Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

La maggioranza si ricompatta. Intervista al sindaco Vitto

Sabato è stato un Consiglio più tranquillo  

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - ediz. Polignano (uno dei 10 comuni del network)" nelle edicole da venerdì 4 dicembre


La maggioranza torna stabile

Il sindaco Vitto commenta il “golpe” fallito

di chi professa: Togliti tu, che mi devo mettere io! 

 

Rientra l’allarme in maggioranza. Il “golpe” inscenato dall’opposizione esterna e interna, è per ora miseramente e goffamente fallito. Nell’intervista che segue, il sindaco Domenico Vitto lancia segnali distensivi.

Sindaco, è rientrato l'allarme in maggioranza? Come mai?

“Ho sempre vissuto le tensioni in maggioranza come parte fisiologica di ogni attività amministrativa. Abbiamo vissuto gli ultimi due consigli comunali all'insegna della complessità. Si parlava tanto e c'erano molte aspettative da parte di chi scommetteva sul panettone consumato o meno. Nonostante i disturbatori di turno che hanno fatto degenerare la discussione, ho notato con piacere che la maggioranza è viva e vegeta. Non può essere altrimenti quando una squadra di governo macina risultati su risultati. È stato bello vedere il documento a sostegno del Sindaco firmato con convinzione da chi veniva additato da alcuni come cospiratore. I firmatari di quel documento hanno dimostrato maturità e attaccamento al programma di governo. Mi piace pensare che ogni nuovo provvedimento adottato dalla nostra giunta sia una basola in un percorso lastricato di ottime azioni in tutti i settori. Da più parti ci viene riconosciuta la bontà del nostro lavoro…. Ecco, parlando di basole mi è venuto il magone...”.

Si riferisce alla polemica di Focarelli su via Roma?

“La questione di via Roma è molto semplice, ma nonostante l'abbia scritto sulla mia pagina fb e l'abbia comunicato in molti modi, qualcuno utilizzata le chianche per fare polemica sterile. Il tutto si può sintetizzare in poche parole. Raddoppiare la porzione lastricata significa che alle basole esistenti verranno aggiunte altre per sostituire i tratti in asfalto o marciapiedi fatti con materiali di ogni genere.

Naturalmente le nuove basole non saranno di pietra lavica o di plastica trasparente, saranno compatibili a quelle già esistenti. Non sembra difficile capire il senso di "raddoppiare", vero? Eppure su questo argomento si sono sprecate un sacco di parole. Non rinuncerei mai a quelle chianche che rappresentano la nostra storia e la nostra identità, ma rinuncerò con molta facilità al cemento sui marciapiedi e ad interventi passati che nulla hanno a che vedere con la bellezza. Davvero provo compassione per i nostalgici del cemento e del degrado. Stessa cosa si può dire per Cala Paguro.

C'è un giornale che ha fatto battaglie in passato per salvare Cala Paguro dal degrado e ora ci attacca per aver speso soldi per riqualificare quella stessa zona. Questa informazione distorta per assecondare la polemica politica non mi piace affatto. E mi fa infinita tenerezza chi segue e apprezza i rarissimi commenti negativi del mio post su facebook di fronte alle 56 mila visualizzazioni e alla marea di consensi”

Cambiando argomento, ci voleva la segnalazione dei genitori per evacuare la “Pascali”? Non potevate intervenire prima?

“Innanzitutto va precisata una cosa fondamentale: la scuola non è, e non è stata a rischio crolli. Qualche anno fa è stata fatta una relazione dall'ing. Massimo Centrone che ha escluso pericoli del genere in seguito ad un controllo statico. In questa situazione ci sono state segnalate delle infiltrazioni che avevano creato dei gonfiori negli intonaci. Lo spostamento dei bambini è stato deciso per salvaguardare gli stessi dal potenziale pericolo di caduta di calcinacci. La decisione presa dal dirigente dell'Ufficio Lavori Pubblici ing. Giuseppe Stama e dal dirigente scolastico prof. Lino De Donato è stata opportuna e tempestiva.

Voglio rassicurare la cittadinanza e i tanti genitori che l'intero edificio della “Rodari” sarà interessato tra pochissimi giorni da una ristrutturazione totale (spesa di circa 900mila euro). Questa è l'ultima scuola ad essere interessata da lavori di messa in sicurezza e da migliorie per quanto riguarda l'efficientamento energetico. I diritti dei bambini (anche i miei figli frequentano quella scuola) e la tutela della loro incolumità sono principi inderogabili per ogni uomo che si rispetti e per ogni comunità. Il terrorismo psicologico su questi temi è inaccettabile”.

 

Sabato è stato un Consiglio più tranquillo

 

Ma tutte queste telecamere serviranno a girare un altro film?

“Serviranno alla tutela dell'ambiente, alla sicurezza dei nostri cittadini e alla salvaguardia degli arredi urbani. Abbiamo previsto telecamere ad ogni ingresso del paese e in questa prima fase vogliamo lavorare in sinergia con le forze dell'ordine per prevenire i crimini e gli atti vandalici. In seguito alle numerose segnalazioni da esercizi commerciali e abitanti del centro storico abbiamo deciso di dotare i nostri incantevoli vicoli di un sistema completo di videosorveglianza. Stesso discorso per la tutela dell'ambiente contro i cittadini con la ‘c’ minuscola che disprezzano il territorio con l'abbandono dei rifiuti. Questo è il senso dell'agire politico, lavorare su tutti i fronti per il benessere di chi a Polignano ci vive e di chi lo ama pur non vivendoci”.

Avete appaltato il servizio di raccolta pneumatica dei rifiuti. Vuole dire qualcosa?

“Questa è una delle sfide più importanti di questa amministrazione. Aver ricevuto un finanziamento così importante e portare avanti un progetto pilota in Italia ci rende orgogliosi. I lavori partiranno a breve e renderanno la raccolta e lo smistamento dei rifiuti più razionale ed efficiente. Se la prima fase di sperimentazione andrà bene, molto probabilmente la Regione ci aiuterà ad espandere su tutto il territorio questa modalità innovativa nel panorama italiano. Abbiamo da poco ricevuto un finanziamento di circa 300 mila euro che abbiamo deciso di destinare alla costruzione di un centro di raccolta per le attività commerciali, che alla chiusura dei locali potranno depositare i rifiuti differenziati. Non ci possiamo permettere la visione di bustoni di rifiuti indifferenziati sui marciapiedi. Posso dire una cosa che non mi ha chiesto?”.

Prego.

“ Voglio ringraziare i cittadini del sostegno e dell'entusiasmo con cui accolgono il cambiamento in atto. Tutto qui”. 

Commenti  

 
#21 Illluminato 2015-12-15 18:45
Ritoli oggi con Vitto , Cienne ed Andresini ieri con Bovino, la storia non cambia vincono sempre le migliori ditte, che poi fuori polignano nessuno li conosce.
 
 
#20 concorso 2015-12-14 19:00
ma c'è qualche concorso in corso?
 
 
#19 tempo scaduto 2015-12-14 14:30
Certo che si ricompatta la maggioranza! Esattamente come si ricompatta con la colla un vaso rotto ! Rimane pur sempre un vaso rotto!
 
 
#18 Mamma mia 2015-12-14 14:14
Gli ingegneri sono diventati peggio degli avvocati per quanto sono sciacalli.
 
 
#17 X comm 15 2015-12-14 14:11
Perdonami ma del mio commento hai capito poco o nulla...parlavo di imprese edili locali, che comunque danno lavoro a tanti polignanesi, e che se e quando lavorano fuori Polignano sono costrette a pagare il pizzo e a subire furti e disagi di ogni genere e invece qui da noi basta accontentare squallidi tecnici o amministratori e tutti fanno finta di niente. Il tuo commento mi trova perfettamente d accordo ma stiamo parlando di 2 cose diverse.
 
 
#16 Percomm.2 2015-12-13 14:13
Quel tre volte grazie mi dice che a furia di leccare, qualcosa sulla tua lingua ti rimarrà sempre.
 
 
#15 up 2015-12-12 08:05
vorrei ricordare che tantissimi polignanesi lavorano fuori a causa dell'asfittico panorama imprenditoriale locale , causato dal pluriennale succedersi di pessime amministrazioni comunali "polignanesi " che hanno castrato lo sviluppo del paesello non facendo sviluppare porti scuole ospedali aree industriali . Fare pertanto del
becero piccolo campanilismo è davvero ridicolo .
 
 
#14 E no 2015-12-11 22:44
E no...caro cittadino, a Polignano non si fa così; in questo paese si preferisce sempre dar da "mangiare" ai forestieri. Speriamo sia davvero la Ritoli Costruzioni. Premetto che sono un piccolo artigiano e vorrei raccontarvi una cosa che mi ha raccontato un mio amico qualche settimana fa: c'era da aaffidare un appalto per una grossa ristrutturazione a Polignano, hanno partecipato parecchie imprese di Polignano, tra le quali alcune che lavorano bene ed altre di fuori. Vengono aperte le buste e il lavoro viene affidato ad una impresa di Mola nonostante questa impresa a Polignano ne avesse combinate di tutti i colori e nonostante diverse imprese locali avessero fatto prezzi decisamente più bassi. Allora uno si dovrebbe chiedere come può succedere una cosa del genere, semplice, semplicissimo, basta un amministratrice, un direttore lavori compiacenti e un paio di condomini un po' fuori di testa e il gioco è fatto. Un giovane ingegnere di Polignano semisconosciuto e un amministratrice di Monopoli che lavora in paese da tanto tempo (rispetto verso il paese che la sfama uguale a 0) capaci di affidare lavori a forestieri con il consenso di alcuni pseudo polignanesi tra i quali uno che ha anche un attività a Polignano e dice di aver votato i molesi perchè per un paio di mesi questa impresa ha lavorato vicino al suo tabaccaio e ha comprato qualche sigaretta da lui; comunque signor Tabaccaio le comunico che io e chi la pensa come me non metterà più piede nel suo locale. E tutto ciò è stato possibile nonostante altri spingevano per un impresa locale in particolare. Svegliatevi compaesani che questi ci rubano il pane. Ben venga Ritoli e ben vengano tutte le imprese di Polignano che lavoreranno alla ristruttirazione della Rodari,:
 
 
#13 UN CITTADINO 2015-12-10 17:37
SPERIAMO CHE SIA LA RITOLI COSTRUZIONI, GRAN BELLA REALTA' POLIGNANESE, SERIA, PUNTUALE ALLA CONSEGNA DEI LAVORI. ALLA SAN GIOVANNI BOSCO TUTTI I LAVORI SONO STATI REALIZZATI A REGOLA D'ARTE. MA LA COSA INTERESSANTE E' STATA LA PARTECIPAZIONE DELLE DITTE E MAESTRANZE INTERVENUTE TUTTE DI POLIGNANO. BRAVI.
 
 
#12 Per strano ma vero 2015-12-10 13:44
Porta l'ombrello !
 
 
#11 colellapersempre 2015-12-10 12:39
Fiero di avere un assessore ai Lavori Pubblici come Lei sempre presente sui cantieri a controllare i lavori, grazie assai assai!
 
 
#10 Ex vitto 2015-12-10 10:34
manca poco hai finito di prendere in giro la gente signor sindaco .....
 
 
#9 strano ma vero 2015-12-09 18:24
Signor Sindaco potrebbe gentilmente scrivere il nome della ditta aggiudicataria dell'appalto che interessa la scuola Rodari, no perchè alcuni maligni sperano che non sia la stessa vincitrice dell'appalto di un'altra scuola, ( fortemente sponsorizzata dalla dirigente scolastica), in cui non si ha il coraggio di dire ad alta voce che alla prima pioggia , pioveva anche all'interno della scuola stessa
 
 
#8 rimpasto 2015-12-09 14:24
Far cadere un amministrazione non ha senso: i Polignanesi non sono stupidi e stanno vedendo che oltre alle opere pubbliche e i festival sonori l'amministrazione attuale non ha argomenti! Dunque meglio farli sfogare,farli agire tanto manca molto poco al termine del regime.
 
 
#7 zappatrill 2015-12-08 17:37
caro colella salvatore non ti dimenticare dei dirigenti cosa dicevi. alla prossima campagna elettorale ti ricorderemo noi adesso stai tranquillo e finisci il tuo mandato da sindaco e da tutto fare.
 
 
#6 Vitto per sempre 2015-12-08 13:39
Per ultimo : tranquillo abito a Polignano e cerca di toglierti la banana dagli occhi e vedi i paesi limitrofi in che condizioni stanno.cit
 
 
#5 loripeto. 2015-12-08 13:00
L'adulatore o lecchino è un insicuro che dà sicurezza all'adulato.
cit. Roberto Gervaso
 
 
#4 UNRGENTE 2015-12-08 08:09
COLELLA, VISTO CHE SEI STATO RICONFERMATO, ADESSO FAI RUOTARE GLI IMPIEGATI. I CITTADINI RINGRAZIANO.
 
 
#3 ultimo 2015-12-07 21:03
x Vitto per sempre ....se quella che fai è IRONIA...ci può pure stare se se quello che scrivi lo pensi veramente....secondo me abiti a TRIESTE eeeee vieni a Polignano ....solo una domenica ogni quattro mesi....a meno che ,sei sul libro paga di....vnatin
 
 
#2 Vitto per sempre 2015-12-07 11:47
Fiero di avere un Sindaco come lei. Complimenti per il cambiamento.Grazie grazie grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI