Domenica 20 Ottobre 2019
   
Text Size

Lomelo vince in trasferta. INTERVISTA su rimpasto e altro

vitto lomelo domenico vitto mimmo lomelo

Articolo pubblicato in anteprima su "La Voce del Paese - edizione Polignano (uno dei 10 comuni del network)" nelle edicole da venerdì 2 ottobre.

  

L'INTERVISTA A LOMELO 

Rimpasto di giunta: “Basta perdere tempo. Si decida”

 “L’assessorato esterno è un errore!”

“Siamo in ritardo con la programmazione autunnale”

 

Polignano batte Taranto all’Assemblea Regionale dei Verdi Puglia, celebratasi domenica 27 settembre presso la Masseria Carmine, nelle sperdute campagne del tarantino.

Mimmo Lomelo ha vinto la sua battaglia contro le epurazioni ordinate da Bonelli, vincendo in trasferta, e organizzato una “gita” ecologista in pullman. Per come era stato volutamente scelto il posto, il più sperduto possibile, andare in auto e trovare un parcheggio sarebbe stato impossibile. Ha prevalso così lo spirito ambientalista con buona dose di astuzia. Il consigliere Lomelo ha riempito la corriera e portato a Taranto quasi un centinaio di persone per dare un segnale forte al segretario nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, il quale lo aveva sospeso dal partito ambientalista durante l’ultima campagna elettorale per regionali, colpevole di aver appoggiato Michele Emiliano presidente, e in forza della cui vittoria a governatore di Puglia Mimmo Lomelo era candidato consigliere regionale.

Lomelo si è preso la rivincita e cancellato così l’editto, riprendendosi il suo spazio nel partito. Ha messo in minoranza un gruppo ambientalista che avrebbe prevalso per la sola appartenenza in un territorio martoriato e inquinato come Taranto.

Lomelo, che potrebbe diventare assessore o vicesindaco nel rimpasto di giunta in atto a Polignano, ai nostri microfoni non nasconde l’esultanza. Tra l’altro, al tavolo del sindaco Vitto si è presentato più rafforzato.

“Questa vittoria a Taranto vale doppio – esulta Lomelo – Abbiamo portato quasi un centinaio di persone e abbiamo stravinto, conquistando cariche e ruoli, consiglieri federali, blindando il direttivo regionale dei Verdi. Domenica, la maggioranza ha rispettato una mozione che io avevo seguito e per quale sono stato massacrato contro tutto e tutti. Appoggiare Emiliano era una scelta obbligata poiché con l’8% di sbarramento non potevamo avere la forza di andare soli. Io preferisco continuare un dialogo anche conflittuale, mentre i tarantini preferivano fare i fondamentalisti, andando contro tutto e tutti e per conto loro. Ma hanno perso, spalleggiati e coperti malamente dal segretario nazionale Bonelli”.

Ora si attende l’Assemblea Nazionale dei Verdi che si terrà a novembre. Ma nel frattempo, incombe la pratica del rimpasto da sbrigare subito, perché è passato troppo tempo. Vero consigliere Lomelo?

“Va chiuso velocemente. Il 29 settembre ci siamo riuniti all’interno del partito. Capisco che ciascuno giochi a carte coperte, ma ora bisogna sbrigarsi e fare questo rimpasto”.

Sarà Flavio Oliva il vostro assessore?

“Non sono io che nomino, è il sindaco che distribuisce le deleghe, come egli stesso ci ha ricordato nell’ultima riunione di maggioranza. Perfetto, lo faccia”:

Ma quindi? Non sarà più lei l’assessore?

“Ripeto, i partiti danno le indicazioni di massima, a fronte di deleghe che distribuisce il sindaco. Mi permetto solo di far notare che queste deleghe si costruiscono sulle persone, quindi tutti gli aspiranti devono darsi una calmata…”.

Anche Oliva quindi deve calmarsi… Ma lei, consigliere Lomelo, non doveva fare il vicesindaco?

“Per due mesi e mezzo si è detto che se Salvatore non fosse entrato in giunta accettando un assessorato, la carica di vicesindaco sarebbe spettata a me. Ora il sindaco deve spiegare perché si sta facendo marcia indietro”.

Ma quindi lei è ancora disposto a fare l’assessore… E a quali condizioni?

“Non è scontata nessuna cosa. Ripeto, voglio prima delle spiegazioni rispetto alla marcia indietro sulla carica di vicesindaco. Quanto alle condizioni, io nelle procedure sono corretto… non sono un ragazzino alla ricerca di poltrone e di assessorati. Ho fatto un bel po’ di storia. Il mio futuro è ormai alle spalle. Se serve alla coalizione, ben venga una presenza di alto profilo”.

E coi tempi? Come stiamo messi?

“Basta cincischiare. Sono mesi ormai. Ora la scusa della programmazione estiva non c’è. È finita pure la Targa del Crocifisso. E siamo pure in ritardo con l’organizzazione culturale dell’autunno e la programmazione del teatro. Il piano della viabilità e delle spiagge sono ancora fermi. Anche la tassa di soggiorno io l’avrei approvata da due anni. Avrei lavorato per far emergere il nero e sarebbe così raddoppiato il numero delle strutture ricettive censite. La tassa di soggiorno serve per dare un servizio migliore ed efficiente. Entro il 2015/16 il sindaco deve far emergere tutto il nero. Invece si temporeggia e non si decide”.

La civica ipotizza un assessore all’Urbanistica monopolitano? Che ne pensa?

“Anch’io in passato ho ricevuto diverse richieste. Alcuni amici mi hanno chiesto di fare l’assessore fuori Polignano, ma non mi sono mai permesso di accettare. Inoltre, già in passato l’ha fatto l’ex sindaco Di Giorgio con pessimi risultati; si prese un architetto di Monopoli un generale in pensione di cui nessuno conosceva l’esistenza facendogli fare pure il vicesindaco. Nell’ultima fase amministrativa che stiamo attraversando, pescare dal’esterno è sbagliato. Come l’architetto Musa insegna, che è stato un grande errore”.

Commenti  

 
#6 equazione 2015-10-08 06:48
Polignano sta a Monopoli come Triggianello sta a Polignano! La centesima contrada!
 
 
#5 vecchia politica 2015-10-08 06:46
"L'esperienza e un delle tante menzone convenzionali,che non serve a niente,ogni evento della vita e un fatto nuovo e va affrontato con l'intuizione della Giovinezza"! Basta con il vecchiume e largo ai giovani!
 
 
#4 Orrori 2015-10-08 02:38
Perseverare negli ORRORI non ha scusanti. L'orrore è Lomelo che ancora parla. Ma ancora più orribile è il farlo parlare ed ascoltarlo. Ormai può solo organizzare le gite a Taranto. Magari ha pagato il biglietto a tutti con la pensione pagata da noi ed avuta come segno di ringraziamento per non aver fatto un c......... nella vita. Ma d'altra parte, siamo in Italia! Archiviatelo! Sperando che in archivio lo accettino e che non rovini pure il deposito del l'archivio.
 
 
#3 APR E COSC 2015-10-04 22:36
CARO IL MIO LAMELA(?), QUANDO LE FACEVO IO ED IL MIO PARTITO -USARE TRUPPE PREZZOLATE E SERVILI PER ANDARE A CONQUISTARE "BASTIGLIE PARTITOCRATICHE"- SALTAVI SU E FACEVI IL MORALISTA ED IL RIVOLUZIONARIO IN COMPAGNIA DEL TUO EX SOCIO ED ANCOR OGGI BEN PAGATO CON SOLDI PUBBLICI PER UN INCARICO (A VITA?) RICEVUTO DALLA PARTITOCRAZIA! LE STESSE COSE FATTE DA TE SONO LOTTE E BATTAGLIE DEMOCRATICHE RIVOLUZIONARIE E POLITICHE?
 
 
#2 il gatto e la volpe 2015-10-04 15:52
indovina chi è il gatto e chi è la volpe............la colpa non è la loro ma di chi li ha votati....ciucccccccccccc la prossima volta imparate a votare.
 
 
#1 ULTIMO 2015-10-04 11:22
Dottor Lomelo....si faccia acquistare da chi non la conosce...tanto qui a Polignano sono in tanti a conoscerla....TROPPI.. statt a cast
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI