Inaugurato il sottopasso. Polemica via Traiana: c'è il parere della Sovrintendenza

salvatore colella

Via Traiana: la Sovrintendenza fa proseguire i lavori

Colella: “L’opposizione non vuole il bene di Polignano”


Il parere della Sovrintendenza c'è, quindi la polemica sulla via Traiana è priva di fondamento. Inoltre, proprio in questi giorni i tecnici di entrambe le Sovrintendenze hanno effettuato un sopralluogo e non hanno bloccato i lavori, segno evidente che quella non è la via Traiana e che, cosa ancora più importante, i cantieri non hanno assolutamente intaccato o danneggiato l’antico tratturo, tanto è vero che si lavora a evidente distanza di “sicurezza”. Mentre i mapponi lo avevamo detto prima dell’ennesimo finto scoop: non sono spariti.

Inoltre, all’inaugurazione del sottopasso di “San Francesco”, avvenuto la settimana scorsa, abbiamo chiesto al sindaco Domenico Vitto e al consigliere delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Colella se vi fossero le autorizzazioni della Sovrintendenza. Il documento c’è e ci è stato consegnato direttamente da Colella (vedi foto).

“Ecco i pareri della Sovrintendenza – ci ha rassicurato Colella, quando lo abbiamo rincontrato martedì scorso – figurati se l’ex sindaco Bovino, o altri personaggi che ora si erigono a esperti informati, siano superiori alla Sovrintendenza. I pareri ce li abbiamo e la polemica finisce qui”.

“Con l’intervista che ho rilasciato alla Voce del Paese – precisa Colella – non cado in contraddizione se dico che farò valutare quel tratto dagli esperti, a maggior ragione, ora che apprendo queste notizie da falsi oppositori che non vogliono il bene del paese, per questo vado a vedere di che si tratta attraverso una persona esperta.

A questo punto – osserva Colella – se qualcuno sapeva, ne era a conoscenza prima, non si rende conto che pur di fare lotta politica distrugge il proprio paese. In questo paese l’opposizione ha il vezzo di intervenire solo dopo, invece quando io ero all’opposizione queste cose non le ho mai fatte, non ho mai tirato fuori le storie quando i lavori sono in stato avanzato. Prendevo posizione prima non quando un progetto è stato già appaltato e i lavori sono cominciati, per mettere in cattiva luce la maggioranza.

Finché quella strada era lì, e privati ci passavano sopra, nessuno se n’è accorto. Se ne sono accorti appena abbiamo messo in sicurezza uno schifo di pista ciclabile ereditata proprio da chi oggi fa cattiva opposizione”.

sottopasso polignano Il taglio del nastro del nuovo sottopasso di San Francesco vitto franco mancini modesto pellegrini paolo l'abbate giazzi via traiana pista ciclabile Il parere positivo della Sovrintendenza e l'autorizzazione ai lavori