri uomini e le nostre donne che ci hanno permesso di realizzare le tante iniziative e opere in tutti i settori amministrativi. Poi dobbiamo aprire a quelle forze che ci hanno sostenuto con correttezza, facendo opposizione quando era necessaria e appoggiando le cose utili per il paese. Tutto il resto ci è stato e ci è ostile. Non possiamo trasformarci in un tram per raccogliere all'ultimo minuto tutti quelli che all'ultimo non sono riusciti a mettere su un progetto credibile”.

Commenti  

 
#15 Angelica 2016-08-22 15:44
Vitto come mai hai (di nascosto) nella tua maggioranza i ' prenditori' Lorenzo Lamanna e Dino Lamanna?....
 
 
#14 Polignanese 2016-08-22 15:40
Vitto vai via sei stato un grande imbroglione un affarista PRENDITORE.....ma le tue OPERE PUBBLICHE dov'è stanno? Noi vediamo solo quelle tue PRIVATE...
 
 
#13 Peter 2016-07-07 15:16
Colella si dice che potresti essere il motivo che a quanto pare CALA PAGURO RISTORANTE non abbia nessuna autorizzazione e venga difeso da questa amministrazione non facendo controlli come capita a noi ristoratori certo se fosse vero a l'impossibilità di firmare autorizzazione sarebbe l 'ennesimo abuso sotto gli occhi di tutti come la scalinata del ristorante Grottone .
 
 
#12 no 2016-07-06 09:50
vedo che i maghi della spartizione
dello s-partitismo stanno già tirando le somme
 
 
#11 x gianniBosco 2016-07-04 18:12
Avrà perso pure tanto ma ha anche acquistato tanto vedi:
Lucia Brescia 400 ( amica)
Dino Lamanna 400 ( alias lorenzo lamanna detti i prenditori in campagna elettorale)
Pietro Maglionico 200 ( colui che in campagna elettorale veniva attacato sui palchi dalla maggioranza per i concorsi truccati)
vai così sindaco e volevi il nuovo .... venatin vè tu i salvatour colell
 
 
#10 Amletici!? 2016-06-29 09:14
Nel paese stanno promozionando i primi sommovimenti (?) partitici, clanistici (?), affaristici e salottieri (?); Tutto sarà verificato, appena possibile e vedremo quel che resterà in piedi! Vedere un "esportatore di buoni affari" che, all'improvviso, si è messo a dare da le pagelle a questo o quello, da che pulpito!, ci dice in che condizioni è Polignano! Per responsabilità, sia che si parli di politica e/o altro, di un paese amorfo e senza linfa partecipativa e di responsabilità individuale. Il M5S, smettendo di fare propaganda e tartufismi vari, se comincia a dire quel che farebbero loro (La macchina amministrativa e chi vi lavora dentro è, a dir poco, arrugginita e megalomane!, ma, ad oggi, non hanno mai detto niente a proposito) per rimediare a queste e ben altre problematiche, sarebbe una speranza per tanti compaesani! Altrimenti sarà ancora, come sempre!, guerra fra bande e lobby economiche e di interessi particulari!
 
 
#9 GianniBosco 2016-06-29 06:37
caro vitto hai perso durante la tua amministrazione GIovanni Abbatepaolo, 200 voti,
Focarelli 150 voti
G. Mancini 140 voti
M. Pellegrini 440 voti
Italia dei valori e socialist 700 voti
Per un totale di oltre 1700 voti senza contare i 'meno famosi che sono centinaia.
Vitto che aveva preso come sindaco il 53% con 2000 voti mancanti perde il 17% scendendo al 36%.... Serve un centro unito per mandarli definitivamente a casa. Bisogna fare le primarie
 
 
#8 IDV?? 2016-06-27 11:59
Diciamolo che Quero sta con Pellegrini.
 
 
#7 pop 2016-06-24 10:04
aggiungo che il tratto finale è ormai l 'unico che si fa in tempo a tutelare visto che sull'affluente lama Sant'Oronzo si è costruito come se fosse un terreno edificabile e sul braccio cimitero-C2 -Villa aranci si è steso cemento , creando una corsia di accellerazione per le acque piovane che adesso arrivano sempre più veloci giù in spiaggia Lama Monachle ,sporcandola e distruggendola ad ogni acquazzone :-x
 
 
#6 ridicoli 2016-06-23 17:02
caro direttore hai dimenticato di chiedere a Salvatore: come fai ad essere così buono?
 
 
#5 maipiucol 2016-06-23 11:58
sciamn i caus ca n ama soffr
 
 
#4 Gino 2016-06-22 17:03
Salvatore,SINDACO SUBITO !
 
 
#3 IDV? 2016-06-22 16:06
la lista IDV,inesistente allo stato attuale, invero il suo candidato consigliere tra i più suffragati di Polignano , non farà assolutamente parte della coalizione del candidato sindaco Vitto, questo per onestà lo si dica e lo si scriva,e questo è un impegno ed una promessa, e noi manteniamo le promesse.....
 
 
#2 pop 2016-06-22 14:43
bisogna riqualificare il tratto finale di Lama Monachile sempre più brutto :-x
lama ormai relegata a sfondo scenografico per scritte pubblicitarie , istallazioni "artistiche", cartelli "vendesi" , messaggi da auguri o di cordoglio su tela, ciminiere a vista , tendaggi e ombrellaggi vari , coperture provvisorie che di provvisorio non hanno niente. :-x
 
 
#1 pop 2016-06-22 14:43
bisogna riqualificare il tratto finale di Lama Monachile sempre più brutto :-x
lama ormai relegata a sfondo scenografico per scritte pubblicitarie , istallazioni "artistiche", cartelli "vendesi" , messaggi da auguri o di cordoglio su tela, ciminiere a vista , tendaggi e ombrellaggi vari , coperture provvisorie che di provvisorio non hanno niente. :-x
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI