Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

Bovino ci lascia un altro debito da 90mila €

Ancora sorprese dall'ex sindaco Bovino

 


Nel 2012, a pochi mesi dal voto, affidamento last minute e irregolare (?)

Una "cambiale elettorale" da 90mila €

Continua la serie interminabile di “Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine”! Dato che l’ex sindaco Angelo Bovino, assieme al suo fido Matteo Colella (più che fido, sparring partner all’insaputa di Matteo), “presidiano gli uffici comunali e producono una serie di accessi agli atti” per una pista di pattinaggio di ghiaccio, potrebbero dare una bella rinfrescata alla memoria tirando fuori qualche atto di dubbia regolarità approvato dall’ex Giunta comunale. Presto, infatti, un mega-debito fuori bilancio di ben 90mila € potrebbe gravare sulle nostre tasche per colpa dell’attività amministrativa di fine mandato.

Scopriamo così che il 13 febbraio del 2012, a poche settimane dalle elezioni comunali (si votò il 6 e 7 maggio!), l’allora sindaco Bovino, insieme ai suoi assessori, approvò una delibera di giunta (n.26 del 13/02/2012) che riporta il seguente oggetto :”P.O.FEP 2007-2013 misura 33 “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca”. Intervento denominato “Luogo di sbarco / ripari di pesca Cala S. Vito: interventi di riqualificazione e messa in sicurezza”. Atto di nomina di responsabile unico del procedimento, di approvazione ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 207/2010 del documento preliminare alla progettazione e di indirizzo”.

Detto così non dice nulla. Tradotto, significa che Bovino, a poche settimane dal voto, affidò un incarico a ben 4 tecnici (geologo Giuseppe Ruggiero, ingegneri Battista Capotorto, Giovanni De Biase e Giuseppe Tomasicchio) per la redazione di un progetto in oggetto alla delibera a San Vito, da finanziare con fondi messi a disposizione dalla Regione Puglia, ma che poi non è rientrato tra quelli finanziati per carenza di copertura finanziaria da parte della Regione Puglia.

I tecnici hanno svolto il lavoro e a oggi battono cassa. Ma come è stato possibile affidare un incarico a dei tecnici che hanno lavorato per conto di un ufficio tecnico, tramite delibera di giunta, direttamente dal sindaco? Chiaro, bisognava rastrellare voti per la corsa disperata alle imminenti elezioni.

Quell’affidamento tramite delibera di giunta potrebbe essere irregolare; casomai incarichi di questo tipo sono affidati dal dirigente comunale, che a oggi ha impegnato la sola somma per i costi delle fotocopie. Bisogna sborsare 90mila €, che sanno di cambiale a perdere, dato che di quest’opera pubblica non vedremo neppure il cartello.

Ora la patata bollente passerà nelle mani del dirigente Nico Vitto che dovrà comunque riconoscere il comprenso dovuto ai tecnici per il lavoro svolto. Ma intanto, si sta profilando un danno erariale per le casse del comune. Infatti, le carte potrebbero finire alla Corte dei Conti. Questo è uno dei classici debiti fuori bilancio che stranamente non maturano da una sentenza di tribunale, ma da un indebito arricchimento per l’ente. Quanto ci costano le campagne elettorali!

Commenti  

 
#22 esplicitato 2015-01-07 12:17
A proposito di chiarezza ma il voto di scambio è quello che ti voto se mi dai? E quanti tipi di mi dai si sono fatti? Possiamo capire bene che questa storia di S. Vito è una grande bufala creata per distrarre la gente da tutte le tasse che ci hanno fatto pagare.
 
 
#21 Diffamazione 2014-12-05 10:14
Un ennesima bufala sul ex sindaco perche non pensate a quello che sta facendo adesso il sig. Vitto che si vanta di quello che fa mettendo cartelli o chianche amministrazione 2014. Ma poi tutto quello che fa chi lo paga? Lui di certo no
 
 
#20 l.pellegrini 2014-12-04 21:54
Per commento 1...ma sei di polignano?Vedi che la scivolata l'abbiamo presa noi a tenerci questi di ora!Grazie che Bovino non l'hanno votato piů grazie al fango che gli buttavano addosso certi ma secondo me uno cosi educato e competente non lo avremo mai piů
 
 
#19 per com.1 2014-12-04 21:49
Grazie che Bovino è stato mandato a casa :l'altra coalizione era buona solo a promettere,a buttare fango su Bovino,a dare....ahiahia...la scivolata è chel d mo
 
 
#18 clamoroso 2014-12-04 10:28
Ennesimo articolo pilotato sul falso per diffamare. Ma questa volta la Giustizia Suprema, quella non corruttibile nè condizionabile nemmeno dalla falsa stampa, ha provveduto per tempo. Si informa su chi ha fatto il voto di scambio a Polignano.
 
 
#17 X # 9 2014-12-03 19:57
Infatti l'Ing. De Biase ha lo stesso studio tecnico del consigliere comunale che ha votato Vitto Antonio Maiellaro, amico di Salvatore Colella. Non so se sono stata esplicita.
 
 
#16 non residente 2014-12-03 15:36
x "caro direttore": non ho capito nulla di quello che ha detto . Può riscriverlo ?
 
 
#15 Arriverà 2014-12-03 14:31
A Roma, oggi, arrestano 31 persone tra assessori, imprenditori, ex sindaco, ecc, su una popolazione di circa 2.500 milioni di abitanti. A Polignano, se accade una cosa simile, gli arrestati saranno 100 su una popolazione di appena 16,000 mila abitanti. speriamo che accada subito.
 
 
#14 trasparenza 2014-12-03 11:41
Caro Direttore Nicola quando li mettiamo i risultati delle Primarie di Polignano?
Per un fatto di correttezza verso i cittadini dando una giusta informazione.
 
 
#13 Lancina 2014-12-02 22:00
Ma le cose stanno proprio come scrive il giornalista??? Sicuro???? E se non è vero, chi paga???
 
 
#12 illustrissimo dirett 2014-12-02 18:47
Forse LEI ,preso non so da chi e da cosa,fa delle affermazioni che potrebbero darle qualche problemino legale.
 
 
#11 x commento p 2014-12-02 16:20
scusa, Stefano...ora lo leggo meglio
 
 
#10 ridicoli 2014-12-02 15:14
Ma chi pagava le bollette in campagna elettorale?Direttore perché non scrive un articolo.Certamente non potrà dire che lo faceva una parente di Bovino!Quante scivolate sta prendendo:CHISSÀ PERCHÉ!
 
 
#9 x Zaccaria 2014-12-02 13:29
Infatti, caro Zaccaria, se leggessi bene l'articolo capiresti che Bovino voleva ingraziarseli con incarichi e promesse varie, non solo queste! Chiaramente ha preso una sola, visto che non l'hanno votato e si capisce benissimo dall'articolo
 
 
#8 caro direttore 2014-12-02 13:23
mi citi la norma che rende irregolare questo affidamento; riferimento normativo.
vorrei essere edotto su quello che scrivi, sai ci sono risvolti legali legati a certe affermazioni che rendono necessaria più precisione.
non vorrei che leggendo qualcuno si possa fare idee sbagliate, quella a cui fai ricevimento è una delibera di giunta che ha oltre alle firme degli assessori anche quelli di dirigenti (che hanno preso i premi di produzione) e sarebbe disdicevole se firmassero pareri legali e contabili sulle delibere fuori legge.
poi scusate ma non mi sembra che i tecnici che citi in questo articolo possano essere ricondotti in qualche modo all'amministrazione Bovino ne tanto meno alle sue liste.
 
 
#7 Stranezze 2014-12-01 22:08
Come mai questo articolo non viene commentato? Dove sono i giannizzeri delle forze politche di certa minoranza che sono stati assoldati per monitorare questo sito e commentare negativamente tutto ciò che riguarda Vitto? Dai su almeno strategicamente un qualsiasi commento potevate farlo ... Così giusto per non farvi scoprire!
 
 
#6 Zaccaria 2014-12-01 12:19
I tecnici menzionati nell'articolo,caro direttore,non hanno minimamente appoggiato Bovino nella campagna elettorale...anzi!Lo sanno anche i morti...Leggendo i cognomi di ciascuno si può capire!È la sua ennesima magra figura...caro direttore!
 
 
#5 mah 2014-12-01 08:55
sta bene bovino !!!
 
 
#4 Lorenzo 2014-12-01 01:05
Ma il voto di scambio alle ultime elezioni non lo fece un'altra coalizione?Ma questo giornale cosa vuole da Bovino? È più che evidente che siete di parte.Se Bovino fosse un deliquente avreste già zittito!
 
 
#3 pappaluig 2014-11-29 15:02
ma pcedei non v n sceit tut da nanz i uch.latrein
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI