Mercoledì 18 Luglio 2018
   
Text Size

Posidonia, scafi e pericoli per famiglie e bambini a Cozze Nere

La posidonia che nella primavera scorsa ha invaso Cozze Nere polignano spiaggia  

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" (edizione Polignano, uno dei ben 10 comuni del network!) nelle edicole dal 26 giugno.

 

Pericoli per famiglie e bambini a Cozze Nere

Scafi e imbarcazioni ancorano e i bagnanti devono fare slalom per scansarli

In una spiaggia che, per la presenza del porto turistico,

dovrebbe essere vietata alla balneazione.

 

Alcuni amici bagnanti del molo corto, confine estremo del porto turistico di Polignano, ci segnalano disagi e pericoli cui vanno incontro famiglie e bambini che frequentano la spiaggetta di “Cozze Nere”, un lembo compreso tra il molo corto e la grotta di Tuccino.

Un tratto di costa che all’epoca dei cantieri, quando il porto turistico prendeva velocemente forma per dare quanto prima fiato alle opere cementizie più a monte, gli esperti dicevano che doveva essere necessariamente interdetto alla balneazione, soprattutto per garantire la sicurezza dei bagnanti al passaggio delle imbarcazioni. Non tutte però rientranti o provenienti dal porto turistico, unico approdo autorizzato dalla Capitaneria.

Ci scrivono gli amici del molo, fin dal passato uno dei punti più frequentati dai bagnanti dei paesi limitrofi: “Durante l'inverno, sul fondo marino circoscritto dal molo corto, si sono accumulate molte alghe e sabbia. Ciò ha reso la spiaggia di "Cozze Nere" balneabile anche a bambini e anziani, in quanto l'acqua è meno profonda. Purtroppo, in questo spazio di mare tra molo corto e ristorante di Tuccino, si ancorano molte barche che arrivano e ripartono a motori accesi, con pericolo dei bagnanti che sono costretti a slalom tra le barche, a poche decine di metri dalla riva.

Fino a qualche mese fa esistevano tre boe dal lato terra in prolungamento del molo corto, che indirizzavano le barche in entrata al porto e indicavano il limite da non superare verso terra, limite che veniva, comunque, spesso superato. Specialmente di sabato e domenica lo spazio balneabile è occupato quasi del tutto da barche probabilmente provenienti anche da altri porti”.

Bisogna intervenire e regolamentare tutto questo, garantendo non solo l’incolumità dei bagnanti, ma anche la qualità delle acque. È possibile nuotare a pochi passi da un porto? Dove sono le “segnaletiche” per regolamentare il traffico delle imbarcazioni? Intanto, c’è ancora chi entra a motori accesi nelle grotte e in mare non ci sono controlli.

La posidonia che nella primavera scorsa ha invaso Cozze Nere polignano spiaggia

Commenti  

 
#43 residente 2018-01-11 11:54
Credo sia opportuno incominciare a rimuovere la poseidonia accumulata.
 
 
#42 ...pulizia coste 2017-04-19 12:04
prepariamoci alla "bella stagione"
 
 
#41 bagnante 2017-02-27 13:29
io comincerei a parlare di poseidonia a cozze nere
 
 
#40 belin 2016-04-15 19:10
cosi a spanne credo che nella zona di san vito siano leggermente piu pericolose lo sversamento continuo nel sottosuolo di tanti pseudo pozzi imhoff, che quelle alghe, quindi ci si attivi per appunto Attivare la fogna pubblica in quella zona e facciamo meno ipocrisia...
 
 
#39 residente 2016-04-15 15:12
Con questo caldo si comincia a sentire la puzza delle alghe. PULITE
 
 
#38 compost natura srl 2016-04-06 15:23
Il nostro centro di compostaggio nasce nel 2014 allo scopo di produrre un compost di qualità eccellente (ACV), partendo da matrici selezionate quali le biomasse di rifiuto provenienti dalle attività di manutenzione del verde pubblico e privato e la posidonia spiaggiata (CER 20.02.01).

Il centro di conferimento del rifiuto è presso la nostra sede di Arnesano. Qui tutte le imprese munite di apposite autorizzazioni, possono conferire il loro rifiuto biodegradabile ad una tariffa modica
tel. 0832 328775 cell 328 3766985

 
 
#37 turese 2016-03-21 14:18
Stessa spiaggia ...stessa poseidonia.
 
 
#36 bagnante 2016-03-11 10:34
Bene, siamo quasi ad APRILE.
Vorrei semplicemente ricordare all'ufficio tecnico di muoversi in anticipo e NON come l'anno scorso a LUGLIO.

Grazie
 
 
#35 Cittadino. 2015-07-27 18:59
Oltre questo schifo, andate al rione macello!!!!!!!
Anuserete la puzza di merda,sono 4 mesi
Che i cittadini non c'è la fanno più!!!!!!!
Adesso ci saranno conseguenze, ed esposti alla procura
Della Repubblica, per disastro ambientale.
Grazie!!!! A chi di competenza.
Io amo Polignano.
 
 
#34 x ufficio tecnico 2015-07-24 13:59
e come d'incanto arriva l'ordinanza urgente. Ma ci avete preso per scemi ???
siete incompetenti
 
 
#33 bagnante 2015-07-21 14:28
siamo finiti anche sul giornale...VERGOGNA
 
 
#32 Turese 2015-07-15 20:11
Vi siete fatti fregare il molo dai soliti affaristi come tutto il resto della costa con ville a ridosso del mare(e speriamo che prima o poi la natura si riprenda ciò che è suo). Voglio vedere se quel porto riesce ad acchiappare turismo come dicevano.
Aaaa si stava meglio quando si stava peggio. Andate a capitolo ora a farvi il bagno.
 
 
#31 belin 2015-07-13 13:03
avete voluto la biciclette diceva qualcuno....si sapeva che con il nuovo porto turistico, sarebbero aumentati anche i fumi , gli scarichi e tanto altro di negativo che puo' portare un tale investimento, si spera in qualcosa anche di positivo per la zona..chisa' intanto a tutt'oggi nessuna di quelle ville è attaccata alla fogna ancora dormiente li ... questo è il vero scandalo
 
 
#30 pop 2015-07-13 10:25
strano il comportamneto della capitaneria :-x
 
 
#29 bagnante 2015-07-13 08:07
il vero problema non è la posidonia ma le decine di imbarcazoni, di tutte le dimensioni, che ormeggiano davanti all'imboccatura del porto e a pochi metri dalla riva senza rispettare quindi le leggi e creando un serio rischio per i bagnanti che nuotano facendo lo slalom fra le barche.......finchè non ci scappa il morto come è successo in Sardegna! la capitaneria viene presa letteralmente per i fondelli perchè appena va via, una ad una tutte le barche si radunano davanti a "Tuccino".ad appuzzire il mare e l'aria! E' una vergogna!
 
 
#28 0 vele 2015-07-12 12:14
Milioni di euro per opere pubbliche forse inutili, zero euro per manutenzione, parcheggi e nuova viabilità. Forse questi interventi non portano voti.
 
 
#27 bagnante 2015-07-10 10:30
OGNI ANNO LA STESSA STORIA
 
 
#26 INGEGNERE 2015-07-09 13:58
Progettate la raccolta pneumatica dei rifiuti e non la raccolta "a palate" della posidonia. Boh
 
 
#25 comitato bandierablu 2015-07-09 11:42
andiamo a spalarla noi gettandola nel porto ....
 
 
#24 belin 2015-07-09 09:21
ci scandalizziamo per la natura che fa il suo corso, per alcune alghe che si depositano normalmente li, quando a pochi metri c'è cemento su cemento tra nuove costruzioni e residence in fase di conclusione lavori vicino al castello con cubature assurde di cemento rispetto al terreno che di legale secondo me ha ben poco
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI