Sabato 19 Gennaio 2019
   
Text Size

Scoppia di nuovo la "bomba" del porto di Polignano - ARCHIVIO ARTICOLI

Lucia Brescia

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - edizione Polignano" nelle edicole da venerdì 24 aprile.

 

Scoppia di nuovo il “caso” porto turistico

Lucia Brescia denuncia tutto alla Procura:

Fusillo arrogante offende i polignanesi!


Intanto la Corte dei Conti chiede spiegazioni sulla "svendita" delle quote, anomalia già denunciata dalle nostre colonne nel corso di questi ultimi 8 anni. In basso, a fine articolo, tutti i link per rileggere gli articoli del nostro archivio, collegati al caso.


Dopo la Conferenza stampa del Gruppo politico "Polignano Futura" e del Capogruppo Consiliare, prof.ssa Lucia Brescia, è tornata di nuovo alla ribalta la questione del porto turistico e dell'annesso albergo realizzati dal gruppo Fusillo a Polignano.

Ci sono anche le nostre inchieste, passate e recenti (vedi i trulli scomparsi alla vista), ci sono le infinite interrogazioni della Brescia. Dopo tanti anni, il porto è diventato un “Caso” anche per La Repubblica, uscita con un articolo proprio questa settimana, mercoledì 22 aprile 2015, ma ascoltando una sola campana. Nonostante tanti anni fa se ne occupò persino la magistratura (caso poi misteriosamente rientrato), anche gli organi d’informazione regionali cominciano ad interessarsi del “Caso”.

A questo proposito abbiamo interpellato la prof.ssa Brescia, che ha mantenuto la promessa portando le carte agli organi preposti e alla locale Polizia Municipale. Molto indispettita, ai nostri microfoni la Brescia ha subito chiarito:

"Mi dispiace veramente che si sia arrivati a tanto... A me non piace fare polemica, non è nel mio stile di vita, ma oggi non posso assolutamente evitare di rispondere al Sig. Vito Fusillo, che ha usato frasi, a mio parere,  offensive nei confronti dell'intera cittadinanza polignanese.

Dire con arroganza che il porto è privato e che la partecipazione del 5% del Comune di Polignano alla Cala Ponte Spa "è poca cosa", è veramente offensivo ... Forse il sig. Fusillo dimentica che dietro a quel misero 5% ci sono 18.000 abitanti del Comune di Polignano? Eh già! Forse egli dimentica che quei cittadini hanno aperto per lui le porte del paese, confidando in un rilancio dell'economia locale con la realizzazione del porto, ma che oggi sono molto delusi da come sono andate veramente le cose...

Onorare la cittadinanza polignanese con un' inaugurazione del porto che fino ad oggi non c'è stata, anche se i lavori si sono conclusi nel 2014 e che il porto è già funzionante da tempo, è forse per lui un inutile dettaglio... È anche questa "poca cosa"? Io ritengo invece che, per rispetto e correttezza nei confronti del paese ospitante, era un gesto quanto meno doveroso!

E le alghe che in più occasioni stanno "infestando" la zona di mare adiacente al molo corto, sporcando Ponte dei Lapilli, una delle più belle calette di Polignano, "è poca cosa" anche questa?

Non si tratta forse di problematiche degne di attenzione da parte di chi ha fatto e diretto i lavori del porto?

Tutti i polignanesi attendono da tempo risposte serie a tali quesiti!


Prof.ssa Brescia, nello stesso articolo de La Repubblica  di cui sopra, il sig. Vito Fusillo fa riferimento esplicito a suo marito, Onofrio Torres, dicendo che lui conosce bene il progetto del porto e che lo ha pure votato a suo tempo...

“E chi ha mai detto il contrario? Io ho sempre seguito mio marito durante la sua esperienza politica e so bene che conosce il progetto del porto e che lo ha votato... Vito Fusillo dicendo questo non aggiunge proprio nulla di nuovo a quello che i cittadini già sanno. Mio marito non ha mai rinnegato quel progetto e quel voto…  Anzi... Anche io come lui penso che, ben vengano imprenditori desiderosi di valorizzare il nostro territorio investendo in opere strategiche e proficue per l'economia del paese... Ma, attenzione! Fino ad oggi non si è visto nulla di tutto questo riguardo al porto turistico... Dove sono i decantati posti di lavoro, tanto sbandierati ai quattro venti? E dove sono i servizi portuali che dovrebbero garantire posti di lavoro? La verità è che non sono stai realizzati! Mentre è stato realizzato il porto...privato, sì... ma con i soldi pubblici! È forse un dettaglio anche questo? "È poca cosa" anche questa? E comunque, sig. Vito Fusillo, perché inalberarsi tanto se i lavori sono stati realizzati nel rispetto delle regole, non ci saranno problemi e io sarò la prima ed esserne felice!”.

 IMG_1409

E poi l'albergo...

“In questi giorni io ho inviato la documentazione alla Polizia Municipale, alla Guardia Forestale, all'Assessore regionale dott.ssa Barbanente, al PAI, e agli altri uffici preposti, perché verificassero che nella realizzazione dell'albergo annesso al porto  siano state rispettate tutte le prescrizioni della Commissione Paesaggio della Regione Puglia... Il rispetto dell'ambiente e del naturale assetto idrogeologico del territorio sono per me valori sacrosanti. Ho commesso un reato? Ho detto un'eresia? No, credo proprio di no!

A mio parere ho posto in essere un atto doveroso e di coscienza...

Sono un Consigliere comunale; rappresento i mille cittadini che con il loro voto mi hanno consentito di far parte della massima assise cittadina e di prendermi cura dell'interesse comune. È un atto di ordinaria amministrazione per un consigliere comunale fare quello che ho fatto io in questa occasione. Se un Consigliere tace, non esprime il suo pensiero, i suoi dubbi, le sue perplessità, non fa le sue proposte, mi chiedo: che ci sta a fare in Consiglio Comunale?

Per questa iniziativa ho interpellato anche il parlamentare polignanese on. Giuseppe L'Abbate. Gli ho inviato tutta la documentazione perché possa prenderne visione ed esprimere un suo parere a riguardo. L'on. L'Abbate è una delle più alte cariche istituzionali presenti sul nostro territorio e non può rimanere estraneo a simili problematiche. Attendo una sua risposta, che sono certa non tarderà ad arrivare...”.

IMG_1408

Adesso cosa farete?

“In attesa degli esiti delle verifiche da parte degli Enti e Uffici da noi interpellati, invieremo dettagliata documentazione alla Procura della Repubblica, perché sia fatta definitivamente chiarezza sulla questione...”.

Gli amministratori come hanno accolto la sua iniziativa?

“Molti condividono il mio pensiero e la mia azione, ma non vengono fuori allo scoperto... Non importa. Di fronte alle problematiche che interessano la comunità, mi fa piacere dire la mia, a ragion veduta... Ma non vado alla ricerca del consenso degli altri, a tutti i costi...

Mi piace sottolineare, però, che dalla lettura dell'articolo pubblicato su La Repubblica ho colto nelle parole del Sindaco la volontà di far valere le nostre quote di partecipazione nella Cala Ponte Spa...

Anche se poi il sig. Fusillo lo ha snobbato alla grande con le sue dichiarazioni di cui ho parlato prima... Per questo motivo  inviterò personalmente Domenico Vitto  ad intervenire con determinazione e forza presso il sig. Fusillo, perché metta da parte un po' di arroganza e cominci a dialogare serenamente con chi rappresenta l'intera comunità polignanese. È importante che il Sindaco ricordi a Fusillo che quella zona di mare e di territorio dove sorgono porto e albergo, è territorio di Polignano e che non è ancora un'enclave di Noci (paese di Fusillo, ndr).

Per quel che mi riguarda non lo diventerà mai!”.

  Un canale di scolo sfocia davanti agli alberghi. Eccolo in una nostra foto di qualche tempo fa


TUTTO LO STORICO E LE NOSTRE INCHIESTE NEGLI ANNI:

CLICCA I VARI LINK

MARZO 2015 - CLICCA QUI, TRULLI E CEMENTO, LA NOSTRA DENUNCIA DEL CANALONE DAVANTI AGLI ALBERGHI

PORTO: LA DENUNCIA ALLA PROCURA DI UN CITTADINO RESIDENTE (2014)

DALLA SVENDITA DEL PORTO... ALLA C2 OVEST - CLICCA QUI

CLICCA QUI - IL MANIFESTO DI LUCIA BRESCIA - "NO ALLA RECINZIONE" (2013)

SABBIA SOSPETTA AL PORTO (2013)

GIALLUISI: BILANCI PORTO E MUSEO SIANO PUBBLICI

L'ASSESSORE MAZZONE: "IL PORTO E' UNA RISORSA" (2013)

CLICCA QUI - IL MANIFESTO DI DENUNCIA DEL 2010

EDILIZIA ALLE SPALLE DEL PORTO: L'ULTIMA INFORNATA DI BOVINO

BOVINO E LE NOMINE NEL CDA DEL PORTO

NOMINE CDA: NEANCHE EUGENIO SCAGLIUSI SAPEVA NULLA

A CHI SERVIRA' IL PORTO A POLIGNANO?

PORTO: IL REGALO DI VENDOLA - 6 MILIONI DI FONDI PUBBLICI PER UN AFFARE DI POCHI

PORTO TURISTICO: IL COMUNE PERDE QUOTA

LA LETTERA: PORTO TURISTICO AFFARE O DISGRAZIA?

GOZZI E BARCHE A SAN VITO: IL DIBATTITO

2010: PORTO, "INTERVENGA LA MAGISTRATURA"

2011: IL COMUNE PERDE QUOTA

VEDI ANCHE FINANZIAMENTI REGIONALI E FRUGIS: 'ADESSO BASTA'

VEDI ANCHE INTERVISTA FRUGIS E VENDOLA

LA CAPITANERIA FAVOREVOLE AL PORTO

LA MANIFESTAZIONE BEFFA DEL 2009

PORTO TURISTICO E LAVORI DI SICUREZZA NEL 2010

IL MANIFESTO DEL MOVIMENTO SCHITTULLI SU PORTO E CIMITERO

CONSIGLIO COMUNALE LUGLIO 2010 SU PORTO E EX CASERMA

PORTO IN ZONA DEPURATA: LA 'PROPOSTA' DI GIO'

SERVIZI IN ATTESA DEL PORTO

IL PORTO CI SALVERA' DAL CAVIDOTTO ENEL?

Commenti  

 
#7 ##@lilli il vag 2015-05-10 11:31
X sel allora il vostro de girardis sedeva sulla poltrona
 
 
#6 perplesso 2015-05-06 22:53
Ma c'era il marito della Brescia in amministrazione ,quando Di Giorgio e Vitto hanno svenduto il nostro porto?Perche'non parla?
 
 
#5 minguccio 2015-04-29 12:55
Avevano promesso 50 unità lavorative e tutte di POLIGNANO,io non vedo nessuno. La stessa situazione si verificherà presso la clinica SANTANNA. Lucia tira fuori le carte e apri le danze.
 
 
#4 banana 2015-04-28 12:10
ma a Polignano siamo cog....ni,o siamo rincogli......ti.
Il tanto Lustro lo regaliamo ad altri
 
 
#3 G.G.S. 2015-04-27 16:28
IL TESTO sotto esposto è già stato pubblicato: IL LONTANO 30/12/2012! Viene riproposto PER I DISTRATTI ED I MOLTI ADDORMENTATI!
A Polignano a mare, Centro-sinistra e Centro-destra, prima o dopo, regalarono ai privati il realizzando porto con motivazioni FALSE, RISIBILI E DA PRESA PER IL CULO! Il 28/12/10, la G. R. di Vendola, ha finanziato i privati per la realizzazione dello stesso con soldi pubblici. I responsabili di questo grande scandalo - invitiamo le magistrature competenti ad interessarsene - andrebbero rimossi dai loro incarichi e dai loro ruoli pubblici!
Nel paese vi sarà un professionista che dia una mano per iniziare una class action? Loro, amministratori e dirigenti, insieme, giustificarono la s/vendita con la motivazione ed il pretesto: "Il Comune mai avrebbe avuto i soldi per completarlo; i privati, invece, lo avrebbero fatto celermente".
Sono stati clamorosamente sbugiardati: dopo averlo ceduto/svenduto, sono passati anni (e nessun Sindaco ha contestato l'inerzia dei privati) ed a parte una ridicola ed odiosa recinzione, che ha impedito a molti concittadini l'utilizzo del mare, non si è visto altro. ADESSO, IL PORTO SARA' FATTO CON SOLDI PUBBLICI, ed al paese rimarrà un potenziale rischio ambientale, la beffa della spoliazione di beni pubblici ed il raggiro. Ad esclusivo vantaggio di una gestione privata e di altrettanti lauti profitti privati. Ciliegina sulla torta, in quell'area fu approvata e realizzeranno una grossa speculazione edilizia a vantaggio di certa imprenditoria speculativa e politicanti dei nostri ameni luoghi! Quindi: la comunità, quasi tutta, è cornuta e mazziata!
Gialluisi Giuseppe Sante
 
 
#2 pietrino 2015-04-27 12:58
Io sto ancora aspettando il posto di lavoro che mi fu promesso anni fa......... che scandalo.
 
 
#1 SEL 2015-04-27 11:35
Gli interventi scelti dalla sig.ra Brescia hanno una tempistica molto sospetta. Come pure non si comprende perchè già prima di capire le cose come stanno parla di Procura. Bene vorrà dire che conosce bene e si sbilancia ... Ma allora ...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI