Venerdì 20 Settembre 2019
   
Text Size

Salvatore Colella: intervista su Aro, sottopassi e replica all’ex sindaco Bovino

salvatore colella maria centrone vitto baby sindaco daniele simone flavio oliva don vito benedetti franco mancini modesto pellegrini fabio caprio

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - edizione Polignano (uno dei 10 comuni del network)" nelle edicole da venerdì 25 settembre.


Sottopassi allagati. Salvatore:

“Colpa della pulizia e delle bombe d’acqua”

_______________

"BOVINO NON SI È OCCUPATO DELL’INTERESSE PUBBLICO"

"Inqualificabile la sua gestione dei Lavori Pubblici, per modi, qualità e quantità!

E mi fermo qui…"

  

 

Il sottopasso di Via Castellana, appena messo in sicurezza, non ha retto alla prima pioggia di domenica 20 settembre; acquazzone breve ma intenso, tuttavia non certamente monsonico, o paragonabile solo per scherzo alla tragica alluvione del lontano 2006, che provocò tre morti in tutta la provincia di Bari e allagamenti lungo le lame di Polignano abusivamente edificate o adibite ad agricoltura.

Eppure, domenica scorsa lungo il sottopasso di recente inaugurazione, che collega Via Lepore a Via San Francesco, un uomo e una donna sono rimasti bloccati all’interno di una Bmw semiaffogata nel sottopasso, mentre cercava di raggiungere i parcheggi di Sant’Oronzo. La coppia è stata tratta in salvo grazie all’intervento tempestivo e professionale degli agenti della Polizia Municipale di Polignano, che hanno estratto dall’abitacolo e caricato a spalla i due malcapitati. Un video reportage diffuso su www.Polignanoweb.it ha registrato numerosi accessi e commenti, sollevando non poche polemiche. In questo video abbiamo ripreso tutte le zone critiche lungo la costa e le lame, compreso il Cala Ponte resort, complesso alberghiero del porto turistico.

Naturalmente chiediamo conto di questo, e altro, a Salvatore Colella, consigliere delegato ai Lavori Pubblici.

 

Consigliere, prime piogge e prime grane. Come la mettiamo con i sottopassi? Si è allagato perfino quello appena inaugurato...

“Sì, purtroppo quando si tratta di vere e proprie bombe d'acqua come è successo domenica pomeriggio è difficile controllarla perché la violenza e la furia dell'acqua trascina di tutto, e se si otturano le griglie è difficile smaltire l'acqua velocemente. Sarà importante mantenere l'ambiente pulito a monte dei sottovia per evitare queste sorprese. Ma ripeto, quando si tratta di straordinarietà è difficile gestire le situazioni. Mi piace in queste circostanze ringraziare Paolo e quanti si sono adoperati accanto a me, contribuendo al ritorno alla normalità entro la serata di domenica stessa”.

salvatore colella maria centrone vitto baby sindaco daniele simone flavio oliva don vito benedetti franco mancini modesto pellegrini fabio caprio


Questa volta può replicare all'ex sindaco Angelo Bovino? L'ha attaccata nuovamente sulle opere pubbliche...

“Rispondere a Bovino non serve, devono parlare i fatti, e Bovino di fatti ne ha fatti! Peccato che non sono commentabili, non hanno sicuramente riguardato l'interesse pubblico. Diceva Andreotti che il potere logora chi non ce l’ha. Immaginate chi ce l’aveva e adesso non ce l’ha più. La nostra amministrazione, seppur con molti sacrifici e tanto lavoro, sta portando a casa risultati mai ottenuti nel passato. La sistemazione di tutte le SCUOLE con la messa in sicurezza e l'ammodernamento di ‘S. GIOVANNI BOSCO’ della Scuola media ‘P. SARNELLI-DE DONATO’ e nei prossimi mesi toccherà alla ‘RODARI’ appena finanziata e da considerarsi come una occasione storica.

Fare l'elenco delle opere già realizzate come le STRADE DI CAMPAGNA, la PIAZZA PRINCIPALE del paese, il sottovia ‘SAN FRANCESCO’ il parco giochi BABY PARK, la sistemazione e bonifica di tutta l'area di LAMA MONACHILE, la FOGNA SUGLI ASCHITELLI… lungo è l'elenco delle opere che sono in itinere come la PIAZZA ALLE SPALLE DEL COMUNE, la PISTA CICLABILE, il SOTTOVIA DI SANTA CATERINA, il CAVALCAVIA DI POZZOVIVO, PIAZZA GARIBALDI appena cantierizzata, nei prossimi giorni riprendono i lavori della FOGNA A SAN VITO E SAN GIOVANNI.

Abbiamo appaltato i lavori di GROTTA PALAZZESE e del BASTIONE DI SANTO STEFANO. Abbiamo appaltato i lavori tanto attesi di LARGO GROTTA ARDITO, mentre la Commissione nei prossimi giorni sarà chiamata a valutarne le proposte arrivate. È stata bandita la gara per la RACCOLTA PNEUMATICA DEI RIFIUTI.

Nei prossimi giorni parte il bando per VIA ROMA. Abbiamo aggiudicato i lavori di sistemazione di CALA PAURA ed infine il DEPURATORE che ci verrà consegnato entro il 15 novembre prossimo, al netto delle odiose puzze, con la promessa dall'Acquedotto Pugliese che ne sta curando i lavori per conto del comune. Questa è la mia risposta a Bovino che in cinque anni ha gestito i lavori pubblici in maniera irraccontabile per quantità, qualità, oltre che per i modi. La saggezza mi consiglia di fermarmi qua… per adesso”.

Che succede ai cantieri delle piazzette nei pressi della caserma? I lavori sembrano nuovamente bloccati... 

“No, sia pur lentamente si va avanti, lo stato di avanzamento ritarda ad arrivare e quando la benzina e poca si va più piano”.

Ha cambiato posizione sulla questione ARO, alla luce degli ultimi provvedimenti della Regione Puglia che ha bloccato tutti gli appalti?

“No, non ho cambiato affatto idea. Anche perché prima o poi con l'ARO si deve avere a che fare. Il problema non è l'ARO, si va se siamo soddisfatti nelle nostre esigenze, questo ho detto nella passata intervista non sono uno scriteriato. È chiaro che dovendo prima o poi  fare i conti con l'ARO, il confronto è necessario farlo per evitare che ci estraniamo nella formazione delle regole per poi doverle subire senza aver dato il nostro contributo.

Io nella scorsa intervista mi ero soffermato piuttosto sul cattivo servizio che ci offre l'attuale appaltatore. È arcinoto che di tanto in tanto l'ufficio di PM, addetto al controllo, emette verbali di contestazione per alcune decine di migliaia di euro. Ci sono una serie di chiarimenti che il sindaco ha chiesto al dirigente del servizio circa la cattiva qualità del servizio. Che si sta operando in un opificio non autorizzato in Via Conversano, a differenza di quanto previsto in capitolato,  ove peraltro si sono consumati abusi edilizi con ordinanze di demolizioni e ripristino dello stato dei luoghi.

Non è stata realizzata alcuna isola ecologica prevista nel capitolato, permettendo ai cittadini e ospiti sporcaccioni o non in regola con la tassa, di infestare l'intero territorio creando un grave disagio per la raccolta e un danno grave all'immagine del nostro paese. Non possiamo nascondere che si agisce su richiesta per la derattizzazione, deblattizzazione e disinfestazione. Lo spazzamento lascia assai a desiderare, la pulizia dei bagni è scadente e periodica, come la custodia dei bagni è quasi inesistente. Questa è la critica che mi permetto di muovere.

Ci vuole rispetto per i soldi dei cittadini che pagano servizi che non vengono resi. A questo si deve rispondere! Piuttosto che ingaggiare sottobanco  uno pseudo professionista per attaccare l'ARO ed implicitamente sostenere chi gestisce oggi il servizio, con la teoria meglio questo cattivo servizio che uno peggiore che potrebbe venire”.

Tuttavia, consigliere, noi ci auguriamo di non dover rimpiangere e ammettere, tra qualche mese, che si stava meglio quando si stava peggio.

Commenti  

 
#14 aladino 2015-10-01 09:34
ma delle fontane non parla mai , e un mese che in piazza trinita' e rotta ,vorrei sapere quando la farai metter a posto, colella datti una mossa .
 
 
#13 belin 2015-09-30 08:36
la fogna a san vito e san giovanni ormai è come l autostrada salerno reggio calabria , lavori che non finiscono mai..
 
 
#12 X com 11 2015-09-29 20:34
Perché opere di una certa importanza, come quelle che avere ereditato, non si progettano e realizzano in 5 anni. Poi per quanto riguarda i Sal si pagano dopo le opere non prima.
 
 
#11 quand chiaccr 2015-09-29 09:50
se è vero che erano tutte opere ereditate dalla precedente amministrazione perchè non le hanno fatte loro? cosa gli mancava? siam tutti bravi a progettare sulla carta, possiamo anche progettare di fare il Colosseo, se poi non lo si realizza rimane carta straccia, di cui farne buon uso...
 
 
#10 SAL - mah 2015-09-29 07:54
bhe, se non si è a conoscenza di quando si pagano i SAL, non vi resta che studiare il codice degli appalti !! mah !!
 
 
#9 Vigile a 3 mesi 2015-09-29 05:10
Trovati un lavoro serio...
 
 
#8 Zappull 2015-09-28 20:52
L'invidia e l'accanimento della gente è schifoso in questo paese.
Salvatore stai facendo un buon lavoro, vai avanti così!!
 
 
#7 I vu d four 2015-09-28 20:18
Salvatore, visto che sei così bravo nelle opere pubbliche, spiegami una cosa, i SAL si pagano prima della realizzazione delle opere o dopo?????
 
 
#6 2.0 2015-09-28 15:51
Questa giustificazione poteva andare bene quando le " bombe d'acqua" erano una rarità... Purtroppo, ad oggi, questi acquazzoni violenti, che scaricano in una sola volta i ml di acqua che cadrebbero in periodi ben più lunghi, sono una costante di cui tenere conto sia in fase progettuale sia in quella successiva della manutenzione... Altrimenti cosa si chiamano a fare le figure professionali : i sottopassi, sennò, li potredde progettare un muratore!( credo sarebbe meglio!!!)
 
 
#5 Zappppppatrilllll 2015-09-28 14:06
Colella, me le opere, tu le hai ideate, progettate, approvate, appaltate e realizzate, oppure ti sei seduto a tavola e non hai fatto altro che mangiare quello che altri avevano già programmato??????
 
 
#4 soluzione 2015-09-28 13:28
Ma noooooo! basta dire ai cittadini di non andare in bagno e si risolve la questione del DEPURATORE e poi dire al PADRE ETERNO di far cadere su Polignano solo poca pioggia e lentamente! Ed i problemi si risolvono.
 
 
#3 Condor 2015-09-28 13:23
Meno male che Salvatore c'è, se non ci fosse bisognava inventarlo. Il buon Salvatore ha la memoria corta, le opere pubbliche elencate, che sono in atto è frutto di un duro lavoro fatto dalla precedente Amministrazione Bovino, ma non vogliamo meriti, perchè il Paese ha riconosciuto in loro la capacità di far emergere Polignano vista la mole di voti presi alle elezioni. Io mi domando, ma è possibile che la giunta Bovino era così scarsa, la gente si è resa conto da quale bancarotta è riuscito il Sindaco Bovino a tirar fuori il Paese, dalla famosa TRICOM, e se parliamo della situazione della zona C2 dove mancavano strade, scolo delle acque piovane, ora è diventata la zona più bella del Paese con la realizzazione di un canale idraulico, e di tutte le opere pubbliche che il consigliere Colella ha elencato, si è sempre Bravi ad elogiare opere che non sono farina del proprio sacco. Devo riconoscere che sono Bravi a farsi pubblicità quello che è mancato nella precedente amministrazione.
 
 
#2 Rigo 2015-09-28 08:45
Buon uomo mi permetto di farle notare come a monopoli, cittadina non dall'altra parte del mondo, i sottopassaggi non si intasano mai. Le assicuro che come me ne sono accorto io se ne accorgono gli altri.
Io non conosco il suo livello culturale ma mi sembra di intuire essere non molto alto nel momento in cui cita le BOMBE D'ACQUA. Quindi a quando la colpa alle scie chimiche?
IO A PARLARE DI QUESTE COSE VOGLIO UN INGENGERE NON UNO QUALSIASI (ing che non deve essere sindaco, beninteso)
 
 
#1 up 2015-09-28 07:05
il diavolo fa le pentole ma non i coperchi
:-x
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI