Polignano decida cosa vuol fare da grande

Gialluisi giuseppe vigili polignano

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - edizione Polignano (uno dei 10 comuni del network)" nelle edicole da venerdì 30 ottobre.

 

Rimpasto di Giunta: il commento di Pino Gialluisi

 

A fine OTTOBRE 2015!, è stata partorita, dopo un doloroso e lungo travaglio, la nuova Giunta! Ovviamente, era lecito attendersi un totale ricambio, che non voleva essere giudizio negativo verso la Giunta uscente, vi sarà tempo per farlo!

Il Sindaco ed i partiti della maggioranza, sostituendone alcuni e non dando spiegazioni chiare e convincenti, lo hanno già dato! Ripartire con politici e laureati nuovi e senza remore e vincoli con il lavoro della giunta precedente ci sembrava cosa più utile! A questo punto, da cittadini -non sudditi!-, auspichiamo altri e più lungimiranti obiettivi programmatici e socio-culturali, e non il solito elenco di cose da fare (che non si possono realizzare nei 16/18 mesi che vi rimangono) e da dare in pasto ai mezzi di informazione ed ai lettori!

La nuova Giunta e/o qualcuna/o dei nominati, sia pur con grave ritardo, per responsabilità non loro, prendano a cuore la tutela seria ed integrale della costa da Cozze a Torre Incina. Trovando con celerità ed urgenza i mezzi finanziari per un "serio convegno per la realizzazione del Parco Costiero e Marino" - fatto con fior di studiosi e gestori di Parchi ed aree protette di grandissimo successo- come quelli già ben realizzati in varie parti del territorio Italiano! Polignano, deve, con urgenza e finalmente, decidere cosa vuole fare da grande!

Ormai è chiaro a tutti, pensiamo!, che al settore agricolo e della lavorazione dei prodotti dell'agricoltura, va sempre più stimolato quello del turismo, sempre più qualificato, per far crescere occupazione e redditi nel paese! Non ci si può barcamenare fra un turismo di massa (poco redditizio e molto caotico ed incivile) e punte di turismo d'alta fascia, I due segmenti turistici, hanno visioni, aspettative e redditi differenti!

A Polignano, l'imprenditoria privata, con le sue realizzazioni di alta qualità, si è già indirizzata. Le varie e diverse amministrazioni continuano a tergiversare e cincischiare, rincorrendo e reprimendo, quando vi riescono, abusi e sfasci territoriali e paesaggistici e tante inciviltà diurne e notturne! Pertanto, a nostro parere, vanno realizzate le migliori condizioni strutturali ed infrastrutturali per attrarre turismo nazionale ed internazionale e di alta gamma: E' un turismo cui volentieri scarpinerebbe da Cozze a Torre Incina, nuoterebbe e visiterebbe grotte e fondali unici, originali e di grande bellezza! Il Parco delle 5 terre in Liguria, è stato studiato, discusso e realizzato in pochi anni. In funzione dal 1999, a tutt'oggi, vanta decine e decine di milioni di presenze turistiche stanziali e, per di più, con una alta percentuale di turisti europei e non! Lo stesso, è utilizzato tantissimo, da Aprile a Novembre, e promoziona redditi ed occupazione elevati! 

GIUSEPPE SANTE GIALLUISI