Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

Depuratore e puzze a Polignano. Arriva l'assessore Giannini

Franco Mancini depuratore santino elettorale promesse  

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - edizione Polignano (uno dei 10 comuni del network)" nelle edicole venerdì 18 settembre.

 

Depuratore consortile? Ipotesi reale

L’assessore regionale Giannini in visita a Polignano.

“Per lo spostamento del depuratore i tempi non sono brevi”

 _____________


CLICCA QUI PER RIVEDERE IL NOSTRO VIDEO E INCHIESTA

SUL DEPURATORE DI POLIGNANO

 

“Bisogna pensare a un depuratore consortile anche per Polignano”. L’ipotesi è stata lanciata da Giovanni Giannini, assessore regionale ai Trasporti e Lavori Pubblici della giunta Emiliano, che con 128 voti alle ultime elezioni regionali è stato il terzo consigliere del Partito Democratico più suffragato, dopo Marco Lacarra (sostenuto dal sindaco Vitto – 711 voti) e Maio Loizzo (324 preferenze) nominato presidente del Consiglio regionale.

L’assessore Giannini è stato ospite del consigliere Franco Mancini (delegato alla Viabilità e Unesco), in un incontro con la stampa sulle problematiche del depuratore cittadino e micidiali puzze, tenutosi mercoledì 16 settembre 2015, alle ore 19:30, presso la sede del Laboratorio politico giovanile "La città che vogliamo” in via Girasole n°75.

Mancini ha aggiornato l’assessore circa l’incontro di lunedì tenutosi al depuratore assieme ai rappresentanti dell’Acquedotto Pugliese (AQP), i quali hanno assicurato che dal 15 novembre i lavori saranno terminati e non si sentiranno più i miasmi (vedi approfondimenti nelle altre pagine).

“Il depuratore – ha precisato Mancini rispondendo alle nostre domande – non si può spostare immediatamente altrimenti si configura un danno erariale, visto che sono in corso dei lavori di ampliamento e potenziamento.  Ma – chiarisce – la volontà politica è di portarlo via da lì nei prossimi anni”.

Paolo Palmieri Franco Mancini e l'assessore regionale Giannini


Ma ci sono soluzioni per ridurne l’impatto visivo?

L’assessore regionale Giannini ci riporta alla realtà e risponde: “L’Acquedotto porterà avanti il progetto con un impegno specifico: eliminare i cattivi odori e portare a termine alcuni interventi di schermatura dell’impianto stesso tramite barriere verdi. Parallelamente comincia la discussione sullo spostamento del depuratore, per il quale si prevedono tempi non brevi, poiché bisogna localizzare il nuovo sito, modificare il piano di tutela delle acque, infine trovare le risorse per la progettazione e la realizzazione”.

“Quando venni a Polignano – ricorda Giannini – qualcuno si permise di dire che stavo prendendo per il cu** gli elettori e che la pista ciclabile non doveva farsi. Invece, la pista ciclabile si è fatta. Oggi con onestà intellettuale, dico che lo spostamento del depuratore di Polignano non si realizza in un arco breve di tempo.

In ogni caso, prima o poi il fenomeno doveva esplodere, perché il depuratore è insufficienze”.

Intanto, il depuratore ampliato nasce già sottodimensionato: passerà da un dimensionamento per 15mila abitanti, a 35mila, pur tuttavia insufficiente a detta degli stessi dirigenti dell’AQP. “Per questo bisogna cominciare a pensare ad una ipotesi di depuratore consortile” – ha osservato Giannini.  

Resta da capire come mai finora i finanziamenti per l’ampliamento siano arrivati in ritardo e i lavori si siano inceppati. “La dott.ssa Portincasa dell’Acquedotto Pugliese (AQP) ha detto che c’è stato problema di progettazione... – spiega il geometra Paolo Palmieri – i progettisti messi dal comune non avevano ottemperato ad alcune indicazioni.

Quindi l’AQP ha fatto proprio il progetto e ha cercato di recuperare un finanziamento regionale di 800mila euro destinato a coprire le vasche. Tuttavia l’AQP sostiene che la copertura delle vasche sia pericolosa perché rischia di scoppiare, perciò le vasche nuove (CLICCA QUI PER RIVEDERE IL VIDEO) saranno a cielo aperto, senza che queste diffondano cattivi odori, infatti l’AQP assicura che dentro queste vasche non ci saranno liquami ma acque già trattate”.

“Quella del depuratore deve essere una battaglia bipartisan, battaglia che noi abbiamo intrapreso già nel 2012” – ha concluso Franco Mancini, mostrando uno degli slogan del sindaco Vitto stampati e diffusi durante le elezioni comunali del 2012, che recita così: “Spostamento depuratore”.

 Franco Mancini depuratore santino elettorale promesse

*Foto di Nicola Teofilo

Commenti  

 
#15 -10 2015-10-11 11:21
E quel Palmieri in foto cosa c'entra????
 
 
#14 xfire 2015-10-10 19:35
vai a vendere le mozzarelle ...
 
 
#13 ugo 2015-10-04 20:15
avevi promesso che ti dovevi ritirare dalla vita politica...ti do un consiglio fallo presto sei lo zimbello di tutto il consiglio comunale capisci a me.
 
 
#12 tiziano 2015-10-04 20:06
si nu pagliacc
 
 
#11 paolino 2015-10-04 15:54
franco stat ferm i cit iè megh
 
 
#10 umberto 2015-10-03 18:21
Più ti conosco e più mi affezziono agli animali
 
 
#9 unesco 2015-10-02 23:09
Vogliamo che il DEPURATORE diventi patrimonio dell'unesco!
 
 
#8 fanciullo 2015-10-02 16:55
Ho convinto mio padre a non frequentare più quel gruppo di illusi dove a capo c'è un ciarlatano.
 
 
#7 pfm2806 2015-10-02 12:11
GENTILISSIMO...MA TU VIVI SOLAMENTE DENTRO LE AUTO CON CUI "INSEGNI" A GUIDARE ???? SECONDO ME E' PROPRIO COSI'....NON HAI ,COME TUTTI COLORO CHE FANNO PARTE DELLA MAGGIORANZA-VITTO,IL BUON SENSO E L'UMILTÀ ,DI "CONFRONTARSI" CON LA GENTE COMUNE....PERCHE' SE COSI FOSSE NON RILASCERESTI NEANCHE QUESTE "MISERE" INTERVISTE...NESSUNO TI HA SPIEGATO CHE "CHI VINCE NON DIVENTA "RE" PER CUI DIFENDE SOLO QUELLI CHE STANNO DALLA LORO PARTE...MA DIFENDE L'INTERESSI DI TUTTI E VOI DA COME AMMINISTRATE SIETE CONVINTI CHE QUESTA "REGOLA" VALE SOLO PER I CRETINI....vinatin..
 
 
#6 ettore 2015-09-30 19:12
non se dic manc wiv a lu re, e ti permetti di dire male della prima repubblica nonostante governi con alcuni di loro. DIMETTITI
 
 
#5 Senzapallle 2015-09-30 13:11
Le persone come tè, fanno rimpiangere i vecchi politici.
 
 
#4 polignanese 2015-09-30 11:03
io tra lo spostare il depuratore e cacciarti dal consiglio comunale opto per la seconda .... venatin che si nù chiacchiaroun
 
 
#3 G.G.S. 2015-09-30 08:14
ARRIVA L'ASS.RE GIANNINI E TUTTO SI SMORZA E SI FA FUMO! E GLI IMPEGNI SERI PRESI IN CAMPAGNA ELETTORALE? CON BUONA PACE DI GIANNINI E DELLA INTERA GIUNTA EMILIANO, IL DEPURATORE E' DA SPOSTARE! TUTTO IL RESTO E PRESA PER I FONDELLI E PER IL CULO DI UNA INTERA COMUNITA'!
 
 
#2 Lupin 2015-09-30 02:04
Aveva ragione il sindaco che non ti voleva come candidato,quante barzellette racconti ancora,e poi affiggi i manifesti che inneggiano all'educazione.QUANTI POVERI RAGAZZI HAI ILLUSO.
 
 
#1 paliativo 2015-09-29 20:07
Non vogliamo soluzioni Paliative dovete spostarlo se ne siete capaci? Basta con il PIC,MALEDETT I SUBT! Esiste un politico con delle visioni strategiche oppure solita minestra Democristiana un po di destra e un po di sinistra!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI