Lunedì 21 Gennaio 2019
   
Text Size

Pietro Guglielmi in Maggiolino per il Raduno

Pietro Guglielmi al Primo Raduno dei Bulli e Maggiolini

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" (edizione Polignano, uno dei ben 10 comuni del network!) nelle edicole dal 26 giugno.

 


Anche in Maggiolino

Pietro Guglielmi è irraggiungibile

 

È lui il re delle auto d’epoca a Polignano, e niente e nessuno, come Hamilton in Formula 1, potranno mai raggiungerlo. Pietro Guglielmi ha la passione per le auto d’epoca, ed è stato il primo a Polignano, tanti anni fa, ad avviare questa passione, il primo a capire che le auto storiche non erano catorci da rottamare, il primo a intuirne il potenziale come scenografie nei tanti film che si girano (vedi Beppe Fiorello nel film di Modugno), il primo a portare il registro Fiat a Polignano.

Le passioni si sa, non si possono piegare o contrastare, per nessuna ragione. Quello che si ama è per sempre. Così, sabato 20 giugno, ancora una volta Pietro Guglielmi ha lasciato il bar Golden che lo tiene impegnato da una vita, e ha accolto un nutrito gruppo di fans del mitico Maggiolino Wolkswagen. Maurangelo Monterisi, l’organizzatore del primo Raduno dei Maggiolini a Polignano, è stato accolto con tanto calore da Pietro, che si è mostrato ancora una volta perfetto cicerone e guida insostituibile. Ha mostrato al gruppo le bellezze di Polignano, con sullo sfondo il fascino di questa auto d’epoca anni ’30.

Inoltre, Pietro Guglielmi ha consegnato la targa con l’immagine simbolo della costa di Polignano nello splendido Solarium Cafè, dove gli ospiti appassionati di auto d’epoca hanno potuto consumare un gustoso aperitivo offerto.

L’operato di concittadini come Pietro Guglielmi o come i gestori del Solarium, fa bene all’immagine della nostra Polignano; grazie a loro infatti, alcuni di questi appassionati di Maggiolino ci hanno fatto sapere che torneranno quanto prima da noi, a Polignano, per trascorrere le vacanze.

Pietro Guglielmi al Primo Raduno dei Bulli e Maggiolini

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI