Domenica 20 Ottobre 2019
   
Text Size

Mai più sindaco di Polignano! INTERVISTA a Di Giorgio

simone di giorgio michele emiliano franco mancini giovani polignano

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese" (edizione Polignano, uno dei 10 comuni), nelle edicole da venerdì scorso.

  


 

Mai più sindaco di Polignano!

Simone Di Giorgio conferma la candidatura a consigliere regionale

Intervista esclusiva: Non mi candido contro nessuno

Mi candido per vincere

Il mio voto è utile, perché ho contatti fuori Polignano!


“La mia candidatura non è contro nessuno, ma a favore di Polignano. Mi candidato per essere eletto, non per fare il portatore d’acqua”. Così, l’ex sindaco Simone Di Giorgio, in una intervista esclusiva a “La Voce del Paese”, conferma per la prima volta la sua candidatura a consigliere regionale alle prossime elezioni al fianco di Michele Emiliano governatore della Puglia (si vota il 31 maggio). È un Di Giorgio come sempre politicamente corretto e ben attento agli equilibri e alle relazioni.

Dottore allora conferma?

Sì, certo.

La lista sarà fatta 40 giorni prima. Non conosco tutti i nomi dei candidati, ci sono solo voci.

Che ne pensa dell’incarico di vice coordinatrice di Forza Italia in Puglia affidato a Beatrice De Donato?

Fa sempre piacere se una persona di Polignano riceve un incarico così importante, sia pure in un partito non vicino alla mia parte politica.

Ma che effetto le fa? Molti la vedevano un Terzo Polo con lei vicino…

Questo dimostra come le cose che si dicono spesso sono chiacchiere non seguite dalla realtà. La verità è che ognuno fa le sue scelte personali come meglio ritiene. Ricordo, si parlava di accordi pronti, invece dobbiamo comprendere una volta per tutte che la politica è rapida nella sua evoluzione ed è impossibile pianificare mesi prima.

Lei si è dimesso da consigliere comunale dell’opposizione, durante il mandato di Bovino sindaco, il 14 ottobre 2009 (vedi Polignanoweb.it). Cosa è cambiato da allora? Cosa l’ha convinta a tornare in politica, che sembrava un capitolo chiuso?

La politica è fatta di momenti. Diciamo che già nel 2010 avevo avuto l’occasione di candidarmi alle regionali ma il momento non sembrava quello giusto. Dopo un mese di campagna elettorale mi resi conto che era molto complessa, difficile soprattutto se condotta in un Partito Democratico che richiedeva un numero di voti altissimo; l’ultimo degli eletti prese ben 13mila voti, cifre proibitive per me. Poi le candidature di Polignano erano sette, e in un paese così piccolo significava avere poche chance di elezione. Questa volta direi che ci sono delle condizioni diverse con la candidatura nella lista di Emiliano.

Si candida per tornare a fare il sindaco di Polignano?

È una baggianata!

Ma le piacerebbe un giorno tornare a fare il sindaco?

L’ho fatto tre volte con estremo piacere. Oggi mi sembra inopportuno e non credo che a Polignano non vi possano essere altre figure.... a parte il sindaco attualmente in carica, ce ne sono tanti altri che potrebbero fare il sindaco sicuramente molto meglio pure di me.

E se prendesse tanti voti alle elezioni regionali, pur non essendo eletto?

Assolutamente no. La mia candidatura alle regionali non è contro nessuno, ma a favore di Polignano. Mi candidato per essere eletto, non per fare il portatore d’acqua. La mia candidatura è in una contingenza favorevole anche per il paese, inoltre ho voti fuori Polignano. C’è un sindacato che mi sosterrà, c’è una catena di persone a cui posso chiedere il voto, colleghi medici del territorio, esponenti della sanità in generale.

simone di giorgio michele emiliano franco mancini giovani polignano

“Non mi candiderò mai più a sindaco!”. Può dichiararlo?

Ma certo, senza alcun problema.

Anche se a un certo punto salterà fuori che glielo chiede la gente?

Ma certo. Oggi sono improponibile sul piano delle opportunità. Sono stato sindaco già tre volte, e su questo concordo con i grillini. Anzi, avrei voluto affiancarmi ai giovani per offrire loro la mia esperienza e non per controllarli.

Lomelo dice che alle regionali prenderà un bidone…

Io Lomelo l’ho sempre aiutato nelle campagne elettorali. Non voglio fare nessuna polemica con lui, perché se non ricordo male siamo della stessa parte politica…

E forse nella stessa lista?

Non lo so. Io sarò nella lista di Emiliano. I cittadini valuteranno.

Ma più candidati da Polignano hanno senso?

Candidarsi è un diritto, però è chiaro che se non ci fossero sarebbe meglio per chi ha più voti. Tra me e Lomelo non so chi ha più voti… lo vedremo. Ripeto però, la mia candidatura non è contro nessuno, non è una manovra di rientro nella politica locale. È una mia aspettativa legittima come quella di qualsiasi cittadino.

Salvatore Colella dice che lei rappresenta il passato…

Chiunque si candida rappresenta il presente. Per me invece lui rappresenta il presente di questo paese!

Come si svilupperà la sua campagna elettorale?

La mia campagna elettorale è già iniziata. La campagna regionale è diversa, e non si svolgerà principalmente nelle piazze. Ci sono 41 comune da contattare. Non bisogna sprecare energie in cose che possono essere solo formali. I voti vanno presi uno per uno… quelli che devo raggiungere io sono un’impresa…

Che obiettivo si è prefissato?

Ritengo che per vincere bisogna andare dai 6mila voti in su.

Da Polignano quanto si aspetta?

Dipende se ci saranno altri candidati locali. Mi pare comunque che la mia candidatura sia stata accolta bene in paese. Quando ho amministrato sono sempre stato il sindaco di tutti. Sono sempre stato a disposizione di tutti. Nelle varie competizioni che ho affrontato, io ho sempre ottenuto molti più voti di quelli che mi aspettassi. Quindi sono ottimista sul risultato da Polignano. Ma dipenderà appunta dal numero di candidature locali…

Bovino candidato. Che ne pensa?

Ha tutto il diritto di farlo.

Ma addirittura nel centrosinistra…

Certo che una candidatura come quella di Bovino riduce notevolmente le chance di elezione, sia mia che di Bovino stesso. Inutile negarlo. Però iI voto a Di Giorgio vi assicuro che è un voto utile, perché sto prendendo voti fuori Polignano, una cosa complicata e non facile.

Critiche all’attuale amministrazione Vitto?

È un’amministrazione della mia parte politica… preferisco giudicare a fine mandato. Certo, potrebbe migliorare nell’assetto delle persone che la compongono. Ci sono tanti giovani di valore ma non gli si lascia spazio…

Parla di alcuni assessori in particolare?

Dico che si accentra sempre tutto su quelle due, tre persone che non fanno crescere i giovani. Chi è più furbo trae come al solito vantaggi nel controllo amministrativo… questo non è giusto, così si uccide lo sviluppo di una nuova classe dirigente. Questa critica potrebbe estendersi ad altre amministrazioni. Si potrebbe concedere più spazio ai tanti ragazzi positivi e in gamba, e meno spazio ai soliti che militano da tanti anni. Non a caso, alle ultime elezioni comunali non ho partecipato perché non condividevo alcune tipologie di scelte che potevano frenare lo sviluppo di una nuova classe dirigente.

Lucia Brescia potrebbe votarla?

Io spero di sì… glielo chiederò!

Per Polignano cosa potrebbe fare da consigliere regionale?

Il consigliere non ha tanto potere… Come al solito mi metterei a disposizione di tutto il paese, in termini di finanziamenti, di progetti culturali... è lì che si prendono le decisioni importanti. Il mio impegno è noto, così come faccio nel mio lavoro.

Commenti  

 
#15 Per te lo dico io 2015-04-22 13:58
Questo è un paese di gelosi. Dove per gelosi si intendono chi ha il potere in mano o ambisce ad averlo. Mentre la povera gente è quella che subisce e asseconda. L'ennesima macchina del fango è partita?
 
 
#14 TE LO DICO IO 2015-04-22 11:20
X Mister Polignano.
Domenico Pellegrini è il figlio dell'attuale presidente del consiglio, nonchè marito della vigilessa A. Modugno, che penso adesso svolga lavoro d'ufficio perchè non la si vede più per strada..nonchè titolare del sindacato più gettonato di Polignano!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#13 cipollino 2015-04-21 18:54
certo che siamo proprio messi male in questo paese...ritornano alla ribalta sempre i soliti volponi che hanno occupato la poltrona solo ed esclusivamente per i propri interessi...lascia spazio ad altri dottore!!! (oppure ha qualche interesse da curare?!)
 
 
#12 MR.POLIGNANO 2015-04-21 18:27
scusate, ma chi è Domenico Pellegrini ????
ne parlate tanto :-)
 
 
#11 belin 2015-04-20 18:26
di giorgio disse io devo pensare al porto degli altri problemi non m interessano in quella zona....complimentoni.....bel porto
 
 
#10 saverio 2015-04-20 14:46
Padre e figlio hanno un carattere nettamente diverso. Il figlio li avrebbe fatti rifare in consiglio
 
 
#9 ilmarchese 2015-04-20 11:25
...che rassicurano te è sicuro, è per il resto della popolazione che mi preoccupo.
 
 
#8 pazzini 2015-04-16 15:50
domenico pellegrini sindaco?
E' stato sufficiente vedere il padre fare il presidente del consiglio...
 
 
#7 mancini saverio 2015-04-14 22:45
Di giorgio e Domenico pellegrini mi rassicurano per il futuro.
 
 
#6 Peppino 2 2015-04-14 22:43
Sì prepara la strada a Domenico pellegrini sindaco.....vero simone? Se così è io ti voto!
 
 
#5 banana joe 2015-04-14 20:09
Dottore perche'non proponi Franco Mancini,candidato sindaco.
 
 
#4 ilmarchesedelgrillo 2015-04-14 17:41
a dimenticavo, non prenderà neanche mille voti, altro che sindacati, dottori e lustrascarpe.
 
 
#3 ilmarchesedelgrillo 2015-04-14 17:39
Simo è una promessa!!!!
 
 
#2 Mitico! 2015-04-14 08:20
Il Di Giorgio che rinuncia a fare il Sindaco è come la volpe e l'uva! Oppure dobbiamo cominciare a pensare che lui verrebbe investito per meriti monarchici o divini!
 
 
#1 peppino 2015-04-13 23:52
vuoi fare sindaco domenico pellegrini vero simone
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI